MV Agusta, l’accordo con Mercedes e’ all’orizzonte

Ai tedeschi andrebbe il 25% del marchio italiano

MV Agusta, l’accordo con Mercedes e’ all’orizzonteMV Agusta, l’accordo con Mercedes e’ all’orizzonte

MV Agusta – Le voci circolate sono state tante e insistenti in questi ultimi giorni, proprio alla quasi imminente apertura del Salone del motociclo di Milano, in programma a partire dal 4 novembre. La MV Agusta annuncerà all’EICMA 2014 che la Mercedes diventerà un’azionista di minoranza della società motociclistica italiana e conferma dei colloqui è stata data anche dal Canada Moto Guide, che ha parlato recentemente con Giovanni Castiglioni, presidente di MV Agusta, il quale ha voluto sottolineare come l’accordo non sia stato però ancora completato.

L’occasione per incontrare Castiglioni c’è stata con il lancio della nuova MV Agusta 800 RR Dragster Brutale questo fine settimana, dove Castiglioni avrebbe dichiarato che “se l’accordo dovesse andare in porto io sarei il direttore dell’anno. Si può facilmente immaginare che si tratterebbe di un “grosso problema” per una piccola azienda a conduzione familiare quella di vendere una quota di minoranza ad una grande azienda come la Mercedes”.

L’ufficiosita’ dell’accordo fu data quando in Germania il Sueddeutsche Zeitung riferì che la Mercedes avrebbe preso una quota del 25% nella MV Agusta per circa 30 milioni di euro; il quotidiano tedesco ha detto anche che l’accordo potrebbe essere firmato già la prossima settimana, giusto in tempo per l’inizio dell’edizione 2014 dell’EICMA. Se fosse vero questo importante accordo commerciale porterebbe la valutazione della MV Agusta a circa 120 milioni di euro, ovvero molto vicino ad un decimo del valore della Ducati Motor Holding, quando venne acquisita da Audi nel 2012.

A giudicare dalla crescita prevista e dal volume attuale della MV Agusta, la Mercedes sembra essere sempre un buon affare per il mitico marchio italiano. Il tempo ci dirà se l’affare andrà in porto veramente e se sarà realmente redditizio per la nostra MV Agusta.

Leggi altri articoli in EICMA 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati