EICMA si fa green: pronta una pista lunga 1 km per testare le e-bike

Con una salita di 170 metri e un dislivello dell’8% simula un vero e proprio percorso

di

Nel 2016 in Italia sono state vendute 124.400 bici a pedalata assistita

EICMA si fa green: pronta una pista lunga 1 km per testare le e-bike

Saranno tantissime le novità che verranno presentate all’EICMA dal 7 al 12 novembre. Molte riguarderanno moto e scooter, ma all’Esposizione Internazionale Ciclo e Motociclo ci sarà spazio anche per le due ruote non motorizzate. Quest’anno un’intera area, realizzata in collaborazione con BikeUP, sarà dedicata alle bici elettriche e alle più importanti innovazioni italiane e internazionali del settore. A disposizione per il pubblico un intero tracciato dove testare le e-bike: lunghezza 1000 metri, con una salita di 170 metri e dislivello dell’8%. Una bella occasione, insomma, per provare e apprezzare a 360° le qualità delle biciclette elettriche.

La pista esterna simula un vero percorso e farà apprezzare ai visitatori di EICMA la notevole potenzialità della bici a pedalata assistita, soprattutto nei tracciati faticosi e impegnativi. Il segmento attualmente più diffuso tra le e-bike, sono le E-Mountain Bike (e-mtb) che rappresentano circa il 60% delle vendite in Italia. 
 
La mobilità a pedalata elettrica vanta dei numeri con crescita a 3 cifre, che dimostrano come la tendenza stia viaggiando di pari passo con un crescente interesse nel mondo elettrico dei cicli, in Europa e in Italia, da parte degli utenti. Durante il 2016 in Italia sono state infatti acquistate 124.400 e-bike (il 120% in più rispetto a un anno prima): in pratica gli italiani che hanno acquistato una bici elettrica lo scorso anno, corrispondono agli abitanti di una città come: Bergamo, Trento, Pescara o Siracusa.

22nd settembre, 2017

Tag:, , , , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini