WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 9
            [user_login] => matteopozzi
            [user_pass] => $P$BkK9ercUi9RBCszF1ii09dBg/zcH7g.
            [user_nicename] => matteopozzi
            [user_email] => m.pozzi@motorionline.com
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2013-05-03 14:59:50
            [user_activation_key] => 
            [user_status] => 0
            [display_name] => Matteo Pozzi
        )

    [ID] => 9
    [caps] => Array
        (
            [editor] => 1
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
            [0] => editor
        )

    [allcaps] => Array
        (
            [moderate_comments] => 1
            [manage_categories] => 1
            [manage_links] => 1
            [upload_files] => 1
            [unfiltered_html] => 1
            [edit_posts] => 1
            [edit_others_posts] => 1
            [edit_published_posts] => 1
            [publish_posts] => 1
            [edit_pages] => 1
            [read] => 1
            [level_7] => 1
            [level_6] => 1
            [level_5] => 1
            [level_4] => 1
            [level_3] => 1
            [level_2] => 1
            [level_1] => 1
            [level_0] => 1
            [edit_others_pages] => 1
            [edit_published_pages] => 1
            [publish_pages] => 1
            [delete_pages] => 1
            [delete_others_pages] => 1
            [delete_published_pages] => 1
            [delete_posts] => 1
            [delete_others_posts] => 1
            [delete_published_posts] => 1
            [delete_private_posts] => 1
            [edit_private_posts] => 1
            [read_private_posts] => 1
            [delete_private_pages] => 1
            [edit_private_pages] => 1
            [read_private_pages] => 1
            [NextGEN Upload images] => 1
            [NextGEN Manage gallery] => 1
            [NextGEN Manage others gallery] => 1
            [NextGEN Manage tags] => 1
            [NextGEN Edit album] => 1
            [NextGEN Gallery overview] => 1
            [NextGEN Use TinyMCE] => 1
            [editor] => 1
        )

    [filter] => 
    [site_id:WP_User:private] => 1
)

TomTom Rider 550: Viaggiare senza stress, in modo più sicuro e con maggior comfort [5 COSE DA SAPERE – EPISODIO 3]

Terzo episodio del #5CosedaSapere in cui andiamo ad analizzare l’importante impatto in termini di sicurezza e comfort dell’utilizzo del nuovo TomTom Rider 550. La tecnologia che aiuta a concentrarsi di più, anziché essere fonte di distrazione

Un sistema intelligente e che ben si integra con la moto, può permetterci di avere tutto sotto controllo, evitando soluzioni improvvisate, potenzialmente pericolose

A qualcuno potrebbe sembrare un aspetto marginale, in realtà il terzo dei cinque punti del nostro racconto sul nuovo TomTom Rider 550, è centrale anche concettualmente. Tutto quello che vi abbiamo raccontato in precedenza e quanto sarà oggetto degli ultimi due capitoli, ha un fattore comune legato alla sicurezza. Si definisce sicurezza attiva, perché è quella che serve a prevenire gli incidenti. Come? Mettendo chi guida in condizioni di comfort e riducendo le fonti di distrazione, avendo invece tutto sotto controllo ed una miriade di informazioni a disposizione, senza dover distogliere lo sguardo dalla strada e senza spostare le mani dal manubrio.

Informazioni che aiutano a guidare meglio
Uno sguardo allo schermo e sai cosa ti aspetta dietro una curva, già questo, su strade che non si conoscono, è un gran bell’aiuto, utile ad evitare di “piombare” su una curva a velocità troppo elevata. Quello che il Rider 550 è in grado di fare è però ben di più. Abbiamo citato in precedenza TomTom Traffic e la segnalazione degli Autovelox, anche in questo caso si tratta di sistemi che anticipano qualcosa che ci porterà probabilmente ad una potenziale frenata, aumentando tempi e distanze per ridurre la velocità. Le tante informazioni presenti sullo schermo e sempre ben visibili, oltre ad alcune segnalazioni di tipo audio, se utilizziamo anche un bluetooth nel casco, sono quindi fondamentali per concentrarsi di più mentre si guida, nella consapevolezza che non occorre “andare a cercare” le informazioni monitorando cartelli ed altro, ma che sarà il Rider a farlo per noi, riportando tutte le informazioni in un unico punto ed in modo ben fruibile.

La strada giusta, in tutti i sensi e in tutto relax, quindi in sicurezza
TomTom_Rider550_5cosedasapere_2018_08

Vi siete mai resi conto di quanto la vostra guida diventi pericolosa mentre cercate con lo sguardo qualcosa? Provate a percorrere una strada poco trafficata magari, per evitare rischi eccessivi, e cercate un numero civico o l’insegna di un negozio. Vedrete che, nella migliore delle ipotesi, finirete per procedere a scatti e, in molti casi, anche ondeggiando un poco a destra e sinistra. Ecco, questo vi può far capire l’utilità, in funzione della sicurezza, di uno strumento che non solo vi porta a destinazione senza dovervi distrarre, ma che lo può fare in modo intelligente per un motociclista. Quante volte vi siete persi, magari semplicemente dovendo tornare indietro per cambiare strada, cercando di ripercorrere un itinerario di quelli che portano sulle “curve giuste”? I cartelli stradali indicano la direzione, raramente sono utili a scegliere la strada più appagante da percorrere in moto. E poi alcuni si saranno persi dei magnifici paesaggi, perché concentrati a ricordarsi dove andare, cosa che con un aiuto come quello del TomTom Rider 550 diventerà solo un ricordo. Che si voglia alzare l’andatura e guidare in modo sportivo, oppure godersi i paesaggi rilassandosi più tranquillamente, il vantaggio che infonde il sapere che possiamo liberare la mente dal pensiero di dove andare e di quale strada scegliere, è qualcosa di intangibile, ma di impatto certamente importante sulla esperienza di guida. Essere a proprio agio è poi fondamentale per alzare il livello di sicurezza, ancor più di altri fattori.

Navigatore e unico device per gestire telefono e vivavoce, riducendo fonti di distrazione
TomTom_Rider550_5cosedasapere_2018_01

TomTom Rider 550 significa utilizzare la moto in modo più sicuro e rilassante, anche perché non occorre pensare a quella telefonata importante che vi deve arrivare, o a quel messaggio che state aspettando. Notifiche e telefonate in ingresso vengono visualizzate sullo schermo del Rider, sarà quindi possibile risponder alla chiamata, in tutta sicurezza, oppure fermarsi, prendere il telefono, leggere e rispondere ad un messaggio, ad una mail o altro. Come detto nell’episodio precedente infatti, il Rider può essere configurato per riportare anche notifiche di applicativi come Facebook e tante altre, oltre che SMS, messaggi Whatsapp mail e via discorrendo. Uno smartwach, che fa in parte questo tipo di “lavoro”, richiede però una distrazione decisamente più elevata, perché occorre levare una mano dal manubrio e spostare lo sguardo ben più lontano da dove dovrebbe stare, mentre lo schermo del TomTom è appena più in basso della strada, a livello visivo.

Gustarsi al meglio il tempo trascorso in sella, senza soluzioni improvvisate
TomTom_Rider550_5cosedasapere_2018_10

Tornando al confronto tra cellulare usato come navigatore e TomTom Rider 550, con cui abbiamo iniziato il viaggio tra le #5CosedaSapere, emerge evidente in termini di sicurezza che, non dover inventare soluzioni di emergenza sia un fattore importante. Il Rider 550 è poi collegato alla batteria della moto, anche se resta utilizzabile con quella interna (per circa 4 ore), così non occorre preoccuparsi nemmeno della ricarica o accenderlo o spegnerlo quando si sale in sella. Lo farà in automatico, insieme alla moto. Il sistema di fissaggio é frutto della partnership con il leader di mercato, la americana Ram Mounts, che produce supporti per auto, moto e molto altro. Quello sviluppato per TomTom Rider è semplice e veloce da installare, consente di posizionarlo e di sfilarlo con un gesto quando si sale e scende dalla moto, ma si può optare per lasciare il navigatore sempre sul manubrio, magari dotandosi dell’opzionale e comodo sistema antifurto, che trovate incluso nel Premium Pack, con cui può essere acquistato il Rider 550 (499.90 euro anziché 399.90, ma con custodia per il trasporto, supporto da auto, oltre all’antifurto).

Il nostro #5CosedaSapere vi dà appuntamento agli ultimi due episodi, che vi parleranno degli aggiornamenti a vita, anche via Wi-Fi e di TomTom Road Trips, per scoprire nuovi itinerari.

Potete trovare ulteriori informazioni sul sito e scoprire la lista dei negozi più vicini a voi al seguente link.

TomTom Rider 550: Viaggiare senza stress, in modo più sicuro e con maggior comfort [5 COSE DA SAPERE – EPISODIO 3]
5 (100%) 6 votes
Leggi altri articoli in #5cosedasapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

#5cosedasapere

TomTom Rider 550: non solo navigatore [5 COSE DA SAPERE – EPISODIO 2]

Il secondo episodio del #5CosedaSapere vi svela alcune caratteristiche del nuovo TomTom Rider 550, che ne fanno qualcosa di più completo di un semplice navigatore. Colloquia con il cellulare, può fare da lettore audio, ma non solo
Abbiamo iniziato il nostro racconto raccontandovi i tanti motivi per cui uno smartphone non può fare le stesse cose del