WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 13
            [user_login] => Alberto Lattuada
            [user_pass] => $P$BkdROj2EpeazSWOS1UHNlABN6gXVW61
            [user_nicename] => alberto-lattuada
            [user_email] => info@maneki.it
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2014-08-27 14:11:25
            [user_activation_key] => $P$BRVdLjTVwzINf4BkUxtT.QilbbIEW4.
            [user_status] => 0
            [display_name] => Alberto Lattuada
        )

    [ID] => 13
    [caps] => Array
        (
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
        )

    [allcaps] => Array
        (
        )

    [filter] => 
)

Guido Briocchi in viaggio con KYMCO Agility Carry 125

Per 10.000 km in Sud America

Guido Briocchi in viaggio con KYMCO Agility Carry 125Guido Briocchi in viaggio con KYMCO Agility Carry 125

Ride the Change – L’ampia gamma Agility comprende anche la versione Carry. Un veicolo dalle mille potenzialità, destinato alle maggiori attività professionali perché la sua caratteristica principale è l’ampia potenzialità di carico. Agility Carry è senza rivali nell’attuale panorama dei veicoli a due ruote per capacità di carico, infatti dispone di ben tre aree di supporto: un portapacchi anteriore, l’ampia pedana piatta e il robusto portapacchi posteriore.

Anche Guido Briocchi, uomo dalle grandi risorse, ha visto in Agility Carry 125 un ottimo compagno di viaggio per la sua impresa che prevede ben 10.000 km con partenza dall’Argentina e arrivo in Ecuador. “Questo viaggio nasce dalla necessità di fare qualcosa di diverso: la grande difficoltà oggi nelle persone è proprio quella di darsi la possibilità di cambiare. Io stesso ho rimandato questo viaggio per 25 anni, fino a che ho compreso che controllare tutto è impossibile e che la nostra mente ci mente per giustificare la nostra paura di sperimentare.” ha detto Guido Briocchi. “Così ho iniziato a concedermi il cambiamento. Nel 2013 sono rimasto senza macchina e per raggiungere i luoghi dove dovevo lavorare non sempre il treno era la soluzione migliore. Mio fratello mi ha regalato il suo scooter 125 per risolvere temporaneamente il problema (non serve la patente A).”

All’inizio avevo timore a spingermi troppo lontano da casa, fino a che in un solo giorno ho fatto 398 km. Ogni volta che mi presentavo in luoghi sempre più lontani per fare una normale giornata di lavoro, amici e committenti mi prendevano per matto.. Oggi sono pronto ad affrontare questa grande sfida.” ha concluso Guido Briocchi.

Guido Briocchi in viaggio con KYMCO Agility Carry 125
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati

Eventi

KYMCO – “ionex” World Premiere

La presentazione del nuovo veicolo elettrico aprirà il Tokyo Motorcycle Show 2018
La casa Taiwanese è uno dei più importanti produttori di scooter, motocicli e quad al mondo. Ad oggi il continuo sviluppo nel