Ducati 1299 Panigale, la punta di diamante di Borgo Panigale [FOTO LIVE]

Si pone già ai vertici della sua categoria

Ducati 1299 Panigale – Per molti è il modello di punta della Ducati, soprattutto ora che il modello è stato aggiornato per il nuovo lancio del 2015, stiamo parlando della Ducati 1299 Panigale, una delle protagoniste dell’edizione del centenario dell’EICMA, che oggi apre le proprie porte anche al pubblico.

La Ducati 1299 Panigale è disponibile in tre modelli, base, R e S, tutti in mostra presso lo stand della casa di Borgo Panigale. Con un picco di potenza pari a 205 cavalli la Panigale 1299 si pone subito ai vertici della sua categoria. Tutti e tre i modelli hanno deciso di rivedere la geometria del telaio con l’angolo di sterzo impostato a 24°, mentre il perno della forcella è 4 mm più in basso, tutto in nome di uno sterzata più precisa, una caratteristica molto criticata nel modello 1199. Per le Ducati 1299 Panigale e Ducati 1299 Panigale S il motore a regimi elevati Superquadro ottiene un aumento della cilindrata a 1,285 cc, grazie un diametro più grande, 116 millimetri, mentre la Ducati 1299 Panigale R rimarrà con l’originale 1,198 cc, al fine di rispettare le norme del Mondiale Superbike.

La Panigale R, inoltre, non otterrà la sospensione elettronica che si trova sulla Panigale S, in modo da mantenere il suo peso sui 184 kg a secco, mentre gli altri modelli faranno pendere la bilancia verso i 190 kg, ma avrà comunque il sistema di acquisizione dati della Ducati con GPS. La 1299 Panigale S monta il pacchetto sospensioni con controllo event-based Öhlins Smart EC (sospensioni elettroniche semiattive), mentre la 1299 Panigale R è equipaggiata con sospensioni Öhlins meccaniche. Tutta la famiglia 1299 Panigale/Panigale R è equipaggiata con le pinze monoblocco Brembo M50. Le doppie pinze Monoblocco Brembo hanno ciascuna quattro pistoncini da 30 mm di diametro che lavorano su dischi da 330 mm di diametro. La 1299 R ha, inoltre, una batteria agli ioni di litio e viene fornita con uno scarico completo in titanio Akropovič.

Leggi altri articoli in EICMA 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati