Confindustria ANCMA: settembre da record per le due ruote, +6,7%

In calo solo il segmento dei cinquantini che ha registrato una flessione del +3,1%

Il dato progressivo del mercato delle due ruote a motoreda gennaio a settembre 2018 totalizza 202.176 veicoli, +3,1% rispetto allo stesso periodo del 2017
Confindustria ANCMA: settembre da record per le due ruote, +6,7%Confindustria ANCMA: settembre da record per le due ruote, +6,7%

Continua il momento positivo del mercato delle due ruote che ha visto chiudere il mese di settembre con un deciso segno più (gatta eccezione per i cinquantini). Negli ultimi 30 giorni sono stati immatricolati 17.515 veicoli motorizzati a due ruote, superiori a 50cc, con una crescita pari al +6,7%. Solo 1.696 i 50cc registrati con un decremento pari al -22,5%. Il dato progressivo del mercato delle due ruote a motore (moto e scooter immatricolati e veicoli 50cc) da gennaio a settembre 2018 totalizza 202.176 veicoli, +3,1% rispetto allo stesso periodo del 2017

I dati di Confindustria ANCMA

A fronte di un totale di 17.515 immatricolazioni pari al +6,7%, si registra un andamento in crescita delle moto che con 6.371 unità arrivano a un +8,2%, mentre gli scooter, pur con volumi più importanti, pari a 11.144 pezzi realizzano un +5,9% rispetto ai volumi del settembre 2017. I 50cc con 1.696 registrazioni mostrano una significativa flessione pari al -22,5%. Settembre pesa circa l’8% del totale vendite dell’anno.
Il mercato con il mese di settembre consolida il trend di crescita dell’ultimo trimestre, ma ciò che è più importante è il dato progressivo che conferma la striscia positiva in atto già da 4 anni. Dobbiamo ancora lavorare molto in questa direzione per tornare ai volumi di 10 anni fa. La congiuntura economica presenta ancora molte incertezze e l’aumento del debito pubblico annunciato con la prossima manovra non può non preoccupare se non collegato ad investimenti per la crescita – afferma Andrea Dell’Orto, presidente di Confindustria ANCMA, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) – Il nostro settore sostiene la ripresa e tutto il comparto si aspetta di giocare un ruolo determinante nell’ambito della mobilità urbana sostenibile. Gli investimenti dedicati all’innovazione dei veicoli dimostrano la volontà di sviluppo che contraddistingue le nostre aziende. Ora attendiamo che anche le decisioni politiche, in merito ai temi che abbiamo indicato nel nostro libro bianco sulla mobilità, siano coerenti consentendo lo spazio di crescita che ci compete e favorendo l’utilizzo responsabile delle 2 ruote, che coinvolgono oltre 8.600.000 utenti. Nel frattempo la prossima edizione di EICMA a novembre si annuncia con premesse più che positive e le novità che saranno presentate agli appassionati non mancheranno di suscitare l’interesse e l’entusiasmo nei confronti di moto e scooter“.

Le vendite da gennaio a settembre totalizzano 186.281 immatricolazioni di veicoli over 50cc pari al +5,1% rispetto all’anno scorso; di cui 106.934 scooter pari al +1,9% e 79.347 moto con un’accelerazione del +9,7%. I “cinquantini” invece con 15.895 pezzi presentano un deficit di volumi pari al -15,6%. La somma totale del mercato delle 2 ruote (immatricolato + 50cc) da gennaio a settembre arriva a 202.176 veicoli pari al +3,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Analizzando le diverse cilindrate emerge la leadership del segmento degli scooter 125cc con 39.233 pezzi e un significativo +10,5%; seguono i veicoli tra 300-500cc con 38.115 pezzi pari al +2,8%. Al terzo posto troviamo gli scooter da 150-250cc con 20.108 vendite in flessione del -8,5%. Analogo il risultato per i maxiscooter oltre 500cc, con 9.478 immatricolazioni e un -8,9%.

Passando alle moto le 800-1000cc con 21.754 unità restano le più vendute nonostante un lieve calo del -3%. Seguono da vicino le cilindrate superiori ai 1000cc con 20.712 pezzi e un +5,5%. Anche le cilindrate tra 650 e 750cc scendono di poco con 12.912 moto pari a un -1,2%. Il miglior risultato lo realizzano le 300-600cc con 13.201 pezzi pari a un eccezionale +56,4%; crescono i modelli da 150 a 250cc con 2.008 pezzi totalizzando un +5,2%. Notevole anche il successo delle 125cc che con 8.756 moto registrano un +28,4%. L’andamento dei segmenti vede prevalere le naked con 31.128 unità pari al +13,1%, al secondo posto le enduro stradali con 25.561 pezzi e un +12,4%. Seguono più distanziate le moto da turismo con 10.323 immatricolazioni, stabili +0,4%; positive le custom con 4.893 vendite e un +4,9%; vanno meglio le sportive con 4.107 moto in aumento di un +8,6%; infine ferme le supermotard con 2.526 moto e un +0,1%.

Confindustria ANCMA: settembre da record per le due ruote, +6,7%
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Guide e utilità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati