WP_User Object
(
    [data] => stdClass Object
        (
            [ID] => 19
            [user_login] => cuttitta
            [user_pass] => $P$Bg2tYW8MOFNTqm52T5MO9FkfNejox0.
            [user_nicename] => cuttitta
            [user_email] => g.cuttitta@motorionline.com
            [user_url] => 
            [user_registered] => 2016-11-22 10:03:40
            [user_activation_key] => 
            [user_status] => 0
            [display_name] => Gianluca Cuttitta
        )

    [ID] => 19
    [caps] => Array
        (
            [author] => 1
        )

    [cap_key] => wp_capabilities
    [roles] => Array
        (
            [0] => author
        )

    [allcaps] => Array
        (
            [upload_files] => 1
            [edit_posts] => 1
            [edit_published_posts] => 1
            [publish_posts] => 1
            [read] => 1
            [level_2] => 1
            [level_1] => 1
            [level_0] => 1
            [delete_posts] => 1
            [delete_published_posts] => 1
            [NextGEN Gallery overview] => 1
            [NextGEN Upload images] => 1
            [NextGEN Manage gallery] => 1
            [NextGEN Manage tags] => 1
            [NextGEN Edit album] => 1
            [NextGEN Use TinyMCE] => 1
            [NextGEN Manage others gallery] => 1
            [unfiltered_html] => 1
            [author] => 1
        )

    [filter] => 
)

Honda X-ADV 2018, l’aggiornamento di un successo [PROVA SU STRADA]

Dopo il fortunato debutto lo scorso anno, arrivano migliorie e novità

Honda X-ADV 2018 - Per il crossover a due ruote della casa dall'ala dorata arrivano importanti aggiornamenti, come il controllo di trazione a due livelli e la modalità G per il fuoristrada

Honda X-ADV: quattro lettere che segnano un grande successo della casa giapponese. Fin dalla sua prima volta sotto forma di concept, fino agli oltre 3.700 esemplari venduti in Italia nel 2017. Stiamo parlando di un veicolo completamente nuovo, definito da alcuni come il primo SUV a due ruote, capace di affrontare qualsiasi percorso, ma con la praticità di uno scooter, perfetto sia su percorsi sterrati che per gli spostamenti di tutti i giorni. Il nuovo modello di Honda X-ADV per il 2018, in termini di sicurezza, presenta due importanti aggiornamenti: l’adozione del controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control ) a 2 livelli e disinseribile e la modalità G, pensata per i più estremi che vogliono abbattersi in offroad.

Honda_X-ADV_MY18_02

Inoltre Honda X-ADV è ora disponibile in una versione da 35 kW, dedicata alla clientela con patente A2. Questa versione gode poi di un apposito kit, che prevede la possibilità di riportarlo a potenza piena. In termini tecnici la differenza di guida è davvero minima, in quanto nello scatto da 0-100 metri il tempo è addirittura identico. Il MY2018, come il precedente X-ADV, nonchè di tutta la famiglia NC, si avvale dell’ormai famoso cambio a doppia frizione DCT, che in questi anni si è dimostrato sempre più interessante per gli appassionati dell’ala dorata. Un’esclusività che, ancora oggi, solo Honda è in grado di offrire ed è una trasmissione che equipaggia alcune tra le moto più vendute in Italia, come per esempio, Integra e tutti i modelli che ruotano intorno alla piattaforma della gamma NC 750, basata sul propulsore bicilindrico parallelo. Sugli scooter il cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) è l’unica soluzione possibile, sulle moto è alternativa ad un classico manuale a 6 rapporti, con la leva della frizione a cui siamo abituati.

Honda_X-ADV_MY18_03

Il design in perfetto stile rally è stato pensato e disegnato dal centro stile Honda di Roma. E’ il primo esempio di crossover (o SUV) a due ruote, capace di affrontare qualsiasi percorso, mantenendo le qualità per cui è stato progettato ed uno spirito avventuroso. Le linee sono caratterizzate da un’estetica “movimentata”, la protezione dal vento è invece garantita con il parabrezza, che è regolabile in maniera manuale su 5 posizioni. La differenza tra le due posizioni estreme è di 136 mm, con una variazione di 11° tra il punto più basso e quello alto. L’X-ADV è riconoscibile anche in piena notte, grazie al gruppo ottico sdoppiato anteriore con luci a LED, mentre per il posteriore è a doppia lente pienamente integrato con la struttura del codone dello scooter. Il quadro strumenti, anch’esso con un look da moto rally-raid, è digitale, con un display LCD e propone tutti i dati necessari per tenere ogni cosa sotto controllo, dal contagiri circolare, al grande tachimetro e all’indicatore di marcia inserita. Per un veicolo pratico, non può mancare un sottosella da 21 litri, che può ospitare un casco integrale, illuminato da un piccolo LED e con presa da 12 V, per ricaricare i device che portiamo abitualmente con noi.

Honda_X-ADV_MY18_04

Tuttavia, nonostante il suo aspetto massiccio, l’X-ADV è dotato, come una vera moto da enduro che si rispetti, di paramani e di un paramotore in alluminio che, in caso di percorsi impegnativi, proteggono da sassi e dai colpi la meccanica del mezzo e le mani del suo pilota. La trasmissione finale è protetta da un generoso carter, che la preserva da sporco e urti accidentali. Su un modello come questo non poteva mancare la praticissima e comoda Smart Key, che permette, tenendola in tasca o comunque nel raggio dei 2 metri, di accendere il proprio X-ADV. La posizione in sella è comoda, grazie alla sella imbottita che dista da terra a 820 mm e l’impugnatura dell’ampio manubrio, che è a 910 mm di altezza, per conferire eccellenti direzionalità e stabilità su qualsiasi tipo di terreno.

Motore
Honda_X-ADV_MY18_05

Il propulsore è l’efficientissimo bicilindrico parallelo a corsa lunga da 745 cc. I valori di potenza e coppia, che garantiscono accelerazioni e riprese vigorose, sono pari a 55 CV a 6.250 giri/min e 68 Nm a 4.750 giri, coadiuvato dal cambio DCT, con cui interagisce in modo ottimale. Le principali novità di questa nuova Honda X-ADV 2018, riguardano il limitatore di giri spostato di 900 giri più in alto (quindi a 7.500), che consentono un maggior allungo, soprattutto quando il pilota utilizza la modalità “MT” (Manual Trasmission) oppure la sportiva “S”. Per rendere la guida divertente e confortevole al tempo stesso, l’X-ADV è poi dotato di due contralberi, che riducono al minimo le vibrazioni. Questo motore, tecnologicamente avanzato, è stato studiato con l’albero a camme che muove anche la pompa dell’acqua e uno di questi due contralberi aziona anche la pompa dell’olio. Altra novità, per la guida in fuoristrada e su fondi sdruciolevoli, è l’adozione del controllo di trazione HSTC a 2 livelli. Il livello 2 è di default, mentre il livello 1 è più adatto ad una guida su fondi viscidi, come terra e fango. Entrambi i livelli sono escludibili, tenendo premuto a lungo il tasto posto sul manubrio. Infine il cambio Honda DCT, che utilizza due frizioni coassiali, una per le partenze e le marce dispari, l’altra per le marce pari. Questo sistema è dotato di due modalità automatiche (AT) e della modalità per cambi marcia manuali (MT), tramite i tasti sulla parte sinistra del manubrio. Per una guida rilassata, con una riduzione dei consumi, la modalità drive (D) è la più consona, mentre le modalità sport (S) sono adatte per i più “smanettoni”, o comunque per quei frangenti in cui si ricerca una guida più sportiva. E se volessimo affrontare un sorpasso, o un tornante ad un rapporto superiore o inferiore, non c’è da preoccuparsi. Si agisce direttamente sui tasti al manubrio, qualsiasi sia la modalità di guida impostata in quel momento. Il cambio DCT è poi in grado di riconoscere salite e discese, consentendo al bicilindrico di sfruttare al meglio ogni singola marcia, mantenendo il rapporto adeguato durante il tratto di strada che si sta affrontando.

Honda_X-ADV_MY18_06

Fino a qui nulla di nuovo, ma da quest’anno, come avviene già sull’Africa Twin, anche il nuovo X-ADV si può giovare della modalità “G”. Non è il bottone magico delle donne, tranquilli, stiamo parlando di una modalità dedicata specificatamente alla guida in fuoristrada, che permette la massima trazione, riducendo lo slittamento delle frizioni durante la marcia.

Telaio e ciclistica.
La robusta struttura tubolare dell’X-ADV mantiene il layout della serie NC/Integra, quest’ultimo con l’aspetto da scooter e con la presenza nella zona posteriore del vano sottosella. Parlando di numeri, l’Honda X-ADV ha una inclinazione di sterzo di 27°, l’avancorsa pari a 104 mm, con un interasse di 1.590. Certo è che, il SUV a 2 ruote è agile, oltre che essere in grado di sterzare in appena 2,8 metri. Se volessimo invece andare alla ricerca di sterrati fuori dalla città, lui è pronto a tutto. Non ci dobbiamo preoccupare, ci pensano le sospensioni a lunga escursione (153,5 mm all’anteriore e 150 mm al posteriore) a determinare un’altezza da terra di ben 162 mm. La forcella a steli rovesciati da 41 mm è regolabile nel precarico e in estensione, mentre il mono ammortizzatore posteriore (con leveraggio progressivo Pro‑Link), presenta la sola taratura del precarico molla. Honda X-ADV 2018 è equipaggiato con ruote da 17″, all’anteriore, mentre è da 15 il posteriore (scelta che avvantaggia il sottosella, nel confronto con l’Integra). I cerchi a raggi montano pneumatici 120/70 e 160/60. Una larga sezione, in modo da facilitare il pieno controllo negli sterrati.

Honda_X-ADV_MY18_07

L’X-ADV si attesta a quota 239 kg, con il pieno di benzina. Per quanto riguarda invece l’impianto frenante, all’anteriore troviamo dei dischi da 296 mm, accompagnati da pinze radiali a 4 pistoncini della Nissin, mentre per il posteriore la scelta è ricaduta su un disco da 240 mm, che agisce con una singola pinza a pistoncino. Per chi volesse regalare uno stile ancor più avventuroso all’X-AVD, non possono mancare degli utili accessori: un solido portapacchi con maniglie integrate per il passeggero, due bauletti (da 45 litri uno e 35 litri l’altro) e, per migliorare la protezione aerodinamica, sono disponibili dei deflettori. Troviamo poi finiture personalizzate, come le pedane in metallo, le barre antiurto ed i fari fendinebbia a LED.

La nostra prova
Honda_X-ADV_MY18_08

Non è una novità assoluta, dato che lo scorso anno lo abbiamo provato in anteprima alla presentazione stampa e poi durante la classica e più lunga prova su strada, ma ogni volta la curiosità verso questo scooter / moto certamente unico nel suo genere, è molta. Saliti in sella ci troviamo subito a nostro agio, con il manubrio largo ed i piedi che appoggiano bene a terra (la sella è posta a 820 mm da terra). Il tunnel centrale obbliga allo scavalcamento per salire, proprio come una moto. Il comfort è comunque molto elevato. Fra le cose che colpiscono di più, c’è indubbiamente la protezione con il cupolino regolabile su 5 posizioni ed il grande scudo anteriore, che ci ripara le gambe.

Honda_X-ADV_MY18_12

L’X-ADV sia su strada, sia durante le escursioni tra sentieri o sterrati, offre una posizione di seduta rilassata, ma favorisce anche una guida in piedi, grazie alle opzionali pedane enduristiche sui lati. In rettilineo le vibrazioni sono minime ed il comfort è davvero notevole, salvaguardando inoltre la schiena del pilota, cosa da non poco. L’avviamento con la Smart Key (la cosiddetta chiave intelligente) è molto facile e elimina l’incombenza di inserire la chiave. Il cruscotto è ampio, ben leggibile e rifinito in ogni dettaglio.

Honda_X-ADV_MY18_10

Partiamo con la modalità Drive, la più indicata per gli spostamenti urbani e l’utilizzo più rilassato. L’erogazione della potenza è molto dolce e ci permette di girare a fondo la manopola del gas, senza nessun timore. Una volta raggiunto il giusto feeling si sente subito l’agilità di questo X-ADV di casa Honda. La stabilità è ottima su qualsiasi terreno, la sensazione generale è quella di una maggiore stabilità in ogni condizione di guida come già provato in Sardegna l’anno scorso, assorbe buche e manti stradali poco uniformi e la taratura standard delle sospensioni è molto azzeccata, trasmette la giusta sicurezza.

Honda_X-ADV_MY18_13

Il motore è il noto bicilindrico parallelo a corsa lunga da 745 cc, che guadagna ora 900 giri in allungo, arrivando ora alla soglia di 7.500. Aumenta così il piacere di guida quando si utilizza tutta la potenza a disposizione, a manetta completamente aperta e con le modalità più sportive del cambio, oppure usando in manuale. In modalità automatica la cambiata è sempre “giusta”, riesce a leggere sempre meglio le intenzioni del pilota ed il contesto di utilizzo, soprattutto se pensiamo alle prime versioni del DCT. La vera novità è la modalità “G”, che è dedicata all’off road (nel parlato puoi inserire una battuta…), proprio come avviene sulla Africa Twin. Oltre che ideale per massimizzare l’efficienza dei consumi, il DCT ora è un partner perfetto per garantire la miglior trazione sul viscido o sulla terra, rendendo più semplice ed alla portata di tutti la guida in questi contesti.

Resta invece invariata la ciclistica, apprezzata e sempre all’altezza della situazione. Nei cambi di direzione l’X-ADV è bello reattivo, con un inserimento semplicemente, soprattutto se ben assecondato con lo spostamento del corpo. L’ottimo bilanciamento del peso consente di gestire l’ingente peso, anche senza una guida troppo fisica, grazie ad un perfetto equilibrio tra ciclistica ed elettronica. A facilitare questa sensazione ci pensa il nuovo controllo di trazione “HSTC”, che rende la guida più sicura ed allo stesso tempo più veloce in curva. A controllo spento la modalità G rende invece il traverso facile e meglio gestibile, per chi ci si voglia cimentare. Buona la frenata, che risulta decisa, ma morbida il giusto, con una azione limitata dell’ABS, perfetta e mai invasiva.

Honda_X-ADV_MY18_14

In conclusione il nuovo Honda X-ADV è una conferma con due importanti migliorie, controllo di trazione e modalità G. Si tratta di un mezzo ancora senza un concorrente diretto ed in grado di convincere quando lo si guida, forse maggiormente che guardando il suo aspetto decisamente particolare.

Prezzo e colori 2018
Honda_X-ADV_MY18_09

Quanto ai colori, sono disponibili eleganti e al tempo stesso grintose livree, come il Digital Silver Metallic ed il Matt Bullet Silver, mentre le novità 2018 sono il Candy Chromosphere Red, il Mat Pearl Glare White (Tricolour HRC) ed infine il Grand Prix Red (CRF Rally Red). Il prezzo del nuovo  Honda X-ADV 2018 è di 11.740 euro.

Abbigliamento usato nel test: 
Giacca: Alpinestars Volcano Drystar
Pantaloni: Alpinestars Hyper Drystar
Guanti: Alpinestars Valparaiso
Stivali: Alpinestars Tech T
Casco: Arai Tour-X4

Vota questo Articolo
Leggi altri articoli in Honda

Lascia un commento

2 commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  1. Florio

    13 febbraio 2018 at 19:10

    Non Puo’ in Nessun Modo Essere Paragonato ad uno Scooter che per sua Definizione e’ Agile, Leggero, Pratico,mentre l’ XADV pesa la Bellezza di 239 kg.

  2. Matteo Pozzi

    19 febbraio 2018 at 12:11

    Florio, un maxiscooter pesa poco meno di un X-ADV, ce ne sono anzi di più pesanti. Quanto alla agilità e praticità va provato, perché ti garantiamo che è difficile non travarlo comodo e perfetto anche per l’uso cittadino tipico da scooter.

Articoli correlati

Honda X-ADV 2018, l’aggiornamento di un successo [PROVA SU STRADA]

Dopo il fortunato debutto lo scorso anno, arrivano migliorie e novità

di 12 febbraio, 2018
Honda X-ADV 2018 - Per il crossover a due ruote della casa dall'ala dorata arrivano importanti aggiornamenti, come il controllo di trazione a due livelli e la modalità G per il fuoristrada

Honda X-ADV: quattro lettere che segnano un grande successo della casa giapponese. Fin dalla sua prima volta sotto forma di concept, fino agli oltre 3.700 esemplari venduti in Italia nel 2017. Stiamo parlando di un veicolo completamente nuovo, definito da alcuni come il primo SUV a due ruote, capace di affrontare qualsiasi percorso, ma con la praticità di uno scooter, perfetto sia su percorsi sterrati che per gli spostamenti di tutti i giorni. Il nuovo modello di Honda X-ADV per il 2018, in termini di sicurezza, presenta due importanti aggiornamenti: l’adozione del controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control ) a 2 livelli e disinseribile e la modalità G, pensata per i più estremi che vogliono abbattersi in offroad.

Honda_X-ADV_MY18_02

Inoltre Honda X-ADV è ora disponibile in una versione da 35 kW, dedicata alla clientela con patente A2. Questa versione gode poi di un apposito kit, che prevede la possibilità di riportarlo a potenza piena. In termini tecnici la differenza di guida è davvero minima, in quanto nello scatto da 0-100 metri il tempo è addirittura identico. Il MY2018, come il precedente X-ADV, nonchè di tutta la famiglia NC, si avvale dell’ormai famoso cambio a doppia frizione DCT, che in questi anni si è dimostrato sempre più interessante per gli appassionati dell’ala dorata. Un’esclusività che, ancora oggi, solo Honda è in grado di offrire ed è una trasmissione che equipaggia alcune tra le moto più vendute in Italia, come per esempio, Integra e tutti i modelli che ruotano intorno alla piattaforma della gamma NC 750, basata sul propulsore bicilindrico parallelo. Sugli scooter il cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) è l’unica soluzione possibile, sulle moto è alternativa ad un classico manuale a 6 rapporti, con la leva della frizione a cui siamo abituati.

Honda_X-ADV_MY18_03

Il design in perfetto stile rally è stato pensato e disegnato dal centro stile Honda di Roma. E’ il primo esempio di crossover (o SUV) a due ruote, capace di affrontare qualsiasi percorso, mantenendo le qualità per cui è stato progettato ed uno spirito avventuroso. Le linee sono caratterizzate da un’estetica “movimentata”, la protezione dal vento è invece garantita con il parabrezza, che è regolabile in maniera manuale su 5 posizioni. La differenza tra le due posizioni estreme è di 136 mm, con una variazione di 11° tra il punto più basso e quello alto. L’X-ADV è riconoscibile anche in piena notte, grazie al gruppo ottico sdoppiato anteriore con luci a LED, mentre per il posteriore è a doppia lente pienamente integrato con la struttura del codone dello scooter. Il quadro strumenti, anch’esso con un look da moto rally-raid, è digitale, con un display LCD e propone tutti i dati necessari per tenere ogni cosa sotto controllo, dal contagiri circolare, al grande tachimetro e all’indicatore di marcia inserita. Per un veicolo pratico, non può mancare un sottosella da 21 litri, che può ospitare un casco integrale, illuminato da un piccolo LED e con presa da 12 V, per ricaricare i device che portiamo abitualmente con noi.

Honda_X-ADV_MY18_04

Tuttavia, nonostante il suo aspetto massiccio, l’X-ADV è dotato, come una vera moto da enduro che si rispetti, di paramani e di un paramotore in alluminio che, in caso di percorsi impegnativi, proteggono da sassi e dai colpi la meccanica del mezzo e le mani del suo pilota. La trasmissione finale è protetta da un generoso carter, che la preserva da sporco e urti accidentali. Su un modello come questo non poteva mancare la praticissima e comoda Smart Key, che permette, tenendola in tasca o comunque nel raggio dei 2 metri, di accendere il proprio X-ADV. La posizione in sella è comoda, grazie alla sella imbottita che dista da terra a 820 mm e l’impugnatura dell’ampio manubrio, che è a 910 mm di altezza, per conferire eccellenti direzionalità e stabilità su qualsiasi tipo di terreno.

Motore
Honda_X-ADV_MY18_05

Il propulsore è l’efficientissimo bicilindrico parallelo a corsa lunga da 745 cc. I valori di potenza e coppia, che garantiscono accelerazioni e riprese vigorose, sono pari a 55 CV a 6.250 giri/min e 68 Nm a 4.750 giri, coadiuvato dal cambio DCT, con cui interagisce in modo ottimale. Le principali novità di questa nuova Honda X-ADV 2018, riguardano il limitatore di giri spostato di 900 giri più in alto (quindi a 7.500), che consentono un maggior allungo, soprattutto quando il pilota utilizza la modalità “MT” (Manual Trasmission) oppure la sportiva “S”. Per rendere la guida divertente e confortevole al tempo stesso, l’X-ADV è poi dotato di due contralberi, che riducono al minimo le vibrazioni. Questo motore, tecnologicamente avanzato, è stato studiato con l’albero a camme che muove anche la pompa dell’acqua e uno di questi due contralberi aziona anche la pompa dell’olio. Altra novità, per la guida in fuoristrada e su fondi sdruciolevoli, è l’adozione del controllo di trazione HSTC a 2 livelli. Il livello 2 è di default, mentre il livello 1 è più adatto ad una guida su fondi viscidi, come terra e fango. Entrambi i livelli sono escludibili, tenendo premuto a lungo il tasto posto sul manubrio. Infine il cambio Honda DCT, che utilizza due frizioni coassiali, una per le partenze e le marce dispari, l’altra per le marce pari. Questo sistema è dotato di due modalità automatiche (AT) e della modalità per cambi marcia manuali (MT), tramite i tasti sulla parte sinistra del manubrio. Per una guida rilassata, con una riduzione dei consumi, la modalità drive (D) è la più consona, mentre le modalità sport (S) sono adatte per i più “smanettoni”, o comunque per quei frangenti in cui si ricerca una guida più sportiva. E se volessimo affrontare un sorpasso, o un tornante ad un rapporto superiore o inferiore, non c’è da preoccuparsi. Si agisce direttamente sui tasti al manubrio, qualsiasi sia la modalità di guida impostata in quel momento. Il cambio DCT è poi in grado di riconoscere salite e discese, consentendo al bicilindrico di sfruttare al meglio ogni singola marcia, mantenendo il rapporto adeguato durante il tratto di strada che si sta affrontando.

Honda_X-ADV_MY18_06

Fino a qui nulla di nuovo, ma da quest’anno, come avviene già sull’Africa Twin, anche il nuovo X-ADV si può giovare della modalità “G”. Non è il bottone magico delle donne, tranquilli, stiamo parlando di una modalità dedicata specificatamente alla guida in fuoristrada, che permette la massima trazione, riducendo lo slittamento delle frizioni durante la marcia.

Telaio e ciclistica.
La robusta struttura tubolare dell’X-ADV mantiene il layout della serie NC/Integra, quest’ultimo con l’aspetto da scooter e con la presenza nella zona posteriore del vano sottosella. Parlando di numeri, l’Honda X-ADV ha una inclinazione di sterzo di 27°, l’avancorsa pari a 104 mm, con un interasse di 1.590. Certo è che, il SUV a 2 ruote è agile, oltre che essere in grado di sterzare in appena 2,8 metri. Se volessimo invece andare alla ricerca di sterrati fuori dalla città, lui è pronto a tutto. Non ci dobbiamo preoccupare, ci pensano le sospensioni a lunga escursione (153,5 mm all’anteriore e 150 mm al posteriore) a determinare un’altezza da terra di ben 162 mm. La forcella a steli rovesciati da 41 mm è regolabile nel precarico e in estensione, mentre il mono ammortizzatore posteriore (con leveraggio progressivo Pro‑Link), presenta la sola taratura del precarico molla. Honda X-ADV 2018 è equipaggiato con ruote da 17″, all’anteriore, mentre è da 15 il posteriore (scelta che avvantaggia il sottosella, nel confronto con l’Integra). I cerchi a raggi montano pneumatici 120/70 e 160/60. Una larga sezione, in modo da facilitare il pieno controllo negli sterrati.

Honda_X-ADV_MY18_07

L’X-ADV si attesta a quota 239 kg, con il pieno di benzina. Per quanto riguarda invece l’impianto frenante, all’anteriore troviamo dei dischi da 296 mm, accompagnati da pinze radiali a 4 pistoncini della Nissin, mentre per il posteriore la scelta è ricaduta su un disco da 240 mm, che agisce con una singola pinza a pistoncino. Per chi volesse regalare uno stile ancor più avventuroso all’X-AVD, non possono mancare degli utili accessori: un solido portapacchi con maniglie integrate per il passeggero, due bauletti (da 45 litri uno e 35 litri l’altro) e, per migliorare la protezione aerodinamica, sono disponibili dei deflettori. Troviamo poi finiture personalizzate, come le pedane in metallo, le barre antiurto ed i fari fendinebbia a LED.

La nostra prova
Honda_X-ADV_MY18_08

Non è una novità assoluta, dato che lo scorso anno lo abbiamo provato in anteprima alla presentazione stampa e poi durante la classica e più lunga prova su strada, ma ogni volta la curiosità verso questo scooter / moto certamente unico nel suo genere, è molta. Saliti in sella ci troviamo subito a nostro agio, con il manubrio largo ed i piedi che appoggiano bene a terra (la sella è posta a 820 mm da terra). Il tunnel centrale obbliga allo scavalcamento per salire, proprio come una moto. Il comfort è comunque molto elevato. Fra le cose che colpiscono di più, c’è indubbiamente la protezione con il cupolino regolabile su 5 posizioni ed il grande scudo anteriore, che ci ripara le gambe.

Honda_X-ADV_MY18_12

L’X-ADV sia su strada, sia durante le escursioni tra sentieri o sterrati, offre una posizione di seduta rilassata, ma favorisce anche una guida in piedi, grazie alle opzionali pedane enduristiche sui lati. In rettilineo le vibrazioni sono minime ed il comfort è davvero notevole, salvaguardando inoltre la schiena del pilota, cosa da non poco. L’avviamento con la Smart Key (la cosiddetta chiave intelligente) è molto facile e elimina l’incombenza di inserire la chiave. Il cruscotto è ampio, ben leggibile e rifinito in ogni dettaglio.

Honda_X-ADV_MY18_10

Partiamo con la modalità Drive, la più indicata per gli spostamenti urbani e l’utilizzo più rilassato. L’erogazione della potenza è molto dolce e ci permette di girare a fondo la manopola del gas, senza nessun timore. Una volta raggiunto il giusto feeling si sente subito l’agilità di questo X-ADV di casa Honda. La stabilità è ottima su qualsiasi terreno, la sensazione generale è quella di una maggiore stabilità in ogni condizione di guida come già provato in Sardegna l’anno scorso, assorbe buche e manti stradali poco uniformi e la taratura standard delle sospensioni è molto azzeccata, trasmette la giusta sicurezza.

Honda_X-ADV_MY18_13

Il motore è il noto bicilindrico parallelo a corsa lunga da 745 cc, che guadagna ora 900 giri in allungo, arrivando ora alla soglia di 7.500. Aumenta così il piacere di guida quando si utilizza tutta la potenza a disposizione, a manetta completamente aperta e con le modalità più sportive del cambio, oppure usando in manuale. In modalità automatica la cambiata è sempre “giusta”, riesce a leggere sempre meglio le intenzioni del pilota ed il contesto di utilizzo, soprattutto se pensiamo alle prime versioni del DCT. La vera novità è la modalità “G”, che è dedicata all’off road (nel parlato puoi inserire una battuta…), proprio come avviene sulla Africa Twin. Oltre che ideale per massimizzare l’efficienza dei consumi, il DCT ora è un partner perfetto per garantire la miglior trazione sul viscido o sulla terra, rendendo più semplice ed alla portata di tutti la guida in questi contesti.

Resta invece invariata la ciclistica, apprezzata e sempre all’altezza della situazione. Nei cambi di direzione l’X-ADV è bello reattivo, con un inserimento semplicemente, soprattutto se ben assecondato con lo spostamento del corpo. L’ottimo bilanciamento del peso consente di gestire l’ingente peso, anche senza una guida troppo fisica, grazie ad un perfetto equilibrio tra ciclistica ed elettronica. A facilitare questa sensazione ci pensa il nuovo controllo di trazione “HSTC”, che rende la guida più sicura ed allo stesso tempo più veloce in curva. A controllo spento la modalità G rende invece il traverso facile e meglio gestibile, per chi ci si voglia cimentare. Buona la frenata, che risulta decisa, ma morbida il giusto, con una azione limitata dell’ABS, perfetta e mai invasiva.

Honda_X-ADV_MY18_14

In conclusione il nuovo Honda X-ADV è una conferma con due importanti migliorie, controllo di trazione e modalità G. Si tratta di un mezzo ancora senza un concorrente diretto ed in grado di convincere quando lo si guida, forse maggiormente che guardando il suo aspetto decisamente particolare.

Prezzo e colori 2018
Honda_X-ADV_MY18_09

Quanto ai colori, sono disponibili eleganti e al tempo stesso grintose livree, come il Digital Silver Metallic ed il Matt Bullet Silver, mentre le novità 2018 sono il Candy Chromosphere Red, il Mat Pearl Glare White (Tricolour HRC) ed infine il Grand Prix Red (CRF Rally Red). Il prezzo del nuovo  Honda X-ADV 2018 è di 11.740 euro.

Abbigliamento usato nel test: 
Giacca: Alpinestars Volcano Drystar
Pantaloni: Alpinestars Hyper Drystar
Guanti: Alpinestars Valparaiso
Stivali: Alpinestars Tech T
Casco: Arai Tour-X4

http://moto.motorionline.com/2018/02/12/honda-x-adv-2018-laggiornamento-di-un-successo-prova-su-strada/