WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 19
            [user_login] => cuttitta
            [user_pass] => $P$Bg2tYW8MOFNTqm52T5MO9FkfNejox0.
            [user_nicename] => cuttitta
            [user_email] => g.cuttitta@motorionline.com
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2016-11-22 10:03:40
            [user_activation_key] => 
            [user_status] => 0
            [display_name] => Gianluca Cuttitta
        )

    [ID] => 19
    [caps] => Array
        (
            [author] => 1
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
            [0] => author
        )

    [allcaps] => Array
        (
            [upload_files] => 1
            [edit_posts] => 1
            [edit_published_posts] => 1
            [publish_posts] => 1
            [read] => 1
            [level_2] => 1
            [level_1] => 1
            [level_0] => 1
            [delete_posts] => 1
            [delete_published_posts] => 1
            [NextGEN Gallery overview] => 1
            [NextGEN Upload images] => 1
            [NextGEN Manage gallery] => 1
            [NextGEN Manage tags] => 1
            [NextGEN Edit album] => 1
            [NextGEN Use TinyMCE] => 1
            [NextGEN Manage others gallery] => 1
            [unfiltered_html] => 1
            [author] => 1
        )

    [filter] => 
    [site_id:WP_User:private] => 1
)

Ducati Scrambler 800 Icon 2019: la Joyvolution di una storia nata nel 1962 [VIDEO PROVA SU STRADA]

La Ducati Scrambler Icon 800 si rinnova introducendo anche il nuovo ABS Cornering di Bosch

Con il termine Joyvolution si indica il rinnovamento, il restyling di un modello di successo che investe anche sulla sicurezza, proponendo una novità importante: il nuovo ABS Cornering di Bosch, un’anteprima per la categoria

A cinque anni dal lancio e con oltre 55.000 esemplari venduti nel Mondo, la Ducati Scrambler Icon 800 2019 si rinnova con questo nuovo modello. Ve la abbiamo raccontata nei dettagli in un primo articolo “a caldo”, ora ecco il nostro racconto in video.

Un modello che ha caratterizzato un’epoca, una vera icona del mondo ducatista. Con il “nuovo corso” di Scrambler, Ducati ha voluto farne un marchio a se stante e con una sua forte identità, con un solo obbiettivo: parlare un nuovo linguaggio con i valori tipici dei modelli che hanno fatto la storia di casa Ducati, ma con il proprio stile di vita, dallo spirito libero, aperto a quel pubblico anticonformista definito appunto come “Land of Joy”. Un brand che esalta la creatività e la condivisione di emozioni positive, fatto di moto, accessori ed abbigliamento che vogliono offrire la possibilità di raccontare il proprio stile ed il proprio modo di essere.

Ducati_Scrambler_Icon_2019_prova_su_strada_2018_072

Confermato il design, morbido e sinuoso, che questo restyling non ha sconvolto. Nuovo il gruppo ottico anteriore, che si ispira a quello della sorella maggiore 1.100, inclusa la nuova luce diurna DRL, mentre nella parte interna troviamo una “X” in metallo di colore nero, ispirata alle moto offroad degli anni ’70. Il codino, ora con una nuova sella, più piatta e più confortevole per pilota e passeggero, segue le linee della moto e riceve anche un faro totalmente a LED, con effetto diffusione, che sfrutta una tecnologia unica nel mondo delle due ruote. Gli indicatori di direzione a LED, invece, ora si spengono in modo automatico. La nuova strumentazione vede l’introduzione dell’indicatore di marcia inserita e del livello del carburante, in un quadro completamente digitale.

Ducati_Scrambler_Icon_2019_prova_su_strada_2018_061

Debutta la predisposizione per la gestione del DMS (Ducati Multimedia System), attivabile acquistando come accessorio il modulo Bluetooth, che permette di rispondere al telefono visualizzando notifiche dei messaggi, delle chiamate in entrata e di ascoltare in piena libertà la musica. Aggiornati i comandi, con nuovi blocchetti di ultima generazione, oltre ad una leva della frizione regolabile. Nuovi anche i porta pedane in pressofusione di alluminio. Tanti piccoli interventi di affinamento, quindi, per estetica e comfort della nuova Ducati Scrambler Icon targata 2019. Per quanto riguarda invece la ciclistica, semplice, ma efficace fin dal suo debutto, è stata confermata, con sapienti affinamenti, anche in questo caso. Sono state riviste le tarature delle sospensioni, per garantire un buon comfort, sia su strade cittadine, che su quelle bianche, ma la vera novità più importante, è quella del debutto del sistema ABS Bosch di tipo Cornering, che assicura un controllo totale in caso di frenata a moto piegata, ottimizzando e riducendo gli spazi necessari e, con essi, riducendo anche il rischio di caduta.

Ducati_Scrambler_Icon_2019_prova_su_strada_2018_033
Piccolo, compatto e soprattutto “desmodromico”, il cuore bicilindrico a “L” della Scrambler, 2 valvole, raffreddato ad aria e olio e con una cilindrata di 803 cc, è capace di 73 cavalli, con una coppia di 67 Nm. Le novità riguardano i carter, più leggeri, oltre che coperchi frizione e alternatore in alluminio, mentre è naturalmente omologato Euro 4. Saliti in sella scopriamo la nuova Scrambler sulle magnifiche strane della provincia di Siena. Inseriamo la prima e partiamo per questo itinerario fatto di curve e tornanti. Il manubrio largo dà subito una gradevole sensazione di controllo, insieme alla sella non molto alta da terra, ora rivista e ancora più bassa. Confermata l’ottima triangolazione sella-pedane-manubrio, i nuovi comandi migliorano invece l’ergonomia, grazie anche alle leve regolabili. Si confermano le ottime doti di agilità della Scrambler Icon, anche su queste strade tortuose. Degna di nota la frizione idraulica, con sistema antisaltellamento. Morbida alla leva e con un cambio ben manovrabile, in perfetto stile Ducati. La ciclistica consente di sottolineare e mettere in luce tutte le particolarità di questa moto, che si conferma divertente e facile, sia per un pubblico maschile, ma anche per quello femminile. La Scrambler è “un giocattolo”, che trasmette la sensazione di averla guidata da sempre e che si fa guidare senza sforzi da tutti. Anche il motore ha una erogazione omogenea e senza picchi, sia per i più esperti delle due ruote.

Ducati_Scrambler_Icon_2019_prova_su_strada_2018_007

Coppia e potenza sono infatti “giusti”, l’ideale per non spaventare, ma senza diventare una moto noiosa, anzi. Come forse direbbe lo chef Cannavacciuolo in cucina, è un mix perfetto tra tradizione e modernità che si amalgama in termini di fruibilità e piacere. A proposito, la facilità di guida e il peso moderato, stiamo parlando di 185 kg in ordine di marcia, permettono di correggere eventuali errori di ingresso curva, semplicemente spostando il peso del corpo e sfiorando leggermente i freni. Proprio parlando di frenata, la Scrambler offre una buona modulabilità, mentre la novità del Cornering ABS mette ulteriormente al sicuro dalle insidie di un asfalto non perfetto, anche in curva. Sul fronte sospensioni, dal nostro punto di vista, rispetto alla versione precedente, sono migliorate molto. Se pur cambiate di poco, ora riescono a non far avvertire le asperità del manto stradale e garantiscono un ottimo filtraggio, anche nella guida offroad. In conclusione, la Scrambler Icon si conferma una moto facile, divertente e ben fatta, che migliora nei dettagli e si affina, per risultare ancor più gradevole ed appagante. Un difetto? Difficile trovarne di importanti, forse l’unico è il calore che arriva dal motore, lato scarico, ma tenendo conto della giornata molto calda del nostro primo contatto, normalmente potrebbe farsi notare di meno. La nuova Ducati Scrambler Icon 2019 è proposta ad un prezzo di 8.990 franco concessionario ed è disponibile sia nel classico colore “’62 Yellow”, che nel nuovo “Atomic Tangerine”, con telaio nero e sella nera con cornice grigia. Sarà in vendita già dal prossimo mese di ottobre.

Abbigliamento del tester:
Casco: Caberg Ghost
Giacca: OJ Garage Man, 4 stagioni
Guanti: OJ Spin Black/Yellow Fluo
Scarpe: OJ Sneaker Move
Jeans: OJ Friction Man 4 stagioni

Ducati Scrambler 800 Icon 2019: la Joyvolution di una storia nata nel 1962 [VIDEO PROVA SU STRADA]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Prove su Strada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati