Alpinestars Bogota V2 Drystar Jacket [RECENSIONE]

Tanti chilometri macinati insieme a lei. Tra freddo, caldo, pioggia e sterrato.

Versatilità e contenuti tecnici di primo livello per questa giacca Adventure a marchio Alpinestars, che strizza però l’occhio anche all’uso cittadino.
Alpinestars Bogota V2 Drystar Jacket [RECENSIONE]Alpinestars Bogota V2 Drystar Jacket [RECENSIONE]

Alpinestars Bogota V2 Drystar – Di norma, i capi tecnici che assicurano un’assoluta impermeabilità dall’acqua hanno l’effetto indesiderato di essere poco traspiranti. In breve, se da un lato ci si sente pienamente protetti dalla pioggia, dall’altro si è costretti ad indossare un capo poco traspirante, che spesso comporta una sudorazione elevata. Proprio per ovviare a questo fastidioso problema Alpinestars ha studiato l’innovativo sistema Drystar, di cui è dotata la giacca Bogota V2 che abbiamo usato in molte delle nostre prove su strada.
Due le colorazioni disponibili: nero/grigio, oppure nero/grigio/beige. In entrambe le versioni sono presenti dettagli catarifrangenti, sia sulla parte anteriore che su quella posteriore, per garantire un’elevata visibilità migliorandone al contempo il look, che risulta sobrio ma molto piacevole.
Con la Bogota V2 Drystar, infatti, si è raggiunto un non facile punto di equilibrio tra l’aspetto di una grintosa giacca da offroad e quello di una giacca tranquillamente utilizzabile in città. Che la usiate per le uscite sullo sterrato o per andarci in ufficio, la Bogota V2 Drystar farà comunque una gran bella figura.

CARATTERISTICHE TECNICHE

Come detto, protagonista indiscusso è l’esclusivo sistema Drystar di Alpinestars, consistente nell’utilizzo di tre diversi strati di tessuto. Di questi, il più esterno è in materiale resistente all’abrasione, il più interno è in tessuto morbido per garantire un’elevata sensazione di comfort, mentre al centro è posizionata la membrana Drystar, la cui composizione permette di impermeabilizzare totalmente dall’acqua lasciando allo stesso tempo traspirare l’aria.
Per potersi adattare a tutte le condizioni climatiche, sia l’imbottitura interna sia la membrana Drystar sono completamente removibili. Peraltro, l’operazione di rimozione/inserimento delle imbottiture interne non risulta affatto un’impresa impossibile come in molti altri capi di abbigliamento, in quanto gli appositi attacchi sono facilmente raggiungibili e resi ben visibili grazie alla colorazione rossa. Tramite due cerniere interne è poi possibile agganciare i pantaloni Alpinestars compatibili, così da avere un completo enduro in un unico pezzo, con ovvi vantaggi in termini di sicurezza, confort e protezione dal freddo.
Immancabili le protezioni certificate CE su spalle e gomiti, anch’esse removibili, mentre sulla zona del petto e della schiena sono presenti gli appositi compartimenti per alloggiare il paraschiena ed il proteggi petto, disponibili come optional.

LE NOSTRE IMPRESSIONI

Abbiamo utilizzato la Bogota V2 Drystar tra febbraio e marzo, ovvero quel periodo in cui le temperature sono ancora mediamente basse seppur con i primi accenni di primavera e di caldo. In questi frangenti abbiamo semplicemente adorato l’elevata versatilità di questa giacca. Il più delle volte partivamo nelle prime ore del mattino con la nostra Bogota V2 Drystar in configurazione “completa”, ovvero con imbottitura interna e membrana Drystar. Quando però le temperature iniziavano a salire, in pochi secondi rimuovevamo l’imbottitura interna, rendendo la giacca più adatta alle temperature primaverili. In questa configurazione, inoltre, abbiamo potuto constatare l’ottimo funzionamento del sistema Drystar, soprattutto durante le stancanti sessioni di sterrato, in cui la sudorazione raggiunge picchi notevoli. In questi casi indossare una giacca che impermeabilizza e protegge dal freddo, ma che allo stesso tempo assicura un’elevata traspirazione diventa davvero fondamentale.

 

 

Alpinestars Bogota V2 Drystar Jacket [RECENSIONE]
4.5 (90%) 2 votes
Leggi altri articoli in Abbigliamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati