Kawasaki Z1000 R Edition 2017, arriva la nuova maxi naked [FOTO]

Sarà una delle star di EIMA 2016

di

Kawasaki Z1000 R Edition 2017, arriva la nuova maxi naked [FOTO]

Kawasaki Z1000 R Edition 2017 – Seguendo la filosofia di design Sugomi e con la fama di essere rimasta l’unica vera Supernaked in circolazione, la Z1000 standard viene affiancata, da oggi, dalla R Edition. Le moto, entrambe Euro 4, mantengono inalterate potenza e prestazioni rispetto al modello 2016.

Kawasaki Z1000 R Edition 2017 1

La nuova Z1000 R Edition è un perfetto mix tra styling aggressivo ed ingegneria Kawasaki focalizzata al raggiungimento del puro piacere di guida. Equipaggiata con componentistica di prim’ordine, la R Edition è caratterizzata da uno schema colori inedito che combina il Metallic Spark Black al Metallic Graphite Gray con grafiche distintive giallo-verdi. La sella con logo Z in rilievo ed altri piccoli dettagli stilistici donano alla moto un aspetto unico.

Il nuovo disco flottante anteriore da 310mm firmato Brembo con scanalature per la dissipazione del calore è accoppiato a pinze Brembo M50 con tubi in treccia. Al posteriore, la R Edition, monta il mono Öhlins S46DR1S regolabile tramite la comoda manopola del controllo remoto. Setting delle forcelle rivisto e leveraggio della sospensione posteriore modificato aumentano maneggevolezza e precisione di guida per essere al top della categoria.

Kawasaki Z1000 R Edition 2017 2

In termini di elettronica, sono state riviste alcune impostazioni della centralina per rendere ancora più fluida l’erogazione, è stato installato un indicatore di marcia inserita ed ora, una spia di cambiata, segnala il momento più opportuno per innestare il rapporto superiore. Disponibile presso i concessionari ufficiali nei primi mesi del 2017. Prezzo da definire.

27th ottobre, 2016

Tag:, , , , ,

Lascia un commento





Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini