MIVV si fa in due: ecco gli scarichi per Kymco AK 550 e Yamaha T-Max 530

Per lo scooter orientale disponibile la sola sostituzione del terminale di scarico oppure il full system 2 in 1

di

Per il T-Max 2017 MIVV propone esclusivamente sistemi completi (terminale + collettori + catalizzatore) realizzati utilizzando le stesse versioni dei terminali SPEED EDGE e OVAL

MIVV si fa in due: ecco gli scarichi per Kymco AK 550 e Yamaha T-Max 530

MIVV – Da sempre il marchio MIVV è impegnato sulle due grandi famiglie delle due ruote. L’elenco degli scarichi disponibili per moto e scooter è costantemente aggiornato e comprende una fetta consistente di modelli 2017. Per quanto riguarda i maxiscooter, sono stati presi in esame l’Honda X-ADV 750, presentato con scarico personalizzato anche a livello di logo allo stand MIVV di EICMA, al quale sono seguiti Kymco AK 550 e Yamaha T-Max 530. Si tratta di modelli dotati di performance che vanno ben oltre quanto richiesto dai classici commuter cittadini, diventando all’occorrenza mezzi adatti al turismo e ai lunghi trasferimenti.

Concentrandosi Kymco AK 550, si deve sottolineare come MIVV lavori sulla gamma della casa da una decina d’anni presentando scarichi per tutti i modelli e le cilindrate, dall’Agility 125 all’ Xciting 500. All’elenco si aggiunge ora il nuovo “sport touring” AK 550 (sospensioni, ruote e freni Brembo con pinze radiali gli fanno guadagnare l’aura sportiva). Brevemente ricordiamo che esso monta centralmente nel telaio un bicilindrico da 550 cc, otto valvole, con doppia mappatura e avviamento keyless. Di serie lo scooter offre una guida brillante ma – come insegna MIVV – con un sistema di scarico adatto si possono migliorare le performance, aggiungere un tocco di stile e abbassare il peso standard del veicolo (230 kg in ordine di marcia). Per il nuovo Kymco, MIVV propone due soluzioni tecniche: la sola sostituzione del terminale di scarico (slip on), oppure la formula terminale + collettori + catalizzatore (full system 2 in 1). L’utente può scegliere tra SPEED EDGE (Inox o Black) e OVAL (Black o Titanio), tutti completati da coppa in carbonio. Esaminando velocemente i dati al banco (rilevati alla ruota) si riscontrano incrementi sensibili sui valori di coppia e potenza intorno al range che va dai 4 ai 5mila giri/motore. Quanto al peso, si guadagnano dai 4 ai 4,5 kg in base all’allestimento.

Del motore montato sulla gamma T-MAX 530 il produttore MIVV conosce praticamente tutto avendo realizzato scarichi a partire dal 500 cc dalla prima versione del 2001 e dal 530 cc a partire dal 2012. La versione 2017 di quest’ultimo mantiene l’anima sportiva che ha fatto la fortuna della gamma. Forse con una leggera smussatura a favore del comfort di guida ma sempre dinamicamente vicina a quella di una moto. Cambia la trasmissione CVT, la cinghia finale è ora in fibra di carbonio e in generale c’è più elettronica. Interventi alla ciclistica hanno portato a un alleggerimento di 9 kg ma anche in questo si può fare ancora meglio sempre e soltanto sostituendo il sistema di scarico. Per il T-Max 2017 MIVV propone esclusivamente sistemi completi (terminale + collettori + catalizzatore) realizzati utilizzando le stesse versioni dei terminali SPEED EDGE e OVAL proposti per l’antagonista Kymco. In questo caso l’analisi dei dati al banco mette in evidenza incrementi massimi di potenza su valori di rotazione del motore medio alti; entusiasmante appare inoltre l’apporto di “tiro” che la coppia tocca intorno ai 3.000 giri. Lo scarico MIVV alleggerisce la linea generale del veicolo dal punto di vista visivo e della concretezza (grazie ai 5,5 kg in meno rispetto al primo equipaggiamento).

29th dicembre, 2017

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini