Suzuki V-Strom 1000 XT, si rinnova per soddisfare i piloti più raffinati [VIDEO PROVA SU STRADA]

Prestazioni e capacità di utilizzo da vera Sport Tourer

di

Suzuki V-Strom1000 XT - un nome che deriva dallo schema del moto bicilindrico a V e dal termine tedesco “Strom” che significa “corrente” o flusso. La MY2017 guadagna piattaforma inerziale e non solo, alzando l’asticella ad un livello molto elevato

Suzuki V-Strom 1000 XT, si rinnova per soddisfare i piloti più raffinati [VIDEO PROVA SU STRADA]

La V-Strom ha debuttato sul mercato nel lontano 2002, con la prima V-Strom 1000 che la casa giapponese ha proposto; una “sport enduro tourer” di nuova generazione, con la sorella minore presentata due anni dopo in cilindrata 650. Cubatura ridotta, ma con le stesse caratteristiche della 1000, proprio per incoraggiare a salire in sella ed andare lontano con lo spirito di avventura.

Suzuki con questa nuova generazione, ha deciso di riprogettare la V-Strom 1000 per garantire e soddisfare il piacere di guida di una ottima compagna di lunghi viaggi. Rispetto alle concorrenti presenti sul mercato, la giapponese si presenta snella, poco ingombrante e con un’ottima seduta in sella, che garantisce altrettanto valide agilità e maneggevolezza, con un approccio che rispecchia il concetto di una moto da Sport Enduro Tourer.

Estetica e finiture:

Rating: ★★★★½ 

Appare semplice e tradizionale, richiama con il becco anteriore gli anni ottanta ed il deserto africano
Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_02

Il look della V-Strom 1000 ABS è vigoroso, leggero e compatto, la seduta è modellata per essere più comoda e permettere al pilota di poggiare facilmente i piedi a terra. La sezione della sella dedicata al passeggero ed il portapacchi posteriore sono piatti, per consentire il trasporto anche di bagagli di grosse dimensioni.
Accuratamente modellato e testato in galleria del vento, il parabrezza offre una doppia regolazione, sia in altezza che nell’inclinazione, per consentire al pilota una completa protezione dall’aria. Il design del faro anteriore, già utilizzato nelle supersportive GSX-R ed Hayabusa, è sviluppato in verticale ed ha una luminosità maggiore, rispetto alla versione precedente del 18% in più.

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_07

Per quanto riguarda il quadro strumenti, è stato rivisto anch’esso. Ha ora un design più curato e offre tutte le informazioni di cui un pilota necessita. Di tipo retroilluminato, con un contagiri analogico ed un tachimetro LCD, che ha la possibilità di regolare la luminosità, inoltre comprende l’indicatore della marcia inserita ed il consumo medio ed istantaneo del carburante, nonché il settaggio utilizzato per il sistema di controllo di trazione.

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_05

Al di sotto del pannello strumenti è posizionata una comoda presa a 12 Volt, ideale per collegare un navigatore o per ricaricare dispositivi mobili, tutto ciò capace di soddisfare anche i piloti più esigenti, che utilizzano la moto non solo come mero mezzo di trasporto, ma come vera e propria compagna di viaggio. Anche il serbatoio carburante è sagomato, in modo da garantire al pilota una posizione di guida più compatta e comoda.

Motore e prestazioni:

Rating: ★★★★☆ 

Un motore rivisto, Euro 4 e con l’innovativo sistema “Suzuki Clutch Assist System”
Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_04

La Suzuki V-Strom 1000 Abs è equipaggiata con un motore bicilindrico a V di 90° da 1.037 cc, a quattro tempi, raffreddato a liquido. Con la MY2017 il propulsore è stato quasi completamente rinnovato, passa ad Euro 4, conferma però la potenza di 100 cavalli, a 8.000 giri e la coppia, sempre erogata nel suo livello massimo a 4.000 giri, è ora di 101 Nm (-2).
Il motore è più regolare e controllabile anche ai bassi e medi regimi ed è stato rivisto in molte delle sue componentistiche meccaniche, sia per l’adeguamento alle normative Euro 4, che per migliorarne la guidabilità e l’efficienza.
Il sistema di iniezione carburante lavora in accordo coi dati forniti dalla sonda Lambda presente nello scarico e quelli provenienti dal sensore di pressione di aspirazione per avere nelle diverse condizioni l’ottimale efficienza di combustione, ed ha ora nuove tarature per soddisfare le norme Euro 4 pur mantenendo invariate le prestazioni del motore.

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_12

L’innovativo sistema SCAS (Suzuki Clutch Assist System), applicato alla frizione, agevola il compito del pilota, ricoprendo il ruolo sia come frizione antisaltellamento nella scalata di marcia, sia limitando lo slittamento della stessa. Questo sistema funziona come frizione assistita, per ridurre lo sforzo sulla leva, riducendo la forza necessaria sul comando del 13% rispetto alla versione precedente e durante il nostro test abbiamo potuto costatare e confermare l’effettivo ottimo funzionamento.
Per ottimizzare la combustione ed avere un’erogazione più omogenea, otre che un maggior controllo in diverse condizioni di guida, Suzuki ha voluto utilizzare sulla V-Strom 1000 Abs un sistema a doppia valvola a farfalla, chiamato “SDTV” (Suzuki Dual Throttle Valve).

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_13

I nuovi iniettori a 10 fori migliorano la nebulizzazione del carburante per una maggiore efficienza di combustione e un minor consumo, con un dato dichiarato inferiore del 16% rispetto al modello precedente.
L’iniezione del carburante avviene tramite un sistema di analisi dell’ossigeno ed un sensore di pressione di aspirazione, per avere sempre la migliore combustione a seconda delle diverse condizioni stradali e di guida.
Tutte queste migliorie e progressi apportati, permettono al bicilindrico un aumento di coppia notevole, con un incremento delle prestazioni ed un’importante riduzione del consumo. Ecco spiegato perché, nell’affrontare una salita, alcuni motori, pur avendo tanti cavalli, richiedono di scalare delle marce, mentre altri, dotati di maggiore coppia come la nuova V-Strom 1000, non necessitano del rapporto inferiore, ma risultano sempre pronti in ogni situazione.

A punto cambio e frizione: il cambio a 6 marce è stato rivisto e garantisce, sia in inserimento di marcia che in scalata, una sensazione piacevole. Le marce entrano precise e la leva al manubrio è morbida da azionare.
La V-Strom 1000 adotta anche il sistema di controllo del minimo ISC (Idle Speed Control), che prevede la valvola a farfalla integrata contribuendo a un rapido avviamento a freddo abbattendo anche le emissioni inquinanti.
Nella dotazione di serie entrano anche il Low RPM Assist, che impedisce al motore di scendere di giri allo stacco della frizione, aiutando le partenze e il Suzuki Easy Start System, con il quale è sufficiente una lieve pressione sul pulsante di start per avviare il motore.

Guida e maneggevolezza:

Rating: ★★★★½ 

Si conferma maneggevole e reattiva, guadagna piattaforma inerziale e frenata combinata
Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_08

La forma del manubrio cambia con la versione XT, che permette una maggiore comodità, sia per guida su strada, ma soprattutto per quella in off-road. Oltre alla sua maneggevolezza e reattività nei cambi di direzione, la V-Strom 1000 è stato il primo motociclo Suzuki ad adottare il controllo elettronico della trazione. Il Traction Control si conferma ovviamente, con i suoi livelli e la possibilità di essere disinserito, anche sulla MY2017.
La forcella anteriore è una KYB da 43 mm, di tipo rovesciato, è regolabile completamente nell’idraulica e nel precarico molla, consente una guida sportiva e confortevole, indipendentemente dalle condizioni stradali, offrendo una maneggevolezza dinamica ed un’esperienza di guida coinvolgente, grazie alle sospensioni di nuova concezione.
La “XT” da noi provata è dotata di bellissimi cerchi a raggi, di tipo tubeless grazie al particolare fissaggio dei raggi sul canale, con finitura color oro oppure nero, come in questo caso.

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_06

La V-Strom 1000 offre poi un impianto frenante composto da pinze monoblocco Tokiko per l’anteriore, con attacco radiale, con doppio disco flottante da 310 mm e, per il posteriore, la scelta è ricaduta su un disco freno da 260 mm. Un impianto che consente tempi di frenata molto ristretti, oltre ad essere potente e preciso, coadiuvato dall’ottimo sistema ABS Bosch, che controlla la velocità di rotazione della ruota 50 volte per ogni rotazione della stessa, calibrando la potenza di frenata.
Le novità più corpose della MY2017 riguardano però il debutto della piattaforma inerziale su 5 assi, con le connesse applicazioni, soprattutto orientate alla frenata. Arrivano infatti i sistemi frenanti “Motion Track” e “Combination Brake” e così l’ABS ottimizzare la sua reazione non solo in rettilineo, ma anche quando la moto è in piega su uno dei due lati. Il sistema, leggendo tutti i dati, è in grado di ripartire e gestire in modo separato la frenata tra le due ruote, alzando l’asticella sia in termini di sicurezza che di piacere di guida. Oltre all’ABS di tipo cornering, è stata al contempo dotata la nuova V-Strom 1000 di una frenata combinata, allo scopo di rendere più stabile la moto. Così con la leva del freno anteriore, oltre una certa pressione, si agisce anche sul posteriore.
Durante la nostra prova gli spazi di frenata sono risultati sempre ottimi, garantendoci sempre un’ottima sicurezza in tempi molo ristretti, di fondamentale importanza per una guida sicura nella circolazione stradale. Quello che sorprende è però l’uso volontariamente “sbagliato” dei freni in curva, per simulare una situazione al limite, come la necessità di evitare un ostacolo con una frenata improvvisa a moto inclinata. Qui l’azione dell’elettronica va oltre a quello che potrebbe fare un anche ottimo pilota. Mai invasiva invece l’azione della frenata combinata.

Prezzo e consumi:

Rating: ★★★★½ 

Ottimo prezzo, lunga la lista degli accessori opzionali
Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_01

Per quanto riguarda i prezzi, la Suzuki V-Strom 1000 ABS è in vendita dai concessionari dallo scorso mese di aprile e parte da 12.690 euro, nelle tre colorazioni disponibili: Pearl Glacier White, Glass Sparkle Black e Champion Yellow. Ad affiancare la V-Strom “standard” troviamo anche questa versione XT, riconoscibile per i cerchi in alluminio a raggi e dotata di un manubrio leggero a sezione variabile, capace di dare un design ancora più accattivante, per questa versione il prezzo è di 13.190 euro.

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_09

Gli accessori opzionali che offre Suzuki sono molti. Si possano integrare fino a tre bauletti rigidi, unendo alle borse laterali un bauletto centrale, che ha la capacità do 35 litri e che può contenere un casco integrale. I supporti di montaggio e fissaggio, oltre a permettere di installare le borse velocemente, sono anche nascosti, per non rovinare il design complessivo della moto. In conclusione una moto dallo stile che ispira libertà ed avventura, in grado di offrire una esperienza di guida dinamica, resa migliore dalla adozione della piattaforma inerziale e della frenata combinata.

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_03

Quanto ai consumi, la V-Strom si conferma tra le migliori di categoria, con valori medi nell’ordine dei 20 Km/l. Lo avevamo già avuto modo di rilevare un paio di anni fa all’Economy Run, organizzato proprio da Suzuki (qui il nostro articolo), durante il quale una V-Strom 1000 era stata in grado di percorrere 42,4 Km/l nelle mani del vincitore, un dato davvero impressionante rapportato ad una moto che resta di cubatura importante e dal peso contenuto per la sua categoria, ma pur sempre nell’ordine dei 230 Kg. La MY2017 si giova delle migliorie e probabilmente, se dovessimo ripetere il test, sarebbe in grado di fare ancora meglio.

PRO E CONTRO
Ci piace:
Facilità di guida, consumi, maneggevolezza, erogazione del motore
Non ci piace:
Freno posteriore poco potente

Suzuki V-Strom 650 XT MY 2017: la Pagella di Motorionline

Motore:★★★★★ 
Maneggevolezza:★★★★★ 
Cambio e trasmissione:★★★★½ 
Frenata:★★★★★ 
Sospensioni:★★★★☆ 
Guida:★★★★★ 
Comfort pilota:★★★★☆ 
Comfort passeggero:★★★★☆ 
Dotazione:★★★★☆ 
Qualità/Prezzo:★★★★☆ 
Linea:★★★★½ 
Consumi:★★★★★ 

Suzuki_V-Strom_1000_XT_pss_2017_10

Servizio fotografico: Roberto Cassago

Abbigliamento del test:
Giacca: Alpinestars
Pantaloni: Dainese
Guanti: Mtech
Stivali: Dainese
Casco: Caberg Drift Shadow D6 Italia

26th luglio, 2017

Tag:, , , , , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini