Nembo 32: parte la campagna di raccolta fondi per la moto con motore ‘rovesciato’

La moto è interamente realizzata a mano, ma per entrare in produzione servono fondi

Nembo 32: parte la campagna di raccolta fondi per la moto con motore ‘rovesciato’Nembo 32: parte la campagna di raccolta fondi per la moto con motore ‘rovesciato’

Nembo 32 è una moto nata per cambiare le regole, frutto di passione e voglia di fare. Il progetto iniziale risale al 2009 e la costruzione del primo prototipo è del 2010. Sulla 32 tutto viene realizzato a mano, anche il motore.

La 32, il nome è composto dal numero di cilindri, 3, e la cilindrata, 2000 cc, ha nella struttura la vera rivoluzione, in particolare il motore è montato al contrario e viene utilizzato come chassis a cui fissare avantreno e retrotreno e ogni altro componente della moto. Senza coinvolgere il gruppo termico. Dopo svariati test in pista, è arrivato il momento di iniziare la messa in produzione, l’obiettivo è quello di arrivare a produrre almeno 100/200 esemplari all’anno, in modo da poterle vendere intorno ai 50/60.000 euro. Per raggiungere tali numeri di produzioni e mantenere i prezzi di vendita accessibili serve un grande sforzo. Da qui nasce l’idea della campagna di crowdfunding. I soldi raccolti serviranno per realizzare un’industrializzazione morbida, in modo da riuscire a raggiungere l’obiettivo delle 100/200 unità costruite, ma servirà anche per adeguare il motore alle norme sulle emissioni e per la promozione del prodotto. In programma ci sono già le prime appraizioni: Bonneville Salt Flats per un tentativo di record di velocità su terra, la Pikes Peak e forse il TT. La campagna è appena iniziata e terminerà tra 60 giorni. La formula è quella del ‘tutto o niente’, quindi o riusciranno a raccogliere la somma stabilita, o la piattaforma che raccoglie i fondi restituirà tutto ai donatori.

Dal punto di vista tecnico. La Nembo 32, come già anticipato, è equipaggiata con un motore da 2000 cc montato ‘al contrario’. Utilizzando il motore in questo modo è possibile intervenire direttamente sulla regolazione dell’altezza del baricentro andando a spostare gli attacchi sul basamento. La moto è equipaggiata con un forcellone lungo, 680-700 mm. Il peso a secco è di 160 kg.

Il progetto è ambizioso e può essere un buon traino e un esempio per tutte le aziende come la Nembo.

Nembo 32: parte la campagna di raccolta fondi per la moto con motore ‘rovesciato’
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati