Aprilia RS 660: potrebbero essere 100 i cavalli espressi dal bicilindrico? [FOTO]

Nuovi rumors attorno al modello

In rete affiorano nuove voci legate alla nuova sportiva bicilindrica, che potrebbe essere introdotta alla prossima edizione di EICMA dopo la concept mostrata lo scorso anno

Il prototipo di Aprilia RS 660 ha fornito diversi spunti e suscitato parecchio interesse all’edizione 2018 di EICMA. La versione commercializzata potrebbe essere mostrata al prossimo appuntamento milanese. Una moto che concentra diverse attenzioni e ipotesi.

Un vivace bicilindrico

In un articolo precedente avevamo già riportato alcune indiscrezioni attorno alla nuova Aprilia RS 660, in fase di definizione. Lo sviluppo starebbe procedendo regolarmente e la sua introduzione sui mercati potrebbe avvenire già il prossimo anno. Si sospetta dunque una presentazione all’appuntamento del 2019 di EICMA, in programma tra il 7 e 10 novembre come citato.
La versione concettuale, snella e filante dal punto di vista stilistico e tecnico, è concepita attorno a un propulsore bicilindrico parallelo frontemarcia di 660 cc. Un’unità legata al V4 di 1100 cc che anima le potenti Aprilia Tuono V4 e RSV4 1100 Factory. Nello specifico si tratterebbe della bancata anteriore, che si stima possa sviluppare una potenza massima di 100 cavalli.
Tra gli aspetti interessanti, quest’unità sarebbe caratterizzata anche da una relativa dispersione di calore e favorirebbe, considerata la configurazione, lo sviluppo di una ciclistica rastremata ma allo stesso tempo non così estrema, quanto quella delle più prestanti V4. Una scelta più votata alla funzionalità, secondo le ipotesi. Forse una base sulla quale poter dare forma ad altri modelli che potenzino la proposta del marchio.
Tra i fattori notati, osservando la concept, spiccano anche un telaio che poggia sul motore che diventa il cosiddetto “elemento stressato” all’interno di un quadro solido, quindi un forcellone in alluminio. L’andamento curvo del braccio destro del forcellone pressofuso risulta utile dal punto di vista concettuale per il passaggio del terminale di scarico e l’ammortizzatore agisce con continuità senza leveraggio. Ciò manterrebbe il peso contenuto.
L’Aprilia RS 660 potrebbe essere dotata di sistemi elettronici che ne intensifichino la personalità, un’impianto frenate con pinze radiali firmate Brembo visibili all’interno di cerchi multirazza, dunque una triangolazione degli elementi piuttosto ergonomica per favorirne un utilizzo anche quotidiano. Una potenziale rivale della nuova Honda CBR650R? Al momento, comunque, permangono diversi quesiti legati ad esempio al peso complessivo, al prezzo di partenza, alla potenza espressa nonostante i rumors riportati o l’eventualità che possa essere sviluppata una versione depotenziata per motociclisti con patente A2.

Aprilia RS 660: potrebbero essere 100 i cavalli espressi dal bicilindrico? [FOTO]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati