WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 28
            [user_login] => Fabio Manara
            [user_pass] => $P$BYGn1Tea.GV9ShrYG.DihMTUGUWcoz1
            [user_nicename] => fabio-manara
            [user_email] => fmanara83@gmail.com
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2017-09-04 13:25:45
            [user_activation_key] => 
            [user_status] => 0
            [display_name] => Fabio Manara
        )

    [ID] => 28
    [caps] => Array
        (
            [editor] => 1
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
            [0] => editor
        )

    [allcaps] => Array
        (
            [moderate_comments] => 1
            [manage_categories] => 1
            [manage_links] => 1
            [upload_files] => 1
            [unfiltered_html] => 1
            [edit_posts] => 1
            [edit_others_posts] => 1
            [edit_published_posts] => 1
            [publish_posts] => 1
            [edit_pages] => 1
            [read] => 1
            [level_7] => 1
            [level_6] => 1
            [level_5] => 1
            [level_4] => 1
            [level_3] => 1
            [level_2] => 1
            [level_1] => 1
            [level_0] => 1
            [edit_others_pages] => 1
            [edit_published_pages] => 1
            [publish_pages] => 1
            [delete_pages] => 1
            [delete_others_pages] => 1
            [delete_published_pages] => 1
            [delete_posts] => 1
            [delete_others_posts] => 1
            [delete_published_posts] => 1
            [delete_private_posts] => 1
            [edit_private_posts] => 1
            [read_private_posts] => 1
            [delete_private_pages] => 1
            [edit_private_pages] => 1
            [read_private_pages] => 1
            [NextGEN Upload images] => 1
            [NextGEN Manage gallery] => 1
            [NextGEN Manage others gallery] => 1
            [NextGEN Manage tags] => 1
            [NextGEN Edit album] => 1
            [NextGEN Gallery overview] => 1
            [NextGEN Use TinyMCE] => 1
            [editor] => 1
        )

    [filter] => 
    [site_id:WP_User:private] => 1
)

Piaggio Medley Special Edition 150: ruote alte per scappare in velovità dal traffico [PROVA SU STRADA]

Disponibile con i-get 125 e 150, entrambi dotati di sistema start & stop

La versione 125 ha una potenza di 12 cavalli, mentre il 150 arriva a 15, abbastanza per essere sfruttati al meglio nell’utilizzo in città e non solo

Piaggio Medley Special Edition 150 – Due anni fa Piaggio ha assestato l’ennesimo colpo importante nella quotidiana sfida tra gli scooter a ruota alta lanciando sul mercato il Piaggio Medley. Dopo averlo scoperto in anteprima (qui il link all’articolo) e nella versione 125 (qui la nostra prova), saliamo ora in sella ad un 150 nell’allestimento Special Edition, la versione top level dell’ormai famoso Medley, lo scooter facile, che si frappone tra Liberty e Beverly. Un allestimento questo particolarmente ricco e con tanta tecnologia. Il Medley si conferma invece capace di unire i vantaggi di un ruota alta leggero con il comfort e la dotazione di uno scooter di classe superiore. Il Medley Special Edition è disponibile in due motorizzazioni i-get 125 e 150 cc, entrambi a iniezione elettronica, raffreddati a liquido e con distribuzione a 4 valvole. Tra le chicche non possiamo non citare il sistema start & stop, l’ABS, i fari a LED ed una capacità di carico di categoria superiore.

Estetica e finiture:

Voto: ★★★★☆ 

Ha debuttato ad Eicma e lo Special Edition è rigorosamente Grigio Titanio Opaco
Piaggio_Medley_150_Special_Edition_4

La versione a nostra disposizione è denominata Medley Special Edition 150 e va ad affiancare Medley e Medley S. Con le due cilindrate, dal 2018 sono quindi ben 6 le combinazioni disponibili. Lo “Special Edition” avevamo avuto modo di conoscerlo alla scorsa edizione di Eicma. Si tratta di una personalizzazione estetica, tanti i dettagli che vanno a giustificare la fama di “speciale”, a partire dai baffi blu che impreziosiscono l’elegante livrea Grigio Titanio Opaca o i tanti dettagli in carbon look. I dettagli blu si notano anche alle cuciture sulla sella e sui grintosi cerchi ruota verniciati nero lucido. A un primo sguardo il Medley Special Edition si fa apprezzare per le sue linee filanti e snelle, oltre che da uno sguardo che attira l’occhio degli appassionati grazie ai due elementi laterali, oltre al grande faro centrale incastonato nel piccolo cupolino, che sottolinea l’anima sportiva di questo ruote alte. Tanta leggerezza non significa però dover rinunciare alla comodità, anzi. Il vano sottosella ha una capacità di ben 30 litri e può contenere due caschi (meglio se i Piaggio Style), mentre nella parte anteriore sono presenti diversi vani che possono ospitare tutti quegli oggetti da avere a portata di mano. I piedi sono comodamente alloggiati su una pedana dotata di tappetino antiscivolo, con le gambe al riparo dall’aria in eccesso e dalle turbolenze.

Motore e prestazioni:

Voto: ★★★★☆ 

Scattante e con la potenza giusta
Piaggio_Medley_150_Special_Edition_13

Il Piaggio Medley ha segnato l’esordio nella gamma del marchio italiano della nuova famiglia di motori denominata i-get, disponibili nelle cilindrate 125 e 150 cc, a iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e raffreddamento a liquido. Ma non solo. Ha fatto il suo esordio, infatti, anche il nuovo sistema Start & Stop brevettato da Piaggio e denominato RISS (Regulator Inverter Start & Stop System) che prevede l’eliminazione del classico motorino di avviamento, sostituito da un motore brushless “direct mount”, ovvero installato direttamente sull’albero motore. Il sistema (disinseribile con un tasto) permette lo spegnimento automatico del motore (passati dai 3 ai 7 secondi dall’arresto) qualora il motore abbia o meno raggiunto la corretta temperatura di esercizio. Un colpo di gas e il motore riparte, con un ritardo davvero inavvertibile (quantificabile in qualche decimo di secondo). Oltre a questo, il sistema di avviamento privo di ingranaggi e del classico motorino garantisce partenze perfette e silenziose, anche a veicolo freddo. La versione 125 ha una potenza di circa 12 cavalli, erogati a 8.250 giri, mentre il 150 arriva a 15 cavalli a 7.750 giri, abbastanza per essere sfruttati al meglio nell’utilizzo in città e per garantire un discreto allungo anche in un contesto extraurbano o in autostrada. Tutti terreni ideali per il Medley Special Edition 150, che al semaforo non teme confronti nemmeno con scooter con cilindrate e potenze maggiori e, anche quando c’è da aprire il gas, si fa rispettare. Soprattutto per le qualità della sua ciclistica, strettamente imparentata con quella del fratello maggiore Beverly.

Guida e maneggevolezza:

Voto: ★★★★★ 

Telaio estremamente sportivo, uno dei migliori ruote alte sul mercato
Piaggio_Medley_150_Special_Edition_9

Se fino ad ora abbiamo parlato di estetica, look e della tecnica del moderno motore i-get, è arrivato il momento di accendere il mezzo in prova e analizzare la sostanza. Diciamo subito che qualsiasi esame è più che superato. Il telaio a “monoculla bassa” realizzato in tubi di acciaio, con rinforzi tubolari e in lamiera di acciaio, regala subito una sensazione di grande robustezza generale, mantenendo uno scavalco basso e comodo, ma soprattutto di grande agilità e stabilità. L’impianto frenante è composto da due unità a disco da 260 e 240 mm con pinze flottanti a doppio pistoncino, dotato di serie di sistema antibloccaggio ABS. Ciascuna ruota è dotata di un sensore e una ruota fonica per il rilevamento giri che misura istantaneamente velocità e decelerazione della stessa rispetto a quella del veicolo. I sensori dialogano con una centralina idraulica a due canali che attiva il sistema ABS, qualora una delle due ruote deceleri bruscamente rispetto al veicolo, scongiurando il bloccaggio e garantendo stabilità ed una frenata efficiente anche su fondi a basso coefficiente d’attrito. All’avantreno è presente una forcella con steli da 33 mm di diametro, mentre sul posteriore è montata una coppia di ammortizzatori a doppio effetto e molle elicoidali con precarico regolabile su 5 posizioni, perfetti con i grandi cerchi (da 16” all’anteriore e da 14” al posteriore) realizzati in lega di alluminio con un elegante disegno a sei razze sdoppiate. I pneumatici sono 100/80 all’anteriore e da 110/80 al posteriore. Il peso è di 132 kg a secco. Questa cura costruttiva ha permesso di avere un mezzo agile tra le vetture in coda, ma sorprendentemente stabile nei curvoni da tangenziale. Il Medley garantisce da subito la corretta posizione di guida, mentre via via che gli si prendono le misure si inizia a guidarlo in modo più sportivo, proprio per le sue inattese doti a livello di ciclistica. Siamo alla guida di uno scooter di cilindrata medio piccola e qualcuno potrà sorridere, ma la sensazione è che, nelle mani giuste, con questo scooter si può stare al passo con una moto, ad esempio su una strada di montagna. Quanto infine alla protezione aerodinamica, anche senza parabrezza l’aria che arriva al busto non è mai eccessiva (almeno in città) e le braccia non si affaticano, nemmeno dopo l’ennesimo slalom. Per chi ne voglia fare un uso prettamente extraurbano è invece consigliato adottare uno dei parabrezza opzionali.

Prezzo e consumi:

Voto: ★★★★☆ 

Parco e con un prezzo concorrenziale, anche per il top di gamma
Piaggio_Medley_150_Special_Edition_15

Il prezzo, franco concessionario, del Medley Special Edition 150 è di 3.640 euro (ovviamente IVA inclusa), identico a quello dell'”S”, mentre si risparmiano 150 scegliendo il 150 “base”. Per chi opti per il 125, che ricordiamo si può guidare anche con la sola patente b, si parte da 200 euro in meno, con un prezzo d’accesso di 3.290. Offre, di serie, una dotazione già completa di tutto quello che si può chiedere a uno scooter, ma è possibile impreziosirlo ulteriormente con una ricca serie di accessori, che vanno dal sistema antifurto meccanico sella-manubrio, all’innovativo antifurto elettronico, autoalimentato e caratterizzato dal più contenuto assorbimento energetico sul mercato, che aggiunge il deterrente dell’immobilizer e di una potente sirena contro qualsiasi tentativo di manomissione. Su Medley è possibile installare contemporaneamente il bike finder (per ritrovare velocemente il proprio mezzo nelle zone più affollate e comandare dal telecomando l’apertura sella), il Piaggio Sound System (sistema di riproduzione sonora delle informazioni, indicazioni di viaggio o musica, attraverso l’utilizzo del corpo del veicolo come diffusore) ed il Piaggio Multimedia Platform, l’esclusiva piattaforma multimediale di Piaggio, che permette di connettere via bluetooth il proprio smartphone al Medley, ottenendo così una ulteriore ed eccezionalmente ricca serie di informazioni sul tragitto fatto e sullo stato di funzionamento del mezzo, oltre ad un comodo sistema di geolocalizzazione, che agevola il ritrovamento dello scooter nelle aree più caotiche delle città. La casa dichiara nella percorrenza su ciclo WMTC, 45,9 km/l per il Medley 150 e 55 grammi di CO2 per ogni Km percorso (47,5 Km/l per il Medley 125). Nel nostro test non abbiamo mai visto scendere il dato sotto ai 30 Km/l, anche con una guida al limite delle possibilità del motore, mentre con un uso più attento è facile andare verso i 40 con un litro di carburante, davvero niente male!

PRO E CONTRO
Ci piace:
Maneggevolezza e guida al top dei ruote alte, cura dei particolari, spunto al semaforo
Non ci piace:
Risposta un po’ rigida delle sospensioni posteriori

Marca e modello MY2018: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★☆ 
Maneggevolezza:★★★★★ 
Cambio e trasmissione:★★★★☆ 
Frenata:★★★★½ 
Sospensioni:★★★★½ 
Guida:★★★★★ 
Comfort pilota:★★★★☆ 
Comfort passeggero:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★½ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Linea:★★★★☆ 
Consumi:★★★★½ 

Abbigliamento del tester:
Guanti: Tucano Urbano Aero Touch
Giacca: Tucano Urbano Task
Pantaloni: Tucano Urbano Genova Gag
Scarpe: Xpd X-ZERO H2OUT
Casco: LS2 Twister OF573

Piaggio Medley Special Edition 150: ruote alte per scappare in velovità dal traffico [PROVA SU STRADA]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Prove su Strada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati