WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 13
            [user_login] => Alberto Lattuada
            [user_pass] => $P$BkdROj2EpeazSWOS1UHNlABN6gXVW61
            [user_nicename] => alberto-lattuada
            [user_email] => info@maneki.it
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2014-08-27 14:11:25
            [user_activation_key] => $P$BRVdLjTVwzINf4BkUxtT.QilbbIEW4.
            [user_status] => 0
            [display_name] => Alberto Lattuada
        )

    [ID] => 13
    [caps] => Array
        (
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
        )

    [allcaps] => Array
        (
        )

    [filter] => 
)

Kawasaki Z650 e Z900, le nuove naked giapponesi si motrano LIVE ad EICMA 2016

Sono eredi rispettivamente di ER-6n e Z1

Kawasaki Z650 e Z900 – La Kawasaki arriva ad Eicma 2016 con le nuove naked Z650 e Z900, eredi rispettivamente di ER-6n e Z1. Le avevamo già conosciute, ma vederle dal vivo fa tutto un altro effetto.

Kawasaki Z650

La Kawasaki Z650 condivide il telaio e la ciclistica condivise con la nuova Ninja 650. Il motore è il bicilindrico parallelo da 649 centimetri cubici, 68 CV, Euro 4. Quattro valvole per cilindro, raffreddamento a liquido e consumi molto buoni, 23.4 Km/litro. La struttura anteiore del telaio è a traliccio, mentre il forcellone è stato riprogettato, ad ala di gabbiano e molto leggero, soli 4,8 Kg. Il sistema Horizontal Back-Link è stato adottato per la sospensione posteriore, mentre è migliorato il bilanciamento delle masse grazie alla posizione di ammortizzatore e leveraggio, sopra il forcellone. Esteticamente notiamo che la nuova Kawasaki Z650 si ispira al Sugomi Design, diventando aggressiva e sportiva.

Kawasaki Z900

Invece, la nuova Kawasaki Z900 monta un motore a quattro cilindri da 948 cc abbinato ad un cambio a sei marce (le prime cinque sono ravvicinate, la sesta è overdrive). e si scende da 142 a 125,4 CV rispetto alla Z1000 da cui deriva. C’è più accelerazione, però, grazie ad un albero motore più leggero. Ridotte anche le vibrazioni ricorrendo ad un contralbero. La frizione è assistita e antisaltellamento. Il telaio della nuova Kawasai Z1900 è stata completamente ridisegnata. Abbiamo, infatti, un traliccio, molto leggero, 13,5 Kg. Il monoammortizzatore si trova sopra al forcellone, per masse più al centro e anche più lontane dal calore dello scarico. Dischi freno da 300 mm all’anteriore e 250 al posteriore, pinze a quattro pistoncini, ABS Nissin. Il design è simile a quello della Z650, ma è ancora più minimalista.

Kawasaki Z650 e Z900, le nuove naked giapponesi si motrano LIVE ad EICMA 2016
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in EICMA 2016

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Articoli correlati