Honda presenta la nuova MSX125

Compatta, facile da guidare e divertente adatta per chi si sente giovane e vuole essere cool

Honda presenta la nuova MSX125Honda presenta la nuova MSX125

Facile da usare, funzionale e anticonformista, la prima Honda concepita per il puro divertimento fu la Monkey del 1963 che si caratterizzava per le ruote di diametro ridotto. Sviluppata e rinnovata di generazione in generazione, fu seguita dai modelli Dax ed Ape. Il concept che ne è alla base è oggi più che mai in voga, soprattutto tra i giovani piloti dell’ultima generazione di ragazzi e ragazze, la “Generation Y” negli Stati Uniti, la “Dek Neaw” in Thailandia e la “Street-Kei” in Giappone. Una generazione cresciuta nell’era senza confini di Internet e ispirata dalla cultura, dalla moda e dallo spirito critico che mette in discussione tutto ciò che suona convenzionale.

Istintivamente attratti dalle moto, questi teenager cercano mezzi a due ruote grintosi ma facili da guidare, caratterizzati da un design assolutamente accattivante. Sono giovani che non vogliono passare inosservati ma che amano distinguersi dalla massa e, considerate le limitate risorse economiche tipiche dell’età, vogliono tutto questo spendendo poco.

Per questa nuova generazione di giovani motociclisti, Honda ha progettato la MSX125 (Mini Street X-treme 125). Offre tutto ciò che ci si aspetta da una Honda in termini di prestazioni, qualità costruttiva ed equilibrio dinamico, vantando al contempo uno stile e un carattere assolutamente personali. Nata dall’ispirazione
contemporanea, è una moto originale e anticonvenzionale al cento per cento.

Panoramica del modello – Prodotta nell’avanzatissima fabbrica Honda in Thailandia, la MSX125 ha dimensioni compatte per garantire a utenti di qualsiasi statura ed esperienza di guida una maneggevolezza eccezionale. Le emozioni in sella però sono da vera moto, grazie a freni e sospensioni di grande qualità e assolutamente efficaci. Ispira subito estrema confidenza e fa venire voglia di saltare in sella e partire, che sia un’avventura urbana o un giro fuori città, perché con la prima e unica “Mini Street X-treme 125” agilità e
prestazioni vanno di pari passo allo stile inconfondibile, combinando look contemporaneo e libertà assoluta.

Il cuore della MSX125 è un grintoso e affidabilissimo motore monocilindrico a 4T con raffreddamento ad aria e cambio a 4 marce, alimentato ad iniezione elettronica Honda PGM-FI con starter automatico e avviamento elettrico, per avviamenti sempre pronti in qualsiasi stagione dell’anno, a freddo o con motore caldo. I consumi sono bassissimi, l’affidabilità totale, mentre potenza e coppia vengono erogate in modo
sempre fluido e facile.

La nuova MSX125 è una piccola moto dai contenuti di una grande moto. Al robustissimo telaio in acciaio sono accoppiate sospensioni evolute, con forcella rovesciata, monoammortizzatore posteriore e forcellone in acciaio. I freni sono potenti, perfetti per rallentare il peso con il pieno di benzina di appena 101,7 kg! E
sulle ruote da 12 pollici, con design a razze sdoppiate come sulle splendide CBR-RR, sono montati pneumatici ribassati di larga sezione che offrono grande grip e tenuta di strada.

Sono ben 4 i brevetti sviluppati e registrati da Honda per la nuova MSX125, tutti relativi alla struttura composita delle sovrastrutture che si uniscono al telaio, a riprova di un progetto che di compatto ha solo le dimensioni, di certo non gli investimenti per realizzarlo.

Caratteristiche principali
Telaio – Le priorità per lo sviluppo del telaio della nuova MSX125 erano tre: doveva essere una moto facile per i neofiti e i motociclisti meno esperti – quindi con la sella bassa da terra – leggera e maneggevole, per essere spostata e parcheggiata senza fatica anche a motore spento. Ma con il vantaggiosissimo rapporto peso/potenza, migliore di tante moto di pari cilindrata, doveva anche essere sicura a tutte le andature e
stabile sui percorsi fuori città, perfino con il passeggero a bordo.

È stato quindi scelto un telaio monotrave superiore in acciaio a sezione quadra, leggero ma resistentissimo. La trave principale congiunge direttamente il cannotto di sterzo con le piastre di infulcraggio del forcellone, per fare in modo che tutte le altre componenti siano visibilmente ‘sospese’ dal telaio, dando un deciso contributo al look minimalista della MSX125. Una precisa configurazione della rigidità orizzontale/verticale del telaio e la calcolata flessibilità nell’area del perno del forcellone e nelle piastre di attacco del motore, garantiscono un perfetto bilanciamento tra comfort, precisione di guida e sicurezza.

L’intelligente struttura del telaio consente inoltre di alloggiare agevolmente i componenti del sistema di iniezione elettronica PGM-FI e dell’impianto elettrico sotto le sovrastrutture, senza togliere spazio al serbatoio della benzina che può così vantare una capacità di 5,5 litri.

L’interasse è super compatto, appena 1.200 mm, ma le geometrie della ciclistica sono improntate al massimo equilibrio dinamico, con 25° di inclinazione del cannotto di sterzo che proiettano 81mm di avancorsa. Con un peso con il pieno di benzina di appena 101,7kg e la sella a soli 765mm da terra, chiunque può provare
il divertimento estremo di guidare una vera moto, e perfino i camperisti saranno felici di portare la loro nuova MSX125 in vacanza, grazie alla grande facilità di trasporto.

Un altro obiettivo nello sviluppo della MSX125 consisteva nell’offrire sospensioni di qualità superiore rispetto alla categoria. La forcella a steli rovesciati da 31 mm – che per la prima volta equipaggia un modello Honda da 125cc – riduce le masse non sospese e, grazie alla maggiore area di pressione e scorrimento dei pistoni idraulici, (in confronto a una forcella telescopica standard) offre uno smorzamento superiore
lungo l’intera escursione. Le piastre della forcella, inoltre, sono sovradimensionate, per favorire una maneggevolezza e una sensazione di sicurezza superiori, mentre il robusto monoammortizzatore è collegato al forcellone in acciaio scatolato con forma ad H e sezione da 50 x 25 mm.

I cerchi in alluminio pressofuso da 12” con canale da 2,5” sono essenziali per il look, grazie alle razze a Y, e per le prestazioni dinamiche della nuova MSX125. Leggeri e accattivanti montano pneumatici ribassati nelle misure 120/70-12 all’anteriore e 130/70-12 al posteriore. In proporzione al diametro delle ruote, anche i freni sono da maximoto, con il disco anteriore da 220 mm morso da una pinza a due pistoncini, e il disco posteriore da 190 mm con pinza a un pistoncino.

La nuova MSX125 utilizza un faro anteriore con proiettore combinato. Questa soluzione non solo caratterizza il frontale con una personalità più forte, ma consente anche l’uso di un’unica lampada (tipo HS1 a doppio filamento da 35W/35W) per anabbagliante e abbagliante che sfruttano le superfici della parabola multireflector.

Infine un’accattivante luce blu affianca la lente del proiettore migliorando la visibilità nel traffico e aggiungendo un tocco ulteriore di personalità, mentre al posteriore il luminoso gruppo ottico a LED “fa il verso” alle maximoto della Casa dell’Ala.

La compatta strumentazione con display digitale LCD è facile da leggere e offre tutte le informazioni fondamentali per il pilota: tachimetro, contakm con parziale, indicatore del livello carburante e orologio. Il reset del contakm parziale e l’impostazione dell’orologio, o l’alternanza fra contachilometri totale e parziale,
avviene tramite i comodi tasti ai lati del cruscotto.

Le versioni cromatiche per il mercato italiano sono due:

  • Solid Asteroid Black Metallic
  • Pearl Himalayans White

Motore – Il motore raffreddato ad aria, con distribuzione monoalbero a 2 valvole, da 125cc della MSX125 deriva da uno dei più collaudati e affidabili propulsori Honda di sempre, prodotto fino ad oggi in quasi 1 milione di unità e famoso nel mondo per le sue caratteristiche di efficienza, robustezza e longevità.

Sviluppato ulteriormente per equipaggiare la nuova MSX125 è ora più efficiente nei consumi, grazie all’impiego di tecnologie a basso attrito, come il cilindro disassato (già adottato su PCX125/150, SH125/150i, CBR250R e CRF250L) e il bilanciere a rullo per l’azionamento delle valvole. Inoltre, grazie al peso particolarmente contenuto della moto, è stato possibile ridurre l’inerzia dell’albero motore per offrire una più grintosa risposta al comando del gas senza rinunciare all’ottima fluidità dell’erogazione.

Il cambio è a quattro rapporti, perfettamente spaziati per offrire sia uno spunto brillante che un’adeguata ripresa, mentre la frizione multidisco in bagno d’olio richiede un bassissimo sforzo alla leva, l’ideale per i motociclisti più giovani o meno esperti. La trasmissione finale prevede pignone da 15 denti e corona da 34 denti, un rapporto studiato per consentire scattanti partenze al semaforo, rilassati trasferimenti extraurbani e una piacevole dolcezza di risposta al comando del gas anche lasciando inserito il rapporto più lungo, l’ideale per sgusciare senza stress nel traffico intenso.

La sofisticata alimentazione a iniezione elettronica PGM-FI garantisce una combustione efficiente e avviamenti sempre precisi, inoltre il sistema di aspirazione e quello di scarico sono stati dimensionati per massimizzare la fluidità dell’erogazione e la grinta del sound. Una soluzione ingegnosa è la divisione in due del collettore e del condotto di aspirazione, in modo da migliorare l’erogazione di coppia ai bassi e medi regimi, anche grazie all’ampio airbox da ben 3 litri con filtro a pannello in carta, che assicura un flusso d’aria cospicuo ma silenzioso. La manutenzione è ridotta al minimo, tanto che il filtro stesso ha un ciclo di servizio di ben 16.000 km.

Il collettore del sistema di scarico ha un diametro di 28,6 mm e un silenziatore multi-sezione da 3 litri, per una brillante erogazione di potenza anche agli alti regimi. Impossibile scottarsi con la marmitta, perché è presente una protezione a doppio strato, con un coperchio interno in metallo e una cover esterna in resina. L’efficienza del catalizzatore è stata massimizzata posizionandolo all’interno del collettore stesso, in modo da raggiungere prima la temperatura di esercizio. La forma allungata e dalla curvatura moderata della sezione di collettore che lo precede fa sì che i gas combusti fluiscano più velocemente e uniformemente.

Tutto nel motore della nuova MSX125 è improntato alla realizzazione di un mix perfetto tra prestazioni, efficienza nei consumi, versatilità e divertimento assoluto.

Per i giovani piloti della… “generazione Y”.

Leggi altri articoli in Marchi moto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati