BMW Motorrad ProRace: opinioni sulla nuova tuta da gara [FOTO]

Capo personalizzato su misura

Le nuove tute ProRace sviluppate in pelle nappa, o nell'opzionale pelle di canguro, possono essere realizzate in base a specifiche preferenze e presentano diverse protezioni per l'attività in pista

La nuova tuta da competizione BMW Motorrad ProRace risulta studiata per assicurare un’elevata protezione e vestibilità durante l’attività in pista, secondo le indicazioni segnalate dal marchio bavarese.

Le caratteristiche della tuta

Realizzata in pelle nappa, la tuta ProRace appare aderente e funzionale, considerando i differenti protettori legati a gomiti, fianchi e spalle, nonché cursori per le ginocchia sostituibili con robuste chiusure in velcro. Si segnalano anche tre alternative per la protezione dorsale, in primis un paraschiena NP Pro immerso in una custodia protettiva alle spalle della tuta, quindi protezioni strap-on, gilet per paraschiena e paraschiena, sempre considerando le indicazioni fornite.
Passando al comfort, sono presenti diversi inserti elastici che assecondano i movimenti del pilota, così come è garantita un’opportuna ventilazione tramite le sezioni in pelle traforata localizzate all’altezza di braccia, busto e cosce, oltre a una gobba posteriore aerodinamica e al tessuto 3D spacer localizzato nella parte retrostante.
Opzionale l’adozione di pelle di canguro, da quanto indicato ancora più resistente e meno pesante della nappa. Tramite un configuratore online è possibile personalizzare la tuta su misura e, sempre tra gli optional, dotarla di loghi di squadre, nomi o nomignoli, assieme ad altre scritte come BMW Motorrad accompagnate da RR, S 1000 XR, BMW M o altre, rendendo distinguibile il capo anche dal punto di vista strettamente estetico, mentre ad esempio si è in sella a una potente BMW S 1000 RR.
Tra le opzioni figurano possibili perforazioni, in base alle esigenze del pilota, quindi una protezione aggiuntiva esterna o a cosce e costole scegliendo tramite il configuratore dei protettori in due diverse tipologie: imbottitura standard o imbottitura termica Vibram VPOD. Restando sulle protezioni, un’ulteriore soluzione può essere integrata nella tuta e destinata al torace e la gobba arricchita di un TrinkPak, sempre prendendo spunto dalle preferenze del pilota.
Il configuratore consente di ordinare il capo tramite i dealer BMW o via rete consultando un fornitore con licenza BMW Motorrad. La versione standard in tinta bianca, nera e rossa varia dalla taglia 46 alla 60, ultimando il tutto adottando anche guanti e stivali sempre ProRace.

La tuta ProRace provata da piloti esperti

Lo statunitense Nate Kern, impegnato in gara dal 2002, ha avuto modo di provare questo capo sportivo definendolo: “sorprendente già al primo sguardo”. Una tuta dotata di variegate opzioni studiate per rafforzare in particolare comfort e sicurezza. “La versione su misura ha più opzioni di quante non ne abbia mai viste prima, tra cui cursori a gomito opzionali, pelle di canguro e molto altro ancora”, ha aggiunto nell’occasione. Anche un’altra esperta motociclista Lucy Glöckner, già in moto dall’età di 10 anni, a proposito di questa tuta ha messo subito in evidenza la propria curiosità per le possibili personalizzazioni, sottolineando la semplicità del configuratore e il livello qualitativo dei protettori studiati per questo capo d’abbigliamento.

BMW Motorrad ProRace: opinioni sulla nuova tuta da gara [FOTO]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Abbigliamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati