WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 19
            [user_login] => cuttitta
            [user_pass] => $P$Bg2tYW8MOFNTqm52T5MO9FkfNejox0.
            [user_nicename] => cuttitta
            [user_email] => g.cuttitta@motorionline.com
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2016-11-22 10:03:40
            [user_activation_key] => 
            [user_status] => 0
            [display_name] => Gianluca Cuttitta
        )

    [ID] => 19
    [caps] => Array
        (
            [author] => 1
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
            [0] => author
        )

    [allcaps] => Array
        (
            [upload_files] => 1
            [edit_posts] => 1
            [edit_published_posts] => 1
            [publish_posts] => 1
            [read] => 1
            [level_2] => 1
            [level_1] => 1
            [level_0] => 1
            [delete_posts] => 1
            [delete_published_posts] => 1
            [NextGEN Gallery overview] => 1
            [NextGEN Upload images] => 1
            [NextGEN Manage gallery] => 1
            [NextGEN Manage tags] => 1
            [NextGEN Edit album] => 1
            [NextGEN Use TinyMCE] => 1
            [NextGEN Manage others gallery] => 1
            [unfiltered_html] => 1
            [author] => 1
        )

    [filter] => 
    [site_id:WP_User:private] => 1
)

Agv Pista GP R: abbiamo provato il casco di Valentino Rossi [RECENSIONE]

Un casco sviluppato in collaborazione con il pilota pesarese ed altri del Motomondiale

Per ottenere un prodotto di altissimo livello, AGV ha utilizzato tutta l’esperienza maturata durante la sua lunga attività. Lo abbiamo testato nella bellissima colorazione Mono Matt Carbon
Agv Pista GP R: abbiamo provato il casco di Valentino Rossi [RECENSIONE]Agv Pista GP R: abbiamo provato il casco di Valentino Rossi [RECENSIONE]

Agv Pista GP R E 2205 Mono Matt Carbon

Andare in moto è sempre un piacere, ma molti di noi sottovalutano alcune importanti regole che devono essere sempre messe in primo piano. Ci riferiamo alla giusta scelta di un capo di abbigliamento tecnico o di un casco, sia per un utilizzo cittadino, ma soprattutto per l’uso in pista. Sul mercato sono presenti molti caschi con le grafiche dei propri idoli oppure, come nel nostro caso, con colorazioni più sobrie, come questa completamente opaca e con fibra di carbonio in vista. Quello che ci preme sottolineare è, però, che richiama il mondo delle gare in altri modi, ancora più concreti della livrea esterna.

Casco_AGV_pista_ E2205_2018_035

La scelta del migliore casco per la nostra moto dipende dall’uso e dalle specifiche tecniche. In questo caso parliamo di un nuovo modello di casa AGV, un’azienda fondata nel 1946 da un imprenditore molto noto nel mondo delle due ruote. Stiamo parlando di Gino Amisano, che con il suo marchio ha vestito i più grandi campioni dello sport motociclistico, tra cui certamente svetta Valentino Rossi, che ancora oggi corre con un casco che porta il suo nome.

Suzuki_RYUYO_Prova_in_pista_2018_097

Ma torniamo a noi. Il prodotto che abbiamo recentemente provato durante un test in pista con la Suzuki RYUYO (qui il nostro articolo e video) è il nuovo casco della Casa italiana, un’evoluzione dell’innovativo Pista GP, stiamo parlando del Pista GP R, il casco della MotoGP, che utilizzano lo stesso Valentino Rossi e tanti altri campioni come Jack Miller. E’ il casco più protettivo mai sviluppato prima da AGV, pesa 1.40 Kg (50 grammi in meno per la S) ed è senza dubbio il modello che garantisce la migliore sicurezza, adatto alla maggior parte delle situazioni, ma questo livello di sicurezza ben si sposa soprattutto con le velocità elevate. Ha un sistema di idratazione integrato, prese d’aria in metallo sviluppate appositamente per la MotoGP, con uno spoiler biplano presente nella parte posteriore e testato in galleria del vento.

Casco_AGV_pista_ E2205_2018_039

Il casco è stato recentemente riprogettato completamente, mantiene la sua caratteristica forma estremamente compatta, ma la calotta è ora totalmente in fibra di carbonio. Internamente è presente uno strato in polistirolo con struttura a cinque densità. La calotta ha una calzata adattabile e non sono presenti cuciture nelle aree sensibili. La prima parte del nostro test si è svolta sul circuito del Mugello, una pista fatta di sali – scendi e della lunghezza di 5.245 metri, che si sviluppa tra le colline toscane. Il rettilineo principale è lungo oltre un chilometro, quindi un giusto scenario per provare il nostro AGV Pista GP R. Da buon tester, ho voluto appurare di persona le caratteristiche di questo casco. Appena aperta la scatola, si nota subito l’incredibile leggerezza. Questo casco in carbonio ha un design dal carattere sportivo, con linee arrotondate sotto il mento, con lo spoiler posteriore. La prima operazione compiuta sul nostro AGV Pista GP R è la sostituzione della visiera, da quella chiara a quella scura. Senza l’ausilio di nessun attrezzo questa manovra risulta semplicissima (per rimuovere la visiera non serve nemmeno ricorrere al manuale d’istruzione), grazie a dei ganci posti all’interno della visiera stessa.

Suzuki_RYUYO_Prova_in_pista_2018_141

Una volta indossato, la calzata è ottima, la nostra taglia è una S e ci sta a pennello da subito. Gli interni sono ben rifiniti e offrono anche un ottimo comfort. Il casco si fa apprezzare infatti per il suo interno morbido, con il giusto spazio per le orecchie. La chiusura di questo modello è del classico tipo con fascia sottogola a doppio anello, semplice da gestire e ben salda, una volta stretta e regolata nel modo giusto. La visiera garantisce una visibilità ampia (85° in verticale e a 190° in orizzontale), chiara e precisa, mentre il sistema di ventilazione interno al casco svolge bene la giusta funzione, con una aerazione ottimale. L’aria circola infatti abbondante, merito delle griglie posizionate sulla fronte e sul mento, che possono essere chiuse a proprio piacimento. Una volta in pista, il casco non genera nessun tipo di fruscio o turbolenza e, nonostante le basse temperature del mattino, grazie all’ottima ventilazione, non abbiamo mai avuto nessun problema per quanto riguarda l’appannamento della visiera.

Suzuki_RYUYO_Prova_in_pista_2018_133

Buono è anche il sistema di aggancio per la chiusura e l’apertura della visiera. Quest’ultima risulta semplice da eseguire. Inoltre il casco AGV Pista GP R è dotato di un sistema di idratazione integrato, composto da una valvola posta all’interno della mentoniera collegata alla tuta Dainese, dotata di una apposita sacca. Disponibile dalla XS alla XXL, con quattro dimensioni di calotta per coprire le sette taglie, il prezzo di listino di questo AGV Pista GP R E2205, in colorazione Mono Matt Carbon è di 1.200 euro, identico a quello del carbonio lucido, mentre le livree che replicano le colorazioni di quelli utilizzati soprattutto da Valentino Rossi, arrivano a 1.500 euro. Un prezzo elevato, certamente, ma parliamo di uno dei migliori prodotti sul mercato, oltre ad essere allineati comunque ai caschi top di gamma dei principali altri brand (ne esistono anche da oltre 3 mila euro).

Casco_AGV_pista_ E2205_2018_036

Agv Pista GP R: abbiamo provato il casco di Valentino Rossi [RECENSIONE]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Caschi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

MotoGP

Agv e Valentino Rossi

Dalla matita di Aldo Drudi prende forma il desiderio di Valentino...
Ancora una volta il sodalizio Rossi-Drudi (con il supporto tecnico di AGV) ha stupito tutti nello sviluppo della livrea immagine del