Da Midland arriva Bike Guardian, la prima “Dash Cam” sviluppata per motociclisti

La 'telecamera da cruscotto' viene venduta con tutto il necessario per il fissaggio e l'alimentazione

Da Midland arriva Bike Guardian, la prima “Dash Cam” sviluppata per motociclistiDa Midland arriva Bike Guardian, la prima “Dash Cam” sviluppata per motociclisti

Midland ha presentato la Dash Cam pensata e progettata per i motociclisti, regista in tempo reale la strada e arriverà sul mercato ad aprile.

Cos’è un Dash Cam? Sostanzialmente si tratta di telecamere da cruscotto, impiegate spesso sulle autovetture in molti paesi. Sono simili a delle Action cam per forme e dimensioni, ma la qualità video è solitamente inferiore. Non sono telecamere per registrare le gite, le vacanze, ma servono a lasciare una traccia video della guida. Fino ad ora queste telecamere erano state pensate esclusivamente per le auto, mentre spesso i motociclisti hanno fatto ricorso ad Action cam. Grazie a Midland però arriva la “telecamera da cruscotto” per moto. Il montaggio è semplice, grazie al supporto che viene dato in dotazione. L’alimentazione avviene tramite batteria, due ore di autonomia, o tramite collegamento dal blocco chiave, consigliato del produttore. Alimentandola tramite il cavo che viene fornito in dotazione, la registrazione parte non appena si accende il motore e allo stesso modo si spegne.

Bike Guardian monta un’ottica a campo largo (120°) e la registrazione è effettuata in loop con risoluzione full HD 1080 o 720. Questo permette di sovrascrive automaticamente i file una volta esaurito lo spazio sulla microSD scelta dall’utente (fino a 64 GB). In questo modo non si perderà nessun fotogramma nel momento in cui si si rimanga coinvolti in un incidente, s’incorra in un’infrazione, si debba rispondere a contestazioni, ecc. Un “video” che aiuti a far luce sull’accaduto potrebbe inoltre essere accettato tra le “prove atipiche” (e valutato da giudice in base – si dice – al suo “prudente apprezzamento”).

Il corpo è waterproof, la risoluzione è Full HD 1080p o HD 720p, c’è inoltre la possibilità di utilizzarla come Action Cam con rec / stop manuale. Le dimensioni sono: 8,5 mm x Ø3 cm. Il prezzo al pubblico è di 129 euro.

Da Midland arriva Bike Guardian, la prima “Dash Cam” sviluppata per motociclisti
2.5 (50%) 2 votes
Leggi altri articoli in

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Max

    4 maggio 2019 at 10:52

    L’ho acquistata e sono molto deluso riguardo ai supporti. Il supporto che fissa la videocamera al manubrio ha poco movimento in testa, quindi se il manubrio è molto perpendicolare, la videocamera punterà verso il basso.
    Il supporto che la dovrebbe fissare alla Gopro è peggio, infatti se stringi la rondella che blocca la videocamera, rimane lenta la parte bassa che fissa la videocamera all’attacco Gopro, se invece stringi bene la parte bassa, la videocamera rimarrà non in linea con il supporto ma punterà lateralmente.
    Altra cosa che non va è che quando inserisci la videocamera nell’anello che l’avvolge per fissarla ai supporti, non c’è nessun blocco che la allinei o nessun segno che ti indichi che la videocamera è con l’orizzonte in linea, quindi devi controllare sempre la lente se piega da un lato.
    Non ha neanche un cordino di sicurezza da agganciare alla moto in caso si dovesse staccare e cadere.
    Farò al più presto una recensione video perché sinceramente mi sembra un modo molto superficiale da parte di Midland di progettare una videocamera da montare su una moto, quindi dove i supporti e le loro varianti sono essenziali in funzione dei vari modelli di moto e delle vibrazioni, non la stiamo mica montando davanti al vetro di un’auto, se cade dalla moto perché un supporto è lento, il danno è fatto.

Articoli correlati