Suzuki GSR750, la naked ambiziosa

Suzuki GSR750, la naked ambiziosaSuzuki GSR750, la naked ambiziosa

Moto che viene moto che va nel listino di Suzuki. Così la GSR750 si aggince a prendere il posto della GSR600 che la casa di Hamamatsu sta per accompagnare verso la pensione. L’erede, ovvero la Suzuki GSR750, non pare però lasciare pienamente soddisfatti gli appassionati. Il design di questa due ruote, che pare grezzo e poco levigato, quasi come se fosse scolpito nella roccia, richiama alcuni dettagli estetici di qualche diretta concorrente. Il motore appare scarsamente rifinito e sorprendono i vari tubi e cavetti a vista. Un passo indietro rispetto alla GSR600 anche per quanto riguarda forcellone e telaio, quest’ultimo in acciaio e non più in alluminio.

Se il look è da rivedere nulla si può dire invece al motore che deriva direttamente dal 4 cilindri che eqiupaggiava la GSX-R 750 del 2005. E’ stato rivisto il propulsore che aumente non tanto la potenza del motore, quanto invece il suo rendimento di tiro ai bassi e medi regimi. Ridotti e migliorati gli attriti e i consumi. La Suzuki GSR750 è una moto dall’assetto decisamente votato più alla guida sportiva che al comfort di viaggio, come suggeriscono le sospensioni poco propense a filtrare le sconnessioni. Questa nuova naked di Suzuki è in vendita al prezzo di 8.190 euro.

Leggi altri articoli in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati