EICMA 2018: si chiude un’edizione da record all’insegna della globalità

Rispetto al 2016 il numero degli espositori è cresciuto di oltre il 13%, più della metà stranieri

"Se EICMA è oggi la più importante fiera di settore al mondo, il merito è delle aziende che continuano a sceglierci", ha detto il presidente Andrea Dell’Orto
EICMA 2018: si chiude un’edizione da record all’insegna della globalitàEICMA 2018: si chiude un’edizione da record all’insegna della globalità

EICMA – L’edizione di 2018 di EICMA si può tranquillamente definire l’edizione dei record e questo nonostante la presenza nello stesso periodo di alcune fiere biennali come, ad esempio, Intermot a Colonia. Nonostante questo accavallamento, EICMA si è confermato lo “stato libero” delle moto e Milano la sua splendida capitale.

EICMA 2018 visto attraverso i numeri

Alla 76° Edizione dell’Esposizione Internazionale Ciclo, Motociclo e Accessori hanno preso parte la bellezza di 1.278 brand (+13,7% rispetto al 2016) sparsi su sei padiglioni, con un incremento della superficie di quasi 20% rispetto allo stesso anno. L’ampio respiro internazionale della manifestazione è sottolineato dal numero di espositori stranieri, che ha toccato il 52% provenienti da ben 44 differenti paesi e, soprattutto, dall’interesse dei media e di quello degli operatori esteri, che crescono nelle presenze rispettivamente del 18,3% e 17,1% rispetto all’anno di riferimento. Se quella di 12 mesi fa è stata l’edizione dei record di afflusso col +24% rispetto all’anno prima, quest’anno ci si è attestati su valori simili.

EICMA 2018: le novità tra i padiglioni

Tante le novità tra i padiglioni e sempre di più lo spazio occupato da quelle categorie non ascrivibili in senso stretto al settore moto, come e-bike con la pista di test ride, start up, area turismo su due ruote e il Temporary Bikers Shop con le offerte commerciali di veicoli usati, moto d’epoca, accessori e abbigliamento. Una piacevole conferma è stato lo spazio MotoLive con le sei attività dedicate all’off-road e al freestyle. Grande, quindi, la soddisfazione di Andrea Dell’Orto, presidente di EICMA: “Se EICMA è oggi la più importante, attrattiva e longeva fiera di settore al mondo, tanto da garantire una presenza di pubblico, operatori e media che nessun altro appuntamento del genere può vantare – ha dichiarato – è merito delle aziende che continuano a sceglierci. Per questo voglio condividere con loro la soddisfazione per il successo di questa edizione, oltre che con tutto lo staff organizzativo che ha riempito di contenuti EICMA, trasformandola nel tempo da fiera ad evento espositivo in grado di coinvolgere ed emozionare centinaia di migliaia di appassionati“.

EICMA 2018: si chiude un’edizione da record all’insegna della globalità
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in EICMA 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati