WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 13
            [user_login] => Alberto Lattuada
            [user_pass] => $P$BkdROj2EpeazSWOS1UHNlABN6gXVW61
            [user_nicename] => alberto-lattuada
            [user_email] => info@maneki.it
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2014-08-27 14:11:25
            [user_activation_key] => $P$BRVdLjTVwzINf4BkUxtT.QilbbIEW4.
            [user_status] => 0
            [display_name] => Alberto Lattuada
        )

    [ID] => 13
    [caps] => Array
        (
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
        )

    [allcaps] => Array
        (
        )

    [filter] => 
    [site_id:WP_User:private] => 1
)

Nuova Beta EVO 2T MY 2016, quest’anno si punta alle performance

I prezzi non cambiano

Nuova Beta EVO 2T MY 2016, quest’anno si punta alle performanceNuova Beta EVO 2T MY 2016, quest’anno si punta alle performance

Nuova Beta EVO 2T MY 2016 – La già evoluta e affinata EVO cambia ulteriormente. Per il Model Year 2016 i tecnici fiorentini hanno concentrato i loro sforzi sul motore riuscendo a dare una personalità distintiva a ciascuna delle cilindrate della gamma EVO, ognuna orientata verso uno specifico utente.

In Beta, lo sviluppo ha l’obiettivo di garantire la fruibilità lungo tutto l’arco di esercizio. “Per questo abbiamo lavorato soprattutto per dare maggiore rotondità e coppia ai bassi regimi, oltre che per aumentare l’inerzia e l’accentramento delle masse che, come si sa, sono valori cruciali per migliorare la guida nel Trial.” ha dichiarato l’ing. Tozzi del reparto R&D. Per ottenere questo obiettivo, l’albero motore dell Beta EVO 2T MY 2016 gode ora di un nuovo asse di accoppiamento più rigido che ha consentito di incrementare sia l’inerzia che l’accentramento delle masse, poi c’è la nuova biella per consentire maggiore inerzia e rigidezza ed il nuovo silenziatore, rivisto internamente per consentire sia un incremento sensibile della coppia ai bassi – medi regimi che una maggiore silenziosità.

La Beta EVO 2T MY 2016 da 300cc monta una nuova camera di combustione, rivista nell’angolo di squish per migliorare sia la precisione di risposta che l’erogazione del motore, mentre nella 250cc è stata completamente rivista la testa grazie ad un nuovo disegno dei diagrammi di travaso e scarico per una fruibilità e trattabilità di riferimento, mentre nuova è anche la camera di combustione dove è stata ridotta l’altezza dello squish, con geometria dedicata ai nuovi diagrammi. La 125cc cresce ancora in prestazioni trasmettendo una maggiore sensazione di potenza ed una guida più adulta e professionale. Le modifiche comuni a tutte le cilindrate comprendono il mono Sachs gode oggi di una nuova taratura, grazie ad una migliore frenatura idraulica il monoammortizzatore risulta più progressivo e si accorda meglio al funzionamento della forcella anteriore. Si tratta di un intervento volto a sposare meglio l’evoluzione dello stile di guida trialistico che negli ultimi anni ha sempre più visto una prevalenza della guida sulla ruota posteriore.

Nella nuova colorazione della Beta EVO 2T MY 2016 si evidenzia il telaio in alluminio verniciato bianco unito al mix di plastiche e grafiche bianco, nero e rosso fluo. I prezzi non cambiano: EVO 2T 125 6.440,00 euro, EVO 2T 250 6.690,00 euro e EVO 2T 300 6.940,00 euro.

Nuova Beta EVO 2T MY 2016, quest’anno si punta alle performance
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Marchi moto

Beta: listino prezzi del 2019

Dopo il lancio della nuova Evo Factory la casa toscana ha pubblicato il listino completo per il 2019
Dopo l’annuncio del lancio della nuova Evo Factory (qui tutte le caratteristiche) Beta ha pubblicato il listino prezzi per il
Sport

Beta presenta la nuova Evo Factory MY 2019

Tre le versioni con motore a 2 tempi disponibili (125, 250 e 300 cc) e una 4 tempi (300 cc)
Beta – Il 2019 si apre con un’importante novità in casa Beta che piazza un altro colpo che sa di