Francesco Agnoletto: “Motor Bike Expo è la fiera dedicata ai motociclisti” [FOTO]

L'evento organizzato a Verona apre i battenti oggi e si potrà visitare fino a domenica 21 gennaio

Per gli appassionati un'opportunità eccezionale per incontrare i protagonisti di questo settore e ammirare da vicino pezzi unici e di assoluto valore tecnico e creativo provenienti da tutto il mondo

Motor Bike Expo conferma il suo autentico valore internazionale portando a Verona i più importanti nomi del custom. Per gli appassionati un’opportunità eccezionale per incontrare i protagonisti di questo settore e ammirare da vicino pezzi unici e di assoluto valore tecnico e creativo provenienti da tutto il mondo, concentrati in un unico luogo.

Moto nel senso più ampio del termine, quindi prestazioni, arte, particolari tecnici, abbigliamento e accessori. Insomma, davvero tutto, per una kermesse che nei suoi dieci anni di storia ha saputo prima confermasi e poi crescere ancora e diventare un punto di riferimento del settore, come sottolinea l’organizzatore Francesco Agnoletto: “Questa è una fiera nata per il motociclista perché voluta da me che amo le moto e appena posso le utilizzo. Per me il motociclista è chiunque vada su due ruote. Non è la moto che fa il motociclista, ma il contrario. Si può fare motorismo anche con una Vespa“.

Motor Bike Expo_Verona_24

In questa edizione si trova un po’ di tutto – ha aggiunto -. Dal custom alle cafè racer, il cuore della personalizzazione della moto, passano per le moto da pista, da cross, da enduro. Ci sono moto per tutti i gusti. Ci siamo concentrati anche sul mondo del fuoristrada e del turismo fuoristrada perché è un settore che ha bisogno di visibilità e noi abbiamo voluto dargli una visibilità importante. Tra le novità di questa edizione c’è stata l’apertura anticipata di un giorno: era una scommessa e posto di poter dire che l’abbiamo vinta stando a vedere le tante persone accorse già oggi. Ci saranno tanti ospiti in questi quattro giorni e quindi ci sarà da divertirsi“.

Cosmopolita è anzitutto la giuria della prima edizione di MBE Award, premio per la migliore moto in mostra, composta da Danny Schneider (Svizzera) di Hardnine Choppers, Go Takamine (Giappone) di Brat Style, dal fotografo Michael Lichter (USA) e da Zach Ness (USA). Quest’ultimo, nipote di Arlen e figlio di Cory Ness, rappresenta la terza generazione della celebre dinastia di customizzatori. Insieme a loro, come guest star, Rocco Siffredi, intenditore, collezionista e grande appassionato di moto. Da Abu Dhabi, Custom Show Emirates espone le migliori special del Medio Oriente, mentre bikerlab.com, nuovo marketplace dedicato alla personalizzazione, ospita il taiwanese Winston Yeh di Rough Crafts. Suryanation Motorland porta il meglio della produzione indonesiana in fatto di talento e originalità. A proposito di Estremo Oriente, da non perdere “The Art of Kustom”, l’esibizione dal vivo dei migliori artisti della decorazione provenienti da Thailandia, Taiwan e Giappone organizzata in collaborazione con 70’s Helmets. Giudice d’eccezione sarà Kirk Taylor (USA) di Custom Design Studios. Nel padiglione 4, l’autorevole blog Pipeburn (Australia), presenta una selezione di special approdate da ogni parte del pianeta. Ci riporta in Europa lo spazio “Spanish Bike Scene” nel padiglione 3, dove Eliot Iron Magazine (Spagna) ha riunito le novità delle officine iberiche come Hell’s Kitchen Garage, Valtoron e Bolt Motor Company. Sempre al pad. 3 è esposta in anteprima la nuova Special di Rocket Bobs Cycle Works (Gran Bretagna). Verona è una seconda casa anche per i maestri del custom tedesco Fred Kodlin e Marcus Walz, che non hanno certo bisogno di presentazioni.

Leggi altri articoli in Motor Bike Expo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati