Triumph Bonneville: la famiglia si rinnova dopo 15 anni [MEGA GALLERY]

Arrivano due nuovi motori

La gamma Triumph “classic” si rinnova e porta con sè le nuove Bonneville. Dopo 15 anni la famiglia Bonneville riceve un profondo rinnovamento e ci presenta 5 nuovi modelli, la Street Twin, la Bonneville T120, la Bonneville T120 Black, la Thruxton e la Thruxton R.

All’anteprima di Londra, Triumph non ha rivelato molto sulla nuova gamma, ma di certo cambieranno motore e ciclistica, mentre verrà integrata in modo massiccio l’elettronica. I prezzi e le uscite in concessionario sono attese tra fine anno e la primavera 2016. I propulsori saranno due, un 900 cc ed un 1.200 cc, con raffreddamento a liquido. Il motore da 900 cc ha 80 Nm di coppia massima a 3.200 giri/min, mentre il 1.200 vanta 105 Nm a 3.100 giri/min per la versione HT (High Torque) e 112 Nm a 4.950 giri/min per la HP (High Power), riservati rispettivamente alle Bonneville T120 e alle Thruxton. Il 900 cc equipaggia solo la Street Twin, la più semplice per dotazione e stile, con una coppia massima del 18% superiore a quanto espresso dal vecchio motore ad aria, mentre i consumi sono ridotti del 36%.

Il motore della Bonneville T120 passa a 1.200 cc e guadagna il 54% di coppia in più rispetto alla vecchia generazione Bonneville. Il nuovo motore avrà due riding mode per il ride by wire, ovvero Road e Rain. Inoltre, la Bonneville T120 verrà proposta in 4 colori, “Cinder Red”, “Jet Black” e le tinte bicolori “Cranberry Red/Aluminium Silver” e “Jet Black/Pure White”. Ma sarà anche in versione Black, con motore nero e serbatoio nero “Jet Black” oppure antracite “Matt Graphite”. Il motore delle Triumph Thruxton sarà, invece, il 1.200 cc HP da 112 Nm di coppia massima, un valore di ben il 62% superiore a quanto dichiarato per il precedente motore 865 cc “ad aria”, ma ci sarà addirittura un kit pista per far crescere ancor di più i CV. L’albero motore è stato alleggerito e la compressione è maggiore, mentre l’elettronica offre una mappa in più, la Sport. A livello estetico abbiamo i semi manubri, il serbatoio più stretto e con tappo a scatto che nasconde la serratura, la sella tipo monoposto e, soprattutto, le ruote a raggi con canali in alluminio e pneumatici sportivi (misure 120/70-17″ e 160/60-17″).

Per quanto riguarda la versione R avremo le sospensioni completamente regolabili, con forcella a steli rovesciati Showa “Big Piston” e ammortizzatori Öhlins con piggy back, mentre i freni sono Brembo con pinze anteriori monoblocco ad attacco radiale, dischi flottanti e pinza con serbatoio separato, per gli scarichi a megafono satinati anziché cromati e per le pedane in alluminio zigrinato anziché coperte in gomma, e per il coprisella passeggero.

Triumph Bonneville: la famiglia si rinnova dopo 15 anni [MEGA GALLERY]
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in EICMA 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati