European Bike Week: rock e motori per una festa da 125.000 persone

Oltre 70.000 le moto presenti per questo immenso raduno firmato Harley

di

Tra gli ospiti Karen Davidson, pronipote di uno dei fondatori dello storico marchio motociclistico

European Bike Week: rock e motori per una festa da 125.000 persone

European Bike Week – Più che una festa è stata un vero e proprio evento. Siamo parlando dell’edizione 2017 dell’European Bike Week. Un’edizione anche simbolica visto che si sono celebrati i 20 anni di vita. Nessuno voleva mancare e nessuno è mancato. I dati ufficiali parlano di 125.000 partecipanti, di cui 70.000 accorsi in moto, si sono dati appuntamento dal 5 al 10 settembre scorsi nella regione della Carinzia, nell’Austria meridionale, per dare vita alla 20esima edizione del grande raduno Harley-Davidson.

Negli ultimi 20 anni l’evento è cresciuto fino a diventare il raduno motociclistico libero più grande d’Europa – e costituisce oggi l’appuntamento principale del calendario motociclistico europeo. Tra i visitatori arrivati da più lontano sulle rive del Lago Faak quest’anno anche Karen Davidson: la pronipote di uno dei fondatori di Harley-Davidson è venuta in Austria direttamente da Milwaukee espressamente per partecipare a questo evento unico.

La Bike Week ha segnato anche il debutto europeo della nuova gamma di moto Harley-Davidson 2018, con la famiglia Softail al posto d’onore nella Expo Zone, mentre molte delle moto della gamma 2018 erano a disposizione anche per le prove del pubblico nell’area Demo Rides. L’Harley Village, come di consueto, ha preso il centro della scena, occupando una grande area di oltre 40.000 metri quadrati. Sono stati 22 i concessionari Harley presenti, provenienti da cinque diversi Paesi. Insieme a loro, oltre 130 commercianti indipendenti e stand gastronomici hanno proposto una gamma imbattibile di prodotti per tutti i gusti.

Jeep – partner principale e sponsor ufficiale dei maggiori raduni ed eventi Harley per tutto il 2017 – ha avuto una presenza importante in tutti i giorni dell’evento di Faaker See. Le due aree Jeep Test Drive Experience e Jeep Off Road Experience hanno dato al pubblico la possibilità di sedersi al volante dei prodotti di uno dei marchi motoristici più iconici. Nella lounge Jeep, inoltre, era esposta la nuovissima Jeep Compass e si poteva acquistare un vasto assortimento di merchandise Jeep, più il bonus di Bullfrog Barbers.

Per molti motociclisti, il viaggio al Faaker See significa soprattutto la possibilità di visitare il bellissimo paesaggio della Carinzia, con le sue strade ideali per andare in moto, gli incredibili panorami alpini e il Chapter locale Alpe Adria sempre pronto a fornire bellissimi tour guidati della regione per coloro che sono alla loro prima partecipazione. E alla sera, oltre 25 band hanno fatto vivere a tempo di rock il palco principale e gli altri luoghi adibiti alla musica live. Tra gli artisti protagonisti, i Black Stone Cherry, Danko Jones e The Picturebooks.

Il venerdì, il tradizionale Custom Bike Show ha portato in passerella alcune delle special più belle costruite in Europa e non solo, con oltre 70 partecipanti in concorso. Il titolo di Best in Show è stato attribuito a Nedal Amin proveniente dal Kuwait, che ha ricevuto un trofeo del valore di oltre 4.000 Euro realizzato da 2SAINTS di Parigi. Due persone hanno inoltre vinto altrettante moto Harley-Davidson Forty-Eight specialmente customizzate ‘European Bike Week 20th Anniversary’. La prima moto è stata data in regalo il venerdì sera a Ana “Mamana” Ivancic nell’ambito di una cerimonia che festeggiava i vent’anni di vita dell’evento del Faaker See. La seconda moto è stata invece vinta da Peter Van De Luijster in un’estrazione a sorte il sabato sera; il suo è stato il numero fortunato estratto fra le migliaia di braccialetti distribuiti all’evento.

Il sabato si è svolta l’immancabile parata ha visto almeno 10.000 moto attraversare la linea di partenza e sfilare, protagoniste sul circuito che si snoda fra montagne, laghi e paesini della Carinzia, mentre più tardi nel pomeriggio i Red Bull Flying Bulls hanno salutato la folla con un’esibizione acrobatica dal loro Alpha Jet pilotato da Stefan Doblhammer. E la sera, uno straordinario spettacolo di fuochi d’artificio in quota ha illuminato la notte sopra il lago, omaggio della Motor Company a tutti i fans presenti.

L’appuntamento è rinnovato per l’anno prossimo, dal4 al 9 settembre 2018.

19th settembre, 2017

Tag:, ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini