WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 11
            [user_login] => abbati
            [user_pass] => $P$ByBk22g5Fp2aXAHPumlBAgZkXB2x2H0
            [user_nicename] => abbati
            [user_email] => abbati.press@gmail.com
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2013-11-06 14:46:04
            [user_activation_key] => 
            [user_status] => 0
            [display_name] => Michele Abbati
        )

    [ID] => 11
    [caps] => Array
        (
            [contributor] => 1
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
            [0] => contributor
        )

    [allcaps] => Array
        (
            [edit_posts] => 1
            [read] => 1
            [level_1] => 1
            [level_0] => 1
            [delete_posts] => 1
            [contributor] => 1
        )

    [filter] => 
    [site_id:WP_User:private] => 1
)

Pirelli DIABLO Supercorsa SP, per sentirsi piloti SBK

Un concentrato di tecnologia per chi vuole il massimo su pista e in strada

DIABLO Supercorsa SP, non è un semplice pneumatico ad altissime prestazioni per moto, è un concentrato di tecnologia racing maturata da Pirelli nel Campionato Mondiale Superbike, ormai dal 2004. Questo pneumatico per uso stradale pensato per i piloti professionisti e per i motociclisti che hanno uno stile di guida sportivo su strada ma amano anche la pista, offre performance racing tipiche di prodotti per uso esclusivo in pista permettendo così all’utente di avere un unico prodotto ultra performante che può essere utilizzato in strada o in pista.

Certo, rispetto alla versione in mescola marchiata SC ed utilizzata dai piloti delle classi Supersport e Superstock, per meglio adattarsi all’uso su strada, lo pneumatico posteriore è bimescola per godere di un’usura più regolare ed un chilometraggio maggiore. Ma non solo, grazie alla tecnologia EPT (Enhanced Patch Technology), rispetto al suo predecessore, è stata aumentata del 25% la mescola soft nell’area delle spalle che rappresenta il 33% dell’estensione del battistrada su ogni lato. In pratica, ciò significa quel che ogni pilota vuole: maggior grip già a partire da metà piega ed un feeling immediato con la gomma grazie al rapido warm up.

Le performance delle mescole sono ulteriormente rafforzate dal disegno del battistrada (tra l’altro bello aggressivo!) che amplia l’area priva di intaglio lungo le spalle, quest’area slick è ora più larga del 24% (sempre rispetto al precedente DIABLO Supercorsa); anche in questo caso aumenta la superficie a contatto con l’asfalto e conseguentemente il grip. Gli incavi longitudinali assicurano la regolarità di usura anche nell’impiego più severo e aiutano a drenare l’acqua depositata sull’asfalto.

Caratteristiche dinamiche del nuovo Diablo sono un maggiore sostegno in frenata, una guida più intuitiva e precisa ed una velocità di discesa in piega maggiore. Tra profilo anteriore e posteriore s’è ricercato il miglior rapporto maneggevolezza/agilità.

Come premio per la sua ricercatezza e tecnologia intrinseca, Pirelli DIABLO Supercorsa SP viene montato in primo equipaggiamento sulla nuovissima Honda CBR1000RR Fireblade SP, nelle misure 120/70 ZR17 per l’anteriore e 190/50 ZR17 per il posteriore. Questa Honda si va ad unire alle già equipaggiate BMW HP4, Ducati 1199 Panigale (base, S e R) e 899 Panigale, Aprilia RSV4 Factory e RSV4 R, EBR 1190 RS, MV Agusta F4, F4 R e F4 RR e Triumph Daytona 675 oltre che di naked quali MV Agusta Brutale 1090 RR e Triumph Speed Triple R e della Ducati Hypermotard SP.

Pirelli DIABLO Supercorsa SP, per sentirsi piloti SBK
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Pneumatici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati