Vins ad EICMA con due modelli: Duecinquanta e Duecinquanta Competizione

Entrambe le versioni hanno un telaio monoscocca portante in fibra di carbonio e motore due tempi ad iniezione elettronica

La potenza del propulsore al momento non è definita e verrà resa nota con l’immisione sul mercato nel 2018
Vins ad EICMA con due modelli: Duecinquanta e Duecinquanta CompetizioneVins ad EICMA con due modelli: Duecinquanta e Duecinquanta Competizione

Vins – L’edizione 2017 di EICMA porta altre due novità in casa Vins: Vins Duecinquanta e Vins Duecinquanta Competizione. Entrambe le moto godono di soluzioni tecniche innovative, mai viste tutte insieme su un’unica motocicletta, dal telaio monoscocca portante in fibra di carbonio al motore due tempi ad iniezione elettronica. Anche dal punto di vista ciclistico non mancano le novità: la sospensione anteriore si avvale di un sistema a doppio braccio con monoammortizzatore, mentre al posteriore è previsto un monoammortizzatore posizionato trasversal- mente a doppia attuazione.

Tutte queste caratteristiche rendono il prodotto offerto assolutamente esclusivo: la produzione, in serie limitata, è prevista per il 2018; una parte di essa è costituita da esemplari già preordinati dai futuri proprietari.
La Vins Duecinquanta, in versione stradale, costituisce il punto di ingresso alla gamma avvalendosi di un peso in ordine di marcia che già costituisce un assoluto punto di riferimento per le moto di pari cilindrata e pari categoria: soli 95 Kg. La potenza del motore al momento non è definita e verrà resa nota con l’immisione sul mercato.

La Vins Duecinquanta Competizione è votata alla pura performance: in questo caso il peso in ordine di marcia non supera i 90 Kg, mentre lo stesso valore vale per la cavalleria ottenendo così un rapporto peso/potenza pari a 1. La filosofia che sta alla base di ogni modello e versione riguarda la ricerca assoluta della leggerezza, dell’efficenza e dell’efficacia su strada ed in pista, per garantire all’utente finale un divertimento continuo che non prevede affaticamento. Ad ogni imput del pilota corrisponde una pronta reazione del mezzo secondo quanto desiderato, rendendo le moto istantanee nelle risposte, comunque sempre sincere nonchè sicura in ogni situazione.

Leggi altri articoli in EICMA 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Eventi

EICMA 2020: un evento possibile?

In tabella tra 5 e 8 novembre
Sul portale di EICMA, l’importante esposizione milanese dedicata al variegato mondo delle due ruote, i giorni previsti restano quelli indicati