Yamaha Motor: sei anteprime mondiali e altre novità al Tokyo Motor Show 2019 [FOTO]

Esposti 18 modelli

Il brand giapponese segnala diverse proposte in vista della rassegna

Sei anteprime mondiali e due esemplari inediti per la platea giapponese, in totale risultano 18 i modelli firmati da Yamaha Motor e attesi alla 46ª edizione del Tokyo Motor Show, in programma dal 24 ottobre al 4 novembre 2019.

Una presenza nutrita

Si prospettano moto, mezzi elettrici o caratterizzati dalla peculiare tecnologia Leaning Multi-Wheelers (LMW), biciclette a pedalata assistita e anche soluzioni per la guida autonomia all’interno dello stand situato nella West Hall 2 seguendo il tema “There Is Greater Joy Yet to Come — ART for Human Possibilities”, come segnalato.
Le anteprime inedite per il pubblico del Sol Levante sono i prototipi della sportiva YZF-R1 e della Adventure Ténéré 700. Quindi si segnala la presenza di altri esemplari come la già nota Niken GT, ossia la moto da Gran Turismo a tre ruote, oppure i prototipi della motocross da gara YZ450FX, del trial elettrico TY-E e dell’altro caratteristico mezzo elettrico e compatto Tritown, anche questo dotato della sofisticata architettura Leaning Multi-Wheel (LMW). Interessanti anche gli altri modelli di serie E-Vino (un electric commuter il cui stile rimanda a uno scooter 50 cc) e YPJ-XC (una mountain bike a pedalata assistita), dunque le varie soluzioni Special tra cui un’unità motrice studiata per la conversione delle carrozzelle tradizionali denominata JWX-1 PLUS.

Altre anteprime in evidenza

Diverse le novità come detto, tra cui degli inediti concept che prefigurano potenziali e interessanti veicoli commuter per spostamenti urbani alimentati elettricamente: i prototipi E01 ed E02.
Il primo, riprendendo le indicazioni, può essere paragonato a uno scooter con unità 125 cc, riconoscibile dall’aspetto compatto ma allo stesso tempo elaborato, sportivo e avveniristico, ricaricabile tramite un sistema rapido e studiato per essere pratico e funzionale negli spostamenti cittadini.
Il secondo paragonabile a uno scooter 50 cc presenta caratteristiche paragonabili a una e-bike, favorendo la mobilità individuale grazie a una configurazione essenziale e leggera, oltre che dotato di una batteria rimovibile. L’aspetto del prototipo E02 pone in evidenza le componenti elettriche, trasmettendo un ricercato minimalismo, considerando sempre le indicazioni sul modello.
Passando alla e-Bike YPJ-YZ, le due lettere finali rimandano agli esemplari YZ di Yamaha, così come il look e l’impostazione tecnica del veicolo. Tra le caratteristiche sottolineate spicca la divisione della zona inferiore del telaio per accogliere la batteria. Una struttura asciutta dal peso contenuto.
Tra i mezzi “Special” figura anche il Land Link Concept. Un mezzo a guida autonoma che può spostarsi in spazi ampi sfruttando dei sensori, sviluppato sul concetto “Inter- Responsive Link”, secondo le indicazioni. Equipaggiato con quattro ruote indipendenti, grazie all’Intelligenza Artificiale il mezzo può muoversi in libertà propendendo per diverse direzioni, lavorando in modo indipendente affianco alle persone, considerando sempre le informazioni dedicate al modello.

Foto: Yamaha Motor

Leggi altri articoli in Eventi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati