Yamaha Xenter 125 e 150 MY 2012

Yamaha Xenter 125 e 150 MY 2012Yamaha Xenter 125 e 150 MY 2012

Nel 2012, Yamaha rafforza la propria gamma di scooter con una serie di innovazioni tecniche e ritocchi al design. Ma la vera novità è l’ingresso in gamma di un nuovo ruota alta: Yamaha Xenter, nelle due versioni a 125 e 150.

Yamaha scrive anche un nuovo capitolo della storia leggendaria di TMAX. Nel 2001 il primo TMAX rivoluzionò le regole del gioco, dettando nuovi parametri per una nuova specie di scooter: il maxiscooter sportivo. Oggi TMAX migliora ancora, alzando nuovamente l’asticella della sportività, delle performance, del piacere di guida da moto, che da sempre sa offrire.

Ma saperne di più servirà ancora un po’ di pazienza, l’appuntamento è fissato a Milano la sera del 7 novembre 2011 e, la mattina successiva, ad EICMA 2011.

Yamaha Xenter 125 – 150: tecnologia, performance e stabilità premium, su un entry level.

Yamaha rivoluziona il panorama dei ruota alta entry level e lo fa con un nuovo scooter dal DNA sportivo, agile e veloce in città, performante come nessun altro in tangenziale e sulle strade extraurbane.
Un ruota alta che ispira confidenza e fiducia a tutti, grazie alla straordinaria stabilità fornita dal mono ammortizzatore posteriore, una soluzione esclusiva riservata a pochissimi scooter. Tecnologicamente innovativo, pratico e confortevole. Pensato per essere primo su tutti i circuiti cittadini.

Il nuovo motore di Yamaha Xenter offre una guida fluida e veloce. Il nuovo telaio a doppio trave ed il mono ammortizzatore posteriore garantiscono il massimo del comfort, aderenza e stabilità, anche nelle condizioni d’utilizzo peggiori.

Yamaha Xenter è anche facile da parcheggiare, perché la posizione del cavalletto centrale è stata studiata per semplificare l’azionamento rendendo lo scooter estremamente leggero, anche al pubblico femminile.
Xenter ispira confidenza da subito anche quando ci si deve fermare, grazie al nuovo sistema di frenata unificata UBS Yamaha.

Un altro punto di forza di Xenter sono le ruote alte da 16 pollici, che offrono stabilità e comfort anche su terreni sconnessi. I cerchi calzano pneumatici con un battistrada dal nuovo disegno che assicurano un ottimo grip. Il design dei cerchi a 5 razze esalta la sensazione di leggerezza. Ogni dettaglio su Xenter è studiato pensando alla globalità del progetto, per un insieme armonico, elegante e allo stesso tempo sportivo.

Un nuovo motore studiato per regalare performance da primo della classe Nelle vie congestionate della città, dove il traffico è una sfida continua, la rapidità di spostamento e la maneggevolezza durante la guida sono un obbligo. E proprio la velocità, la ripresa e l’accelerazione brucia semafori sono alcuni segni distintivi di Yamaha Xenter.

I pendolari su due ruote si godono una guida facile e sicura, con un comfort di categoria superiore. La combinazione tra telaio, sospensioni e sistema di fissaggio del motore offrono prestazioni eccezionali anche su fondi sconnessi, con una guida agile e reattiva che è più facile associare alle moto.

Alla base c’è il nuovissimo monocilindrico da 155 cc, unico della sua categoria con 4 valvole. Per ridurre le vibrazioni sono state adottate diverse tecnologie, tra le quali l’impiego di pistoni forgiati in alluminio, il riporto ceramico sui cilindri e il contralbero di bilanciamento. Insieme, questi accorgimenti contribuiscono a ridurre drasticamente le vibrazioni. Il motore è stato fissato direttamente al telaio, con un montaggio di tipo motociclistico. Una soluzione che trasforma motore e telaio in un blocco unico, ed è il segreto di performance, maneggevolezza e stabilità straordinarie. Anche l’efficace iniezione elettronica e la mappatura della centralina lavorano in questo senso, e in più assicurano un’accelerazione bruciante e progressiva.

Mono ammortizzatore posteriore, come sulle moto

Ogni pilota sa quali e quanti ostacoli può incontrare in città: dal traffico intenso ai dissuasori, dai fondi sconnessi ai binari del tram. Yamaha Xenter è dotato di mono ammortizzatore posteriore, proprio per affrontare al meglio questi ostacoli.

Nel mondo degli scooter il mono ammortizzatore posteriore è prerogativa esclusiva del TMAX. O meglio “era”, visto che da oggi è montato anche su Yamaha Xenter.

Questa soluzione, nata dall’esperienza Yamaha, garantisce il massimo di comfort, aderenza e stabilità nelle condizioni d’utilizzo peggiori (pavé, sampietrini, tratti sconnessi) perché la sospensione “copia” al meglio la strada, riducendo i saltellamenti tipici degli altri scooter e garantendo una migliore tenuta di strada in curva alle alte velocità, tipiche delle strade extra urbane e tangenziali.

L’ammortizzatore è posizionato all’interno del telaio, vicino al baricentro per centralizzare le masse e aumentare la maneggevolezza. Grazie alla molla ammortizzatore a passo variabile, i livelli d’intervento sono due: al primo stadio la molla ammortizza l’impatto iniziale, e al secondo gli sbalzi più forti. L’azione di assorbimento è ottimale, per piccoli e grandi ostacoli. Disposta longitudinalmente nel telaio, la molla converte il movimento della ruota da verticale a orizzontale, evitando torsioni e con un’escursione di 92 mm. La scelta del mono al posto del doppio ammortizzatore rende unico anche il profilo dello scooter, filante e dinamico.

Ergonomico e confortevole, con una pedana ultraspaziosa

I frequenti stop and go del traffico in città si affrontano meglio se chi guida, uomo o donna, può mettere facilmente i piedi a terra. La sella ergonomica è stata studiata per rendere agevole questo aspetto e per semplificare le manovre di parcheggio in spazi ristretti. Ma non è solo il pilota a beneficiare di questo confort, il passeggero ha a disposizione una sella larga e decisamente comoda, per affrontare la città in modo estremamente piacevole.

Yamaha Xenter ha un telaio a doppio trave, che accoppiato al mono ammortizzatore rende lo scooter più stabile e preciso nella guida. La sua struttura è stata studiata per offrire una pedana spaziosa, la più ampia della categoria. Questa offre un comodo alloggio ai piedi e contestualmente è capace di trasportare, per esempio, una confezione da 6 bottiglie d’acqua o di un trolley.

Xenter offre anche un comodo vano porta Telepass posizionato sul cruscotto e apribile con un solo tocco.

Frenate rassicuranti e potenti con il sistema di frenata unificata UBS Yamaha
Nel traffico intenso, il pieno controllo del mezzo è essenziale. Per questo Xenter monta pneumatici sviluppati specificamente, con un’aderenza eccezionale. Grazie alla mescola ottimizzata e al disegno del battistrada, le gomme hanno un’ottima tenuta di strada e un’elevata resistenza all’usura.

Per il massimo controllo della frenata, Xenter adotta un freno a disco anteriore maggiorato da 267mm e un freno a tamburo posteriore da 150mm.

Agendo sulla leva destra si attiva esclusivamente il disco anteriore da 267 mm, agendo invece sulla leva di sinistra lo scooter ripartisce adeguatamente la frenata tra il potente disco anteriore ed il tamburo al retrotreno.

Linee scolpite e design unico, senza rinunciare alla funzionalità

Xenter non è solo performante, pratico e confortevole: è in testa a tutti anche nello stile. Le linee morbide e scolpite della carenatura fluiscono senza soluzione di continuità, per creare l’immagine di un ruota alta contemporaneo. Usando la sovrapposizione di materiali diversi sono state realizzate interessanti forme e superfici, e il caratteristico doppio faro è puro “family feeling” Yamaha.

La strumentazione hi-tech è totalmente affidata ad un display LCD ed aggiunge alle informazioni standard la temperatura atmosferica, l’orologio e i pratici avvisi per la manutenzione. Al tempo stesso è molto più compatta di una analogica, lasciando spazio per un comodo vano che può ospitare il Telepass o altri piccoli oggetti.

La sella è confortevole e spaziosa per il pilota e per il passeggero, che può aggrapparsi a comodi maniglioni integrati nel design dello scooter. La sella nasconde un comodo vano che può contenere la tuta antipioggia e la catena antifurto.

Il gruppo ottico posteriore con fari a LED proietta un fascio luminoso più potente, brillante e durevole rispetto a quelli tradizionali. L’elevatissima velocità di risposta dei LED inoltre aumenta la sicurezza durante la guida, quando una frazione di secondo può fare la differenza.

Xenter adotta di serie il parabrezza con paramani integrato. Il suo design garantisce un’eccellente protezione dal vento e dalla pioggia, anche per le mani, assicurando al pilota sempre ottima visibilità.
Ben integrato nel design dello scooter, il portapacchi permette di montare il nuovo bauletto da 39 litri senza dover aggiungere piastre e/o viti di fissaggio, offerto anche lui di serie. Il bauletto da 39 litri, in tinta con il colore dello scooter, può ospitare comodamente un casco integrale ed altri oggetti.

Borsa interna e cuscino poggia schiena ergonomico sono optional, cosi come il telo copri gambe dedicato.

Yamaha Xenter m.y. 2012 in sintesi:

• Nuovo scooter a ruota alta, dal DNA sportivo
• Motore a 4 tempi SOHC, 4 valvole, raffreddato a liquido: 155 cc e 125 cc
• Mono ammortizzare posteriore che garantisce massima stabilità e confort di guida
• Ruote da 16 pollici con pneumatici dal nuovo design per la massima aderenza e durata
• Freno a disco anteriore maggiorato da 267 mm, freno a tamburo posteriore da 150mm
• Sistema di frenata unificata UBS Yamaha
• Pedana piatta, la più spaziosa della categoria
• Doppio faro anteriore tipicamente Yamaha
• Gruppo ottico posteriore a LED
• Strumentazione LCD
• Portapacchi integrato e gancio portaoggetti
• Vano porta Telepass
• Parabrezza con paramani integrato di serie
• Portapacchi integrato e bauletto 39 lt in tinta

Colori:

• Yamaha Xenter 150: Avalanche White, Midnight Black, London Grey
• Yamaha Xenter 125: Sky Blue, Avalanche White, Midnight Black

Prezzi e disponibilità:

• Yamaha Xenter 150 Prezzo di lancio 2.990 euro f.c. (parabrezza e portapacchi in tinta inclusi).
Disponbilità: novembre 2011
• Yamaha Xenter 125 Prezzo n.d. Disponbilità, gennaio 2012

Yamaha Xenter 125 e 150 MY 2012
Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati