Harley Davidson: arriva LiveWire, zero emissioni ma anche zero rombo

Tra le caratteristiche un peso ridotto e un'autonomia di 160 km

di

Le linee sono di derivazione decisamente Buell, per conferire alla nuova nata un aspetto sportivo e capace di conquistare un pubblico più trasversale

Harley Davidson: arriva LiveWire, zero emissioni ma anche zero rombo

Harley Davidson – E alla fine la tecnologia elettrica conquisto anche Harley Davidson. Dopo i primi rendering circoli in rete nelle scorse settimane, adesso le foto reali danno l’ufficialità a una voce attesa da tempo: Harley Davidson produrrà la prima moto 100% elettrica.

Rivoluzione o involuzione è presto per dirlo, visto che le certezze intorno q questo progetto sono comunque poche. Quello che non possiamo non sottolineare è la scelta, anzi la svolta, epocale che ha preso la casa americana che con la sua LiveWire tradisce, almeno in questa occasione, la sua storia fatta di motori potenti e dal suono inconfondibile per creare un prodotto da zero emissioni. Matt Levatich, amministratore delegato hd, si è sbilanciato anche sui tempi di realizzazine, affermando che la moto sarà pronta entro 18 mesi. L’annuncio ha suscitato non poche perplessità perché arriva da un’azienda che ha fatto del rombo del motore una sua caratteristica, ma Harley Davidson ostenta sicurezza, forte del fatto che il mercato delle moto elettriche, er quanto ancora limitato, è in crescita e la società si pone come obiettivo quello di diventarne presto leader. Il cheif financial officer, John Olin, ha aggiunto che Harley Davidson intende spendere dai 25 ai 50 milioni di dollari all’anno nei prossimi anni sulla tecnologia elettrica.

Harley Davidson-elettrica-1

Secondo le prime indiscrezioni, tra le caratteristiche principali di LiveWire ci sarà quella di essere leggerissima. Qualcuno sussurra più con un peso più vicino a una bicicletta che a una motocicletta e avrà un’autonomia di almeno 160 km. Le linee sono di derivazione decisamente Buell, per conferire alla nuova nata un aspetto sportivo e capace di conquistare un pubblico più trasversale. A patto, però di avere un bel contro in banca, visto che non dovrebbe costare meno di 50.000 euro.

1st febbraio, 2018

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini