Aprilia RSV4 1100 Factory: la superbike con le ali pronta a conquistare EICMA 2018

Dati incredibili per la sportiva italiana: il nuovo motore da 1100 cc ha una potenza di 217 cv distribuiti sul peso piuma di 199 kg

Aprilia RSV4 è infatti l’unica superbike che permette di regolare la posizione del motore nel telaio, l’inclinazione del cannotto di sterzo, la regolazione del pivot del forcellone e l’altezza del retrotreno, oltre naturalmente alle sospensioni nella totalità delle loro finzioni

Aprilia RSV4 – Il nome Aprilia RSV4 evoca, da sempre, sportività e prestazioni, ed è sicuramente un esempio di come il lavoro fatto dal Reparto Corse possa essere trasferito in maniera efficace e non solo fine a se stesso sui prodotti stradali.

Aprilia RSV4 1100 Factory

La RSV4 è nata per essere la migliore e più veloce superbike, la più vicina per prestazioni ed efficacia alle moto Aprilia dedicate alle corse. Insomma, un prodotto premium dedicato a clienti estremamente esigenti che desiderano il massimo delle prestazioni e della raffinatezza tecnica, offerta anche grazie all’impiego di materiali nobili, come l’alluminio, il titanio e il carbonio. L’ultimo step di questa linea evolutiva vanta performance eccezionali abbinate a una ciclistica da corsa e a un pacchetto di controlli elettronici entrambi ulteriormente evoluti. Aprilia introduce per prima su una superbike di serie le appendici aerodinamiche sulla carenatura, grazie proprio allo sviluppo fatto da Aprilia Racing nel prototipo RS-GP, dalle quali derivano. La particolare forma studiata in galleria del vento e l’inclinazione con cui sono montate sfruttano la pressione verso il basso dell’aria incanalata, consentono alle winglets di aumentare la stabilità alle alte velocità, contribuendo a diminuire la tendenza all’impennata in uscita di curva e aumentando al contempo la stabilità nelle staccate violente. La potenza massima è salita a 217 CV a 13.200 giri/min, valore di assoluto riferimento nella categoria; anche la coppia massima beneficia di tali modifiche, ottenendo un netto innalzamento lungo tutto l’arco di più del 10% rispetto al motore da 1000 cc e arrivando a toccare un valore massimo di 122 Nm a 11.000 giri/min. Valore molto importante per rendere RSV4 1100 Factory non solo più efficace in accelerazione anche ai bassi regimi in circuito, ma anche più elettrizzante da guidare su strada. Infine l’impianto di scarico è stato ottimizzato non solo nel layout dei collettori, ma aggiungendo anche di serie il terminale Akrapovic omologato in titanio, notevolmente più leggero rispetto alla precedente unità.

Aprilia_RSV4_Eicma_2018_4

Una particolarità della RSV4 (sia RR che Factory) è l’eccezionale possibilità di regolazioni che la ciclistica di serie è in grado di offrire. Aprilia RSV4 è infatti l’unica superbike che permette di regolare la posizione del motore nel telaio, l’inclinazione del cannotto di sterzo, la regolazione del pivot del forcellone e l’altezza del retrotreno, oltre naturalmente alle sospensioni nella totalità delle loro finzioni. Proprio come una vera moto da corsa. L’apprezzatissima e vincente struttura del telaio di Aprilia RSV4 è rimasta invariata e sfrutta elementi in alluminio fusi e stampati in grado di garantire prestazioni eccezionali, anche grazie a valori di rigidezza e flessibilità torsionale perfettamente bilanciati. Il peso in ordine di marcia con serbatoio pieno di RSV4 1100 Factory si attesta a 199 kg, grazie all’introduzione del nuovo terminale di scarico in titanio Akrapovic e della nuova leggerissima batteria al litio Bosch.

Aprilia RSV4 1100: elettronica premium

Aprilia RSV4 1000 RR e RSV4 1100 Factory sono dotate di un eccezionale pacchetto di controlli dinamici progettato e brevettato da Aprilia. Ognuno dei due modelli beneficia di una taratura specifica di tutti i controlli coerentemente con i differenti livelli di performance che le due moto possono vantare. L’APRC (Aprilia Performance Ride Control) è il noto pacchetto di sistemi di controllo direttamente derivato dalla tecnologia vincente nel campionato mondiale Superbike, tra i più completi attualmente presenti sul mercato. Il particolare posizionamento e orientamento della piattaforma inerziale che governa il funzionamento del sistema permette una ottimale possibilità di rilevazione delle condizioni dinamiche della moto e, di conseguenza, più efficaci strategie di controllo elettronico. La quarta evoluzione dell’APRC di Aprilia si integra al meglio con la fine gestione elettronica garantita dal comando del gas completamente integrato full Ride-by-Wire, che non necessita di ulteriori componenti per la gestione elettronica delle farfalle, con evidenti benefici sul fronte del peso (rispetto a un sistema tradizionale il risparmio è quantificabile in 590 grammi). Oltre all’APRC di quarta generazione, RSV4 RR e Factory adottano di serie l’evoluto Cornering ABS multimappa, sviluppato in collaborazione con Bosch per garantire non solo estrema sicurezza su strada, ma anche la migliore performance in circuito. Il sistema 9.1 MP, dal peso e dimensioni davvero contenute, è in grado di ottimizzare la frenata e l’intervento dell’ABS in curva, grazie ad un algoritmo specifico che tiene costantemente sotto controllo differenti parametri come l’accelerazione laterale, la pressione esercitata sulla leva del freno anteriore, l’angolo di piega, di beccheggio e di imbardata, modulando l’azione dei freni a garanzia del miglior rapporto tra decelerazione e stabilità.

Aprilia_RSV4_Eicma_2018_6

L’ABS lavora all’unisono con il sistema RLM (Rear Liftup Mitigation) di Aprilia, che limita il sollevamento della ruota posteriore nelle staccate più decise. Il Cornering ABS, messo a punto secondo le indicazioni specifiche di Aprilia, è regolabile su 3 livelli di intervento. Ognuna delle tre mappature del Cornering ABS può essere combinata con una qualsiasi delle tre mappe del motore (Sport, Track, Race), permettendo a piloti di diversa esperienza e capacità di trovare la migliore combinazione possibile. Le tre mappe sono “full power” e differiscono per il modo di scaricare a terra la potenza di cui è capace il V4 Aprilia nelle due configurazioni disponibili (1000 cc per la RR e 1100 cc per la Factory), oltre che per la percentuale di freno motore a ognuna di esse dedicata. La strumentazione TFT a colori è un vero computer digitale dalle eccezionali possibilità di visualizzazione, ora ulteriormente migliorata, grazie alla luminosità aumentata.

Aprilia RSV4 1100 Factory: la superbike con le ali pronta a conquistare EICMA 2018
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in EICMA 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati