Ducati Streetfighter 848, non solo divertimento

Ducati Streetfighter 848, non solo divertimentoDucati Streetfighter 848, non solo divertimento

Separarla dalla SLK 55 AMG con cui si è accompagnata al Motor Show di Bologna sembra quasi un delitto, ma la Ducati Streetfighter 848 riesce a vivere anche di luce propria. Certo, balza subito all’occhio la collaborazione fra l’azienda di Borgo Panigale e la AMG (storico partner di Mercedes-Benz per la costruzione dei modelli sportivi del marchio tedesco), ma sorella di cilindrata inferiore della Streefighter 1100 esibisce così tante potenzialità da rappresentare una delle moto più in vista di questo ultimo scorcio dell’anno.

Spinta dal Testastretta 11° (già visto su Multistrada e Diavel) di 848 cc con cui avere una curva di coppia piena già dai bassi regimi, e assistita dal Ducati Traction Control, la due ruote offre controllo e precisione da una parte e divertimento stile fighter dall’altra.

L’equipaggiamento include display digitale con funzione cronometro; comandi fighter; otto livelli di sensibilità del Ducati Traction Control per offrire una gamma di scelta del valore di tolleranza allo slittamento del retrotreno; predisposizione per l’attivazione del sistema di acquisizione dati Ducati Data Analyser; commutatori hi-tech; predisposizione per l’equipaggiamento con il sistema Ducati Quick Shift, pensato per inserire le marce senza l’utilizzo della frizione e mantenendo il gas aperto; una vasta strumentazione di bordo.

Il prezzo di base della nuova fatica dell’azienda emiliana, già vista in occasione della recente edizione dell’Eicma di Milano, è di 12.590 euro. Oltre che Fighter Yellow, è disponibile di serie in rosso e in dark stealth.

Ducati Streetfighter 848, non solo divertimento
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in

Lascia un commento

1 commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. roberto

    1 febbraio 2012 at 16:27

    E’ la moto dei miei sogni, credo riesca a soddisfare le esigenze di parecchi motociclisti, dai più esperti ai dilettanti. Mi piacerebbe molto provarla

Articoli correlati