CIV | Fausto Gresini: “È bello vedere dei ragazzi felici correre in moto” [INTERVISTA]

Presentata la moto 2019 a Verona

CIV | Fausto Gresini: “È bello vedere dei ragazzi felici correre in moto” [INTERVISTA]CIV | Fausto Gresini: “È bello vedere dei ragazzi felici correre in moto” [INTERVISTA]

È un Fausto Gresini sorridente e pieno di passione quello che abbiamo incontrato al Verona Motor Bike Expo sabato scorso, in occasione della presentazione ufficiale della nuova Honda NSF250RW dello Junior Team TOTAL Gresini Moto3 che correrà nel Campionato Italiano Velocità in questo 2019.

Un’occasione per poter parlare della nuova line-up di piloti e, soprattutto, della partnership con Total Italia qui rappresentata dal Direttore Marketing Piergiorgio Festino.

CIV, Fausto Gresini e i giovani in pista: “La cosa più bella che possiamo fare”

Dove nasce questa partnership con Total Italia e quali sono gli obiettivi per questa stagione del CIV?


Fausto Gresini:
«Nasce da un rapporto iniziato l’anno scorso e, soprattutto, da una passione comune per le moto e per i giovani. Per loro, questi campionati sono un punto di ritrovo e un momento dove si incontrano amici per dare vita alle proprie passioni. È un progetto ambizioso, nato e fatto crescere insieme alla volontà di Total Italia, che diventerà il nostro main sponsor. Credi che vedere gli occhi dei ragazzini brillare sia una delle cose più belle che possiamo fare, oltre ad accompagnare loro in un percorso che li porterà, speriamo, in campionati più importanti, oltre ad essere un insegnamento di vita. Oltre a questo, il CIV che è cresciuto in questi ultimi anni e sarà ancora più competitivo perché ci saranno altri team, quindi è una sfida ancora più avvincente».

Piergiorgio Festino: «Potrei quasi dire che Fausto ha detto tutto. È stato molto semplice trovare l’accordo con Gresini perché Fausto è testimonial dei valori che il team porta e sono valori che ci accomunano come la passione per i motori e la volontà di spingere sui giovani. Non a caso, sponsorizziamo assieme lo Junior Team ed è la volontà di spingere sui giovani in modo che possano dare sfogo in pista e sviluppare quella che è la loro passione in modo sano, con una guida che possa aiutarli a entrare in un mondo bello ma difficile. Fausto la storia che ha alle sue spalle possono darci la garanzia che questo possa avvenire».

G: «È un modo divertente di andare in moto col sorriso».

F: «E un grande contributo tecnologico perché poi questa diventerà una palestra per lo sviluppo, per far vedere quanto soni validi i nostri prodotti e noi riteniamo da questo punto di vista di poter dare il nostro contributo anche alla parte agonistica del Team Gresini».

Junior Team TOTAL Gresini Moto3, Taccini e Morosi affianco Luca Gresini

A proposito di giovani: la squadra cambia volto con l’arrivo di Leonardo Taccini e Alessandro Morosi che affiancano suo figlio Luca. Per Taccini è il terzo anno nel CIV, mentre Morosi arriva dalla Pre Moto3 250 di cui è campione; cosa pensa di questi due talenti e cosa possono fare in questa stagione assieme a Luca?

G: «Questa sarà una palestra di vita, un’opportunità per tutti e tre. Ovviamente per Taccini è il primo anno con i nostri colori, ma ha già un’esperienza con le Moto3. In passato è stato campione Pre Moto3, quindi vuol dire che ha colto risultati importanti e credo che avesse bisogno di un faro che lo aiutasse nel suo percorso. È molto determinato, si sta preparando molto bene. Morosi è fresco campione della Pre Moto3 250 e siamo riusciti a fare un test con lui con una Moto3 e devo dire che è andato molto bene. Arriva con grande carico e un grande entusiasmo, questo ci fa piacere. Per noi, ripeto, è importante la preparazione, l’approccio e la disciplina, cosa che questi ragazzi così giovani devono apprendere. Mio figlio fino ad oggi non ha avuto grandi risultati ma, ovviamente, voglio dargli ancora delle chance, l’opportunità di poter crescere in maniera sana e tranquilla. Altra cosa importante è che abbiamo messo a disposizione una persona come Manuel Poggiali che supporterà lo Junior Team per allenarli e prepararli. Saranno tutti insegnamenti che vengono dalla grande esperienza di Manuel, un due volte campione del mondo».

Gresini e Total Italia assieme per valorizzare i giovani talenti

Oltre alla grande esperienza del Team Gresini, quanto ha contato la volontà di Total Italia nel puntare sui giovani che saranno il Motomondiale del domani?

F: «Come dicevo prima, questo ha influenzato molto nella scelta e ci ha anche spinto a sponsorizzare il CIV (la Elf è sotto la Total S.A., ndr) perché è a tutti gli effetti una palestra per la crescita dei piloti, per permettere che possano sempre più arrivare in maniera prepara e professionale nelle categorie superiori. La crescita del CIV è marcata anche dai risultati dei piloti che sono usciti dal campionato una volta che si sono presentati nelle altre classi ed è la prova che tutti insieme stiamo lavorando bene in questa direzione. La Federazione Motociclistica Italiana ha fatto un ottimo lavoro in tal senso e noi speriamo e crediamo nel nostro piccolo di aver contribuito, come così speriamo e crediamo di poter contribuire ai successi agonistici del team di Fausto».

G: «Voglio raccontare questo piccolo ma importante aneddoto per me: la prima vittoria che Gresini Racing ha colto nel mondo delle competizioni e io come team manager è stata proprio con una moto sponsorizzata Elf con Loris Capirossi in 250 nel 1999. Siamo partiti da là molto tempo fa e ripartiamo da qui oggi, venti anni dopo. È anche bello raccontare questo».

La nuova moto per il 2019: la Honda NSF250RW

Quanto è difficile gestire un team in diverse categorie, data anche la presenza nel Motomondiale, e valorizzare i propri piloti?

G: «È difficilissimo perché ogni categoria devi tenerla separata e ogni progetto ha le sue persone, le sue dinamiche, le sue complessità e le sue diversità. Devi ragionare in maniera diversa, devi avere accanto professionisti capaci di seguirti e ci vuole una grande passione e determinazione, quella che prima mettevo in moto e che metto ora nel lavoro che sto facendo».

Cosa ci può dire della moto di quest’anno?

G: «Questa [la Honda NSF250RW] è una grande moto. I telai sono quelli con cui abbiamo corso il Motomondiale 2018, quindi quelli di Jorge Martin e di Fabio Di Giannantonio. Con i ricambi abbiamo fatto tre ciclistiche complete e, diciamo, come motore hanno dei factory Honda del 2015/2016, comunque evoluti e con una potenza e con delle caratteristiche importanti. Non è per niente “una roba così tanto per fare” ma un impegno importante.»

Luca Basso

CIV | Fausto Gresini: “È bello vedere dei ragazzi felici correre in moto” [INTERVISTA]
5 (100%) 2 votes
Leggi altri articoli in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Caschi

Caberg presenta la squadra Racing 2019

L'azienda italiana presenta tutti i piloti che scenderanno i pista con il casco Drift Evo nei campionati nazionali e internazionali
Anche quest’anno Caberg accompagnerà numerosi piloti nelle maggiori competizioni nazionali e internazionali, con il casco Drift Evo. Il casco Drift
Eventi

MotoDays 2018 ai nastri di partenza!

Presentata nel Palazzo delle Federazioni Sportive Nazionali del CONI la decima edizione di Roma Motodays.
Ad aprire l’incontro di questa mattina ,nel Palazzo delle Federazioni Sportive Nazionali del CONI, è stato il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana
Circuiti

Roma Motodays firma la partnership con Federmoto

La Federazione Motociclistica Italiana sarà lo sponsor del principale campionato tricolore
Roma Motodays conferma la propria vocazione sportiva grazie all’accordo valido per il triennio 2018-2020 siglato nei giorni scorsi con la