SWM, il mitico marchio italiano è tornato

All'EICMA 2014 presenterà sei modelli

SWM – La SWM sta per tornare. La storica casa motociclistica italiana famosa per le sue moto da regolarità negli anni ‘70, ha dato il via al progetto “SWM coming back” grazie soprattutto a Ampelio Macchi, ingegnere ex Cagiva, Husqvarna e Aprilia, e ai capitali cinesi della Shineray Motorcycle Company.

Non poteva che essere l’Eicma di Milano, la cui edizione 2014 è ormai alle porte, aprirà il 4 novembre per la stampa, l’occasione migliore per la SWM di poter riabbracciare il proprio amato pubblico. Al Salone del motociclo del capoluogo lombardo il marchio italiano porterà una gamma di modelli, sei in totale, da enduro, motard e vintage, tra cui una cafe racer, la Gran Milano 440, tutte costruite in Italia negli ex stabilimenti dell’Husqvarna, a Cassinetta di Biandronno.

La cafe racer vintage è motorizzata da un monocilindrico da 440 cc raffreddato ad aria, che predilige la coppia e la facilità d’uso, adatta quindi ad un pubblico di neofiti e femminile, vista anche la sua eleganza, con classici mezzi sterzi, pinze freno anteriore ad attacco radiale, scarichi che sparano alto e due bei strumenti circolari, completati da una bella colorazione marrone/cioccolato.

Ci sarà anche una versione base con dotazioni meno preziose, una versione scrambler, denominata Silver Vase, con gomme tassellate, scarico alto, sella piatta, freno a tamburo posteriore e tantissimi altri dettagli, che sicuramente verranno apprezzati dai tanti appassionati delle moto targate SWM, e molto probabilmente anche una Gran Turismo, che come il modello base vedremo solo all’EICMA 2014. Come specificato dallo stesso Ampelio Macchi i prezzi staranno decisamente al di sotto dei 6.000 euro.

Leggi altri articoli in EICMA 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati