Kawasaki Ninja H2 SX SE+: a EICMA 2018 arriva una vera iper tourer

Motore sovralimentato, telaio premium e tanta elettronica impreziosiscono una moto nata per viaggiare ma anche per l'uso quotidiano

Il fiore all'occhiello è rappresentato dalle sospensioni a controllo elettronico KECS (acronimo di Kawasaki Electronic Control Suspension) che adattano la moto al Riding Mode desiderato
Kawasaki Ninja H2 SX SE+: a EICMA 2018 arriva una vera iper tourerKawasaki Ninja H2 SX SE+: a EICMA 2018 arriva una vera iper tourer

Kawasaki Ninja H2 SX SE+ – Il mondo del turismo veloce dovrà fare i conti con l’arrivo della nuova Kawasaki Ninja H2 SX SE+, una moto creata per accontentare un pubblico quanto più trasversale, composto da coloro che utilizzano le due ruote come mezzo di spostamento quotidiano oppure per lunghi tratti, magari per una vacanza anche in due, ma sempre all’insegna dell’esperienza di guida e delle prestazioni.

Kawasaki Ninja H2 SX SE+: com’è fatta

La Kawasaki Ninja H2 SX SE+ è stata progettata per un pubblico scelto, esigente e non teme alcun giudizio, nemmeno il più severo, potendo mettere sul banco un’altissima qualità costruttiva, un motore molto ben riuscito e tantissimi accessori. Il fiore all’occhiello è rappresentato dalle sospensioni a controllo elettronico KECS (acronimo di Kawasaki Electronic Control Suspension): in sostanza, quando viene seleziono il Riding Mode desiderato (si può scegliere tra Sport, Road, Rain, Rider) anche via Bluetooth, il meccanismo adatta l’assetto della moto a seconda che si prediliga il comfort o una guida più sportiva. L’apposita App permette anche di osservare e memorizzare i parametri di guida, fissare gli intervalli di manutenzione, registri di marcia e addirittura gestire le chiamate e i messaggi in arrivo sul proprio smartphone. Il pannello TFT a colori di questa “iper tourer” oltre alle informazioni canoniche, ne fornisce molte altre decisamente meno ordinarie, come l’angolo di piena, la pressione del compressore, il consumo medio, la forza G, temperatura esterna e perfino il voltaggio delle batterie.

sdr

Il telaio traliccio garantisce grande maneggevolezza ma anche un immediato feeling di guida. Un grande lavoro è stata fatto anche per dare alla Ninja H2 SX SE+ un impianto frenante adeguato. La scelta è ricaduta su un impianto con pinze Brembo Stylema derivato dalle corse, ma giustamente modificato per essere idoneo con l’uso giornaliero. La moto è stata verniciata con la speciale tinteggiatura High Durable di Kawasaki che consente di correggere facilmente i piccoli graffi. Il motore sovralimentato è in grado di toccare la potenza di 210 cv a 11 mila giri, mentre la coppia è di oltre 137 Nm. Tutto questo, con la curva di erogazione riempita praticamente alla perfezione dalla sovralimentazione, spinge i suoi 256 Kg in ordine di marcia con accelerazioni decisamente adrenaliniche, soprattutto se siete in Germania o sul rettilineo di un circuito, dove la H2 SX raggiunge molto rapidamente i 260-280 Km/h, per poi iniziare a rallentare la salita della velocità verso valori siderali, prossimi e superiori ai 300 indicati.

dig

Tra gli optional ci sono le borse laterali “clean fit”, di grande capacità ma perfette per essere inserite nell’elegante e slanciata linea di una moto destinata a scrivere un’altra pagina del mototurismo.

Kawasaki Ninja H2 SX SE+: a EICMA 2018 arriva una vera iper tourer
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in EICMA 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati