La cessione della Ducati sembra essere stata congelata

La seconda asta con offerta vincolante, potrebbe non avvenire entro l'anno

di

La cessione della Ducati sembra essere stata congelata

Cessione Ducati – Le trattative per la cessione di Ducati da parte del gruppo Volkswagen sembrano giunte in una fase di stallo, o meglio, congelate.

Da quanto riportato da Reuters, la vendita del marchio Bolognese, che fa capo ad Audi, sembra essere stata fatta momentaneamente naufragare dall’opposizione dei sindacati tedeschi che, con 10 membri su 20 nel consiglio di supervisione, rappresentano la metà dei voti. Problemi interni al management di Audi, con 4 nuovi membri su 7 nominati a luglio, hanno poi ulteriormente rallentato le trattative.

Il sito di finanza, citando alcune fonti interne, inoltre, parla di 5 possibili acquirenti che avrebbero partecipato ad una prima asta. La seconda chiamata, vincolante, sarebbe dovuta avvenire questo inverno, ma a meno che non si riesca a trovare un accordo all’interno del consiglio, le trattative potrebbero slittare al prossimo anno. Al momento però non è stato fissato nessun incontro tra VW, Audi e sindacati e la famiglia Porsche-Piech, che detiene una quota di maggioranza in VW. Quindi per il momento tutto rimarrà congelato.

Le 5 aziende che hanno lanciato la prima offerta, sono: Edizione, holding dei Benetton, la statunitense Polaris Industries e Investindustrial, ex proprietario di Ducati, equity Bain Capital ed PAI Partners, potrebbero perdere la pazienza, ma i vertici Audi non si dicono preoccupati, e anzi, affermano di non avere fretta.

Ovviamente però, le attuali offerte che valutano Ducati tra 1,3 e 1,5 miliardi, ben 13 volte gli utili, fanno gola al colosso tedesco che è alla ricerca di fondi, sia per il diesel-gate, sia per investimenti nel campo elettrico.

Ricordiamo che Audi aveva acquisito il marchio italiano nel 2012 per una cifra attorno agli 860 milioni di euro.

5th settembre, 2017

Tag:, , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini