Anlas Winter Grip Plus, il test delle gomme invernali da moto

La casa turca rivoluziona il settore con un prodotto M+S unico

di

Nulla prima d'ora su questi livelli, le abbiamo provate lungo il tragitto verso la Elefantentreffen, restando davvero sorpresi. Difetti? Pochi

Anlas Winter Grip Plus, il test delle gomme invernali da moto

Abbiamo testato le gomme invernali da moto, Winter Grip Plus del costruttore turco Anlas, ma non ci siamo accontentati del solito giro alle porte di Milano, le abbiamo portate all’Elefantentreffen, per metterle alla frusta per 1500 km di autostrade, statali e strade di campagna tedesche, nelle condizioni peggiori che l’inverno può offrire.

Anlas è l’azienda di pneumatici turca leader nel proprio Paese nel settore moto, ma soprattutto da qualche anno sta cercando di guadagnarsi un ruolo importante anche i Europa, con prodotti dalle caratteristiche uniche. Ad esempio, nel 2015 ha lanciato le Winter Grip Plus e nel 2017 ha esteso le misure, arrivando all’enorme 190/55WR17, così coprendo praticamente tutta la gamma sul mercato. Winter Grip Plus, è uno pneumatico invernale M+S (mud + snow), con struttura a lamelle (simile a quella impiegata sugli pneumatici da neve per auto), che sfrutta l’utilizzo di innovativi polimeri, combinati alla tecnologia “Zero Degree Radial”, che si prefigge il non semplice obbiettivo di rendere sicuro l’utilizzo della nostra amata due ruote anche nei mesi peggiori dell’anno, quando gli asfalti si coprono di sale, umidità e gelo.

Il nostro test
Anlas_Winter_Grip_Plus_test_2018_02

Per capire se in Anlas ce l’abbiano fatta, le abbiamo montate su una Bmw F800GS Adventure e ci siamo andati all’Elefantentreffen conclusa lo scorso week end. La pressione di esercizio rispetto a quelle consigliate per le coperture standard deve essere inferiore di 0,2 o 0,4 bar a seconda dello stile di guida e necessitano di un rodaggio di circa 250 – 300 km per eliminare la paraffina a protezione della mescola delle lamelle. La gomma ha un disegno quasi tassellato, con un rapporto tra pieni e vuoti studiato per drenare l’acqua in caso di asfalto molto bagnato, che esteticamente risulta molto aggressivo. Abbiamo viaggiato a temperature tra i -7 ed i + 3 gradi, incontrando in Austria neve per circa 140 km di autostrada, pioggia e asfalto costantemente bagnato e coperto di sale. Le Winter Grip Plus entrano praticamente subito in temperatura, in autostrada a velocità da codice non sono per nulla rumorose e tengono perfettamente la traiettoria impostata.

Le abbiamo particolarmente apprezzate sull’autostrada al Passo del Brennero, affrontata due volte, al ritorno alle 23:00 di notte, con – 7 gradi e con strada completamente coperta di sale e neve bagnata. Il feeling è stato davvero ottimo, con l’anteriore inchiodato all’asfalto, nessun ondeggiamento in curva. Su quel tratto di curve ce ne sono parecchie e, malgrado le condizioni pessime dell’asfalto, che inizialmente incutono timore e suggeriscono di andarci cauti, dopo pochi chilometri abbiamo iniziato ad affrontare pieghe a velocità di crociera al limite del codice, con la sicurezza di appoggio e tenuta da condizioni praticamente estive. Non è mai entrato in gioco il controllo di trazione e mai abbiamo percepito il minimo ondeggiamento, nemmeno a moto inclinata, passando da asfalto umido ad asfalto gelido e coperto di sale. Per avere un raffronto diretto, la moto che viaggiava insieme alla nostra, ma con una gomma tradizionale, viaggiava anche a 50-70 Km/h in meno di noi, con minor sicurezza e sfruttando a volte la “mano santa” dell’elettronica. Una differenza quindi davvero molto importante in termine di grip in queste condizioni.

Anche sul bagnato, sotto la pioggia nella foresta Loh in Germania, con la neve ai lati della carreggiata a creare canali di acqua, sul manto stradale macchiato di bianco dal sale tedesco, le Anlas Winter Grip Plus hanno fatto la differenza tra un’andatura da bradipo ed una più spedita e sicura, accompagnata solo da una guida rotonda per evitare sollecitazioni eccessive. L’unico dettaglio a cui occorra fare un minimo di abitudine, forse dovuto alla pressione inferiore rispetto alle coperture di serie, è una leggera resistenza nello scendere in piega. In autostrada in Germania le abbiamo persino portate a 190 Km/h, approfittando dei tratti senza limite di velocità, con moto sempre stabile e senza una rumorosità eccessiva. Quindi in sintesi, si, le Winter Grip Plus della Anlas, riescono nell’obbiettivo del costruttore di darci una copertura davvero affidabile in inverno, che entra subito in temperatura, dove gomme standard probabilmente non la raggiungerebbero nemmeno, con un gran grip sul bagnato, una carcassa davvero rigida, che assicura ottima stabilità anche a moto di peso importante, a velocità ben oltre il codice stradale italiano. Certo, la spalla non offre la sensazione di grip di una sportiva, anche per le lamelle che tagliano il tassello, ma non è per questo che è stata progettata, piuttosto per permettere di affrontare manti stradali in condizioni “allucinanti”, con un feeling di aderenza all’avantreno davvero ottimo ed una gradevolissima sensazione di sicurezza trasmessa al pilota. Questo anche e soprattutto in frenata, a temperature polari, dove le gomme tradizionali di certo non permetterebbero di tenere le stesse andature.

Le nostre conclusioni
sdr

Per aggiudicarsele bisogna pagare un prezzo importante, con un listino che va da 270 a 330 euro in base alle misure (a cui va applicata la scontistica di rito ed aggiunto il montaggio), circa 30 euro in più a gomma rispetto ad un buon prodotto tradizionale. Può sembrare parecchio per una copertura invernale, ma la sicurezza in moto e la capacità di rendere bene anche fuori dalla stagione invernale, ripagano ampiamente della spesa. In questo dobbiamo riferirci ai test strumentali effettuati dalla stampa internazionale, che parlano di prestazioni similari anche se usate al caldo estivo, a differenza delle coperture invernali da auto (che possono invece far segnare perdite di grip nell’ordine di almeno il 20-30%), mente l’unico sostanziale svantaggio dell’utilizzo delle Anlas Winter Grip Plus per 12 mesi all’anno è una riduzione della loro durata, per un maggior consumo nella stagione calda, misurabile in un 20% circa. La possibilità quindi di evitare il cambio gomme tra estate ed inverno, è una caratteristica voluta e ricercata, una cosa ben lontana da quanto siamo abituati a vedere con le gomme da neve in campo automobilistico, ma ricordiamoci che gli scopi sono molto diversi. Le ottime Anlas Winter Grip Plus sono studiate per condizioni estreme, ma non per la neve alta, dove occorre sempre un tassellato tecnico, abbinato magari ad una motocicletta da enduro ben più leggera di quella che abbiamo utilizzato nel nostro test.

6th febbraio, 2018

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini