Yamaha MT-03 2020: l’evoluzione della compatta Hyper Naked [FOTO]

Spinta da un bicilindrico da 321 cc che propone 42 cavalli

Un primo prospetto dedicato alla nuova naked Yamaha MT-03, disponibile da dicembre 2019

Ricercata, rastremata e tecnologica. La nuova Yamaha MT-03 appare così a una prima occhiata. Il nuovo risultato di una filosofia costruttiva che unisce tradizione e progresso giapponese.

Una nuova naked

La panoramica MT della casa dei diapason risulta variegata e lo stesso segmento delle Hyper Naked spazia tra esemplari da 125 cc e muscolosi modelli con unità di 1000 cc.
Il design della nuova MT-03 conferma distinzione e dettagli connotativi. Un linguaggio stilistico evoluto e rinnovato, grazie alla firma luminosa LED (comprese le frecce) segmentata e tagliente. Quindi l’impostazione “mass-forward”, che trasmette un’idea di massima agilità e dinamismo, valutando convogliatori, serbatoio da 14 litri e lo stesso propulsore bicilindrico. Il cuore energico del progetto. La moto è lunga 2.090 millimetri con interasse di 1.380 mm, larga 745 mm e alta 1.035 mm (minima da terra 160 mm). L’altezza della sella ammonta a 780 mm. Il peso in ordine di marcia segnalato risulta di 168 kg.

Ciclistica e tecnologia

Il progetto è caratterizzato da un telaio tubolare leggero a diamante, funzionale dal punto di vista prestazionale, assecondando la vivacità del mezzo e una certa agilità, come segnalato. Il motore figura come elemento stressato con un peso anch’esso contenuto. Il quadro è completato da una forcella rovesciata con steli da 37 millimetri e foderi color oro, quindi un forcellone asimmetrico da 573 mm il cui perno risulta prossimo all’area centrale del mezzo, contenendo la variazione dell’angolo della moto con il manto asfaltato. Il dinamismo è favorito dal setting dell’ammortizzatore, riconfigurato nel precarico e in compressione; quindi un impianto frenante con disco anteriore idraulico da 298 mm e posteriore da 220 mm. Le dimensioni delle gomme tubeless sono: anteriore da 110/70-17M/C (54H) e posteriore da 140/70-17M/C (66H). Considerando l’aspetto, la posizione di guida sembra favorita dalla sezione centrale snella e compatta, quindi da un manubrio rialzato.
Spicca anche una nuova strumentazione digitale di nuova concezione, proposta da uno schermo LCD multifunzione con schermata negativa, ossia fondo scuro e caratteri chiari in evidenza. Variegata la panoramica di accessori e citate anche specifiche applicazioni MyGarage tramite cui configurare virtualmente un esemplare e MyRide che consente di avere un prospetto sulla guida, come riferito.

Motore

Un esemplare che è possibile guidare con patente A2. L’unità propulsiva bicilindrica da 321 cc raffreddata a liquido, 4 tempi, DOHC con 4 valvole, propone una spinta massima di 30.9 kW corrispondenti a 42 cavalli, raggiunta a un regime di 10.750 giri/minuto. Mentre la coppia massima, sempre considerando i dati, risulta di 29.6 Nm a 9000 giri/minuto. Il motore è abbinato a una trasmissione sempre in presa a 6 marce con trasmissione finale a catena.

Disponibilità e prezzo

Proposta nella varianti di colore Ice Fluo, Icon Blue e Midnight Black, la nuova MT-03 firmata da Yamaha sarà introdotta presso i concessionari da dicembre di questo anno a un prezzo di listino di 5.490 euro, franco concessionario, riprendendo ancora le indicazioni.

Foto: Yamaha Motor

Yamaha MT-03 2020: l’evoluzione della compatta Hyper Naked [FOTO]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati